Brotherhood of Baba 012 – Puroresu Awards 2015

Ancora una volta, bentornati sulle pagine della mia rubrica!

Questo e’ un articolo un po’ speciale, come ogni anno a dicembre, si parlera’ dei Puoresu Awards 2015 dati dalla famosa rivista sportiva giapponese Tokyo Sports.

Tokyo Sports e’ considerata tra le piu’ alte autorita’ in materia, e di solito in Giappone vi e’ una grossa pubblicita’ riguardo tutti i premi che la rivista assegna anche in altri ambiti sportivi. Solitamente, in giorni stabiliti, vi sono cerimonie, interviste, servizi fotografici, e tutto cio’ che viene ritenuto opportuno riguardo il premio o i premi consegnati.

La suddetta rivista decide i vincitori di questi premi a dicembre, e consegna i premi i primi di gennaio.

Questo sistema mi fa un po’ storcere il naso, perche’ per il premio “Match dell’anno”, molti incontri disputati proprio a dicembre non vengono considerati.

Ricordo, inoltre, che la rivista non fa una grande distinzione tra major o federazioni piu’ piccole: per la consegna dei premi Tokyo Sports tiene conto dei successi dei wrestler e della loro esposizione mediatica (questo molte volte coincide con le major e la loro piu’ grande e ovvia esposizione mediatica, ma non e’ sempre cosi).

In questo articolo commentero’ le decisioni prese dal Tokyo Sports, esponendo le mie opinioni a riguardo. Non commentero’ tutti i premi, ma solo quelli che ritengo piu’ importanti.

Wrestler dell’anno: Kazuchika Okada (NJPW):

Non sono molto d’accordo.

Per quanto riguarda vittorie ed esposizione mediatica, Okada di sicuro ricalca in maniera perfetta gli standard richiesti dal Tokyo Sports.

Quest’anno, pero’, parliamo di un anno di magra sotto ogni punto di vista. Okada non ha aggiunto nulla, ne’ tolto nulla alla NJPW o al puroresu in generale (parlo ovviamente solo dell’anno che sta per finire, il 2015).

Okada ha vinto nuovamente il titolo di maggior prestigio della NJPW, battendo AJ Styles, e il suo terzo regno continua interrotto.

Per il sottoscritto, pero’, rimane un premio non meritato, almeno quest’anno.

Avessi dovuto assegnare io questo titolo, avrei scelto uno tra questi due nomi: Minoru Suzuki o Naomichi Marufuji. Il motivo e’ semplice: da soli stanno tenendo a galla la NOAH. Il loro feud (uno dei migliori quest’anno), ha attirato nuovamente fan giapponesi fedeli alla federazione del defunto Misawa. Questi due wrestler hanno lavorato bene assieme, e hanno trainato per tutto il 2015 una federazione ormai in alto mare, riuscendo a non far naufragare del tutto questa barca che (scusate il gioco di parole), imbarca acqua ormai da troppo tempo.

Quindi, rimango con l’amaro in bocca per questo premio; ma sono conscio che effettive e valide alternative ve ne erano, comunque, poche.

Match dell’anno: Kazuchika Okada vs. Genichiro Tenryu (Tenryu Pro 15/11):

Mmmmh, NO!

Un buon match, ultimo match di Tenryu prima del ritiro. Diciamoci pero’ la verita’, tanti ottimi match sono stati lasciati fuori per questo? Ok l’esposizione mediatica, passi anche quanto sia famoso Tenryu e che l’ultimo match di un campione attiri sempre molta pubblicita’. La vittoria di questo premio pero’ anche no.

Shinsuke Nakamura vs Kota Ibushi al NJPW Wrestle Kingdom 9 dove e’ finito? Perche’ ve ne siete dimenticati? Sta poco simpatico Ibushi o Nakamura? Boh.

La serie di match tra Suzuki e Marufuji ha avuto anche bellissimi incontri, forse non all’altezza di questo premio, ma di sicuro di piu’ alto livello di Okada vs Tenryu.

