Cody Rhodes: “In AEW i promo non seguiranno un copione”

Cody e Brandi Rhodes erano presenti al WarnerMedia TV Upfronts in New York City, e sono sttai intervistati da WrestlingNews.co. Ecco le parti salienti dell’intervista:

Il pensiero di Cody riguardo l’accordo televisivo con TNT: “Tutto torna al suo posto. Più di 20 anni fa la mia famiglia si trasferì ad Atlanta perchè la WCW si era accordata con Turner. Nel 2019 la All Elite Wrestling ha trovato un accordo