Brotherhood of Baba 027 – Riflessioni: due pesi e due misure

Bentornati a tutti.

Spero abbiate avuto un bellissimo periodo. Ecco per me non è così.

Quindi bando alle ciance, e andiamo subito a parlare di wrestling.

Probabilmente, come avrete già intuito dal titolo, parleremo di come molte cose nel wrestling abbiano diversi punti di vista.

Questa volta, però, prendendo spunto da recenti avvenimenti, mi focalizzerò sui due pesi e le due misure prese in considerazione dai fan, anche a distanza di anni.

Voglio anche aggiungere, che per questo numero, mischierò molto wrestling USA e Puroresu. Perché? Per il semplice fatto che questo numero riguarda, come detto prima, un’analisi relativa ai vari punti di vista.

Cosa ne pensate di Okada?

Personalmente, è un lottatore che mi piace molto. Vi sono campioni superiori a lui, poco ma sicuro. La NJPW comunque, ha deciso di farlo diventare il suo uomo di punta e copertina.

Cosa ne pensate del vecchio Cena o dell’attuale Roman Reigns?

Molti dei lettori sicuramente staranno ora pensando “che relazione hanno questi tre atleti?” La relazione sta nel loro status di “Superman”.

Cena nel suo periodo “d’oro” era imbattibile, Roman in questo periodo è praticamente imbattibile, e per stenderlo ci vogliono diverse finisher ripetute. Okada? La stella giapponese in questo momento è il “Superman” della NJPW (anche secondo le parole di Kenny Omega).

La mia domanda è: perché Okada non viene criticato come Cena al tempo, e Roman in questo periodo?

Ok, Okada ha un talento superiore a Cena, e Cena ha un talento superiore a Roman. Tralasciando le ovvietà, cosa fa muovere il mondo dei fan di wrestling a favore o contro un wrestler “Superman”?

Sinceramente, a questo quesito non ho trovato risposta. Ho diverse ipotesi:

  • Ipotesi 1: a causa della loro imbattibilità, costringono i loro avversari a cocenti sconfitte, da cui magari alcuni non ritornano mai più. In questo caso ho, però, molti nomi che vanno contro questa teoria. Omega è stato sconfitto da Okada, ma nessuno dice “ormai è finito”. Edge, in WWE, ha solo giovato dal feud contro Cena. E vi ricordo che ha perso quel feud, perdendo diversi incontri, e anche un TLC;

  • Ipotesi 2: una persona nella realtà non può essere imbattibile, un “Superman” toglie credibilità al wrestling. Stiamo scherzando, vero? Prima di tutto il wrestling ha perso credibilità da una vita. In secondo luogo vi sono, nel mondo dello sport, atleti imbattibili. In qualsiasi sport, dalla box, all’atletica, ai giochi di squadra. Questa ipotesi è stata scartata subito;

  • Ipotesi 3: la gente vorrebbe dare più spazio al/ai propri beniamini, ma a causa dei “Superman”. Ok, anch’io vorrei vedere Nakamura con il titolo. Ma ehi! La WWE o la NJPW si muovono con le correnti di soldi. Se guadagnano, non cambiano. E siete totalmente sicuri che un cambiamento gioverebbe ai loro guadagni? Uno dei miei wrestler preferiti di tutti i tempi è stato Scott Hall. In tutta sincerità, voi avreste mai concesso una title run a un tipo come Hall? Ottimo number 1 contender, nulla più.

Alla fine non trovo delle vere motivazioni da farmi dire “evitiamo i Superman”. Nel wrestling ci sono sempre stati, e sempre ci saranno.

Passiamo, invece, all’argomento titolo dato a un jobber.

Si, parlo di tutti quelli che dicono che Mahal non è un campione, o che non riescono a comparare la sua vittoria a quella di JBL negli anni passati (il passaggio di titolo che mi ha fatto praticamente smettere di guardare la WWE).

Intanto vi ricordo che Kenta Kobashi ha perso più di 60 match di fila. 60 match, ok? Dopo 60 match persi, secondo voi quanti avrebbero puntato su di lui? Solo Baba, perché Baba è un dio, e aveva già scelto di passare un po’ della sua divina essenza a Kenta. Ora, prima di vedermi caricato da Tir in giro per le strade d’Italia: non sto paragonando Kobashi a Mahal, né tanto meno a JBL. Kenta ha avuto una costruzione ad hoc, con Baba che gli faceva da angelo custode, e con le sconfitte costruite apposta per far appassionare il pubblico a questo lottatore: anche se ce la metteva tutta, non era mai abbastanza. Ma lui continuava, e il pubblico ha incominciato a seguirlo.

Quello che voglio far presente è come la situazione di “jobber” o “ultimo perdente” può cambiare. Molte volte deve cambiare. E quando cambia, produce discreti risultati.

Mahal quindi non è Kenta, e non avrà la sua carriera. JBL non è Kenta, ma molti parlano di un grande regno titolato da parte sua.

Si, il JBL che il 18 marzo 2004 perdeva contro Scotty 2 Hotty, e la settimana dopo, il 25 marzo 2004, veniva presentato come il number 1 contender per il titolo di Eddie. Credo sia anche peggio di Mahal, non credete? Almeno Mahal ha vinto qualcosa prima di essere presentato come primo sfidante al titolo.

JBL ha poi fatto un regno che molti definiscono un ottimo regno di campione (non sono d’accordo, ma non voglio dilungarmi su questo. Riporto quello che internet dice/afferma). La mia domanda è: perché Mahal non potrebbe fare lo stesso?

Meno talento di JBL? Nah, JBL non ne aveva, quindi. Meno bravo al microfono di JBL? Beh, a fare il razzista sono tutti bravi, basta guardare il seguito di alcuni politici nostrani. Quindi cosa ha Mahal in meno di JBL?

Non posso dire di essere fiducioso in Mahal. Non posso dire che diventerà sicuramente il mio nuovo idolo.

Ho deciso, però, di dargli una possibilità. Magari riesce a stupirmi.

P.S.:

Sul wrestling web stiamo sempre qui a scannarci e a odiarci a caso. La cosa la ritengo molto stupida. Non mi sento e non sono migliore di altri perché scrivo qui, o per altri siti di wrestling. Lo faccio per passione.

E questa passione mi ha portato a scoprire tantissimi fan con cui è bello parlare e discutere di ciò che ci piace.

Volevo quindi consigliarvi qualche blog. Incomincio con il primo, mettendo il link qui a fine articolo.

Hmm, qualcuno mi dice che dovrei fare delle presentazioni. Non sono bravo a fare delle presentazioni. Se vi piace il wrestling, vi piaceranno i blog che vi proporrò.

Buona lettura.

http://ladystunner89.blogspot.it/