Come avvenuto in passato con altre federazioni (anche in WWE), quando si parla di match di ritiro di una stella o di una leggenda, tutto il resto scompare. Tutto questo mi lascia solo con l’amaro in bocca.

Tag Team dell’anno: Chigusa Nagayo & Atsushi Onita (Marvelous/Cho Hanabi):

Felicissimo perche’ sono un grandissimo fan di Onita.

Devo pero’ essere anche obbiettivo, e il solo fatto di adorare Onita, non mi permette di dire di essere al 100% d’accordo con questa vittoria.

Di sicuro, una sola parola di Onita fa muovere piu’ montagne che 4 show della AJPW o della NOAH. Molto probabilmente il suo annuncio nel voler aiutare la sua vecchia federazione (l’AJPW) deve aver smosso molto nel mondo del puroresu giapponese.

Ho pero’ da fare delle menzioni speciali per questo premio: Yankii Nichokenju (Isami Kodaka & Yuko Miyamoto), che hanno vinto gli All Asia Tag Team Championship. I sempre presenti Yuji Okabayashi & Daisuke Sekimoto, ora detentori del titolo di coppia della BJW.

Anche qui forse si poteva fare di piu’, anche se rimango contentissimo di vedere sempre Onita tra le pagine del Tokyo Sports!

Joshi Wrestler dell’anno: Io Shirai (Stardom):

FINALMENTE!

Una sola parola.

FINALMENTE!

L’anno scorso questo premio non fu assegnato, e, inoltre, il premio di Rookie dell’anno ando’ a Saki Akai (lottatrice di cui nessuno ormai ricorda nulla).

Finalmente a quel paese le modelle di professione, e spazio alle vere lottatrici!

L’anno scorso e’ stato terribile vedere Shirai non vincere nulla. Ma ritengo che il movimento del Joshi Puroresu stia vivendo una mini seconda eta’ dell’oro proprio grazie a questa donna.

Spero di vedere questo nome vicino a questo premio per molti anni ancora!

Premio alla tecnica: Tomoaki Honma (NJPW):

Ehm, boh.

Anche qui, sono un gran fan di Honma, ma non so se questo premio si adatti all’eterno perdente della NJPW.

Quest’anno ha vinto e ha fatto vedere molte buone cose. Gia’ alla fine del 2014 il pubblico giapponese continuava a stravedere per lui.

Questo premio mi sembra tanto un piccolo contentino, quasi un premio alla carriera.

Vi sono milioni di nomi che potrei mettere in una lista di possibili vincitori e/o candidati, e non so da quali cominciare…

Premio Fighting Spirit: Yuji Okabayashi (BJW)

Sostanzialmente d’accordo.

Okabayashi quest’anno si e’ comportato bene sotto molti punti di vista.

Non sono un suo grande fan, ma ha un grande talento e lo sta sfruttando bene. La BJW gli sta dando (finalmente) molto piu’ spazio, e con il rinnovato titolo di pesi massimi sta valorizzando molti lottatori, tra cui, appunto, Okabayashi.

Questa montagna di muscoli pelata puo’ far paura a prima vista. Poi, ci parli assieme e capisci che e’ un grosso orsacchiotto (no, non provate ad abbracciarlo, rimane pericoloso con il suo bear hug).

Sono molto felice per questo ragazzone.

Qui finisco i miei commenti.

Vi sono altri premi dati dal Tokyo Sports, ma non credo che necessitino di commenti.

Una menzione speciale va ancora a Tenryu, che, come giusto che sia, ha vinto il premio alla carriera di quest’anno.

Dopo aver dato tutto a questo sport, ci manchera’.

Da uomo molto assonnato vi saluto. Troppo lavoro e poco divertimento mettono un gran sonno…

Vorrei vivere di solo wrestling!

Felicissimo per Io!!!

2 pensieri riguardo “Brotherhood of Baba 012 – Puroresu Awards 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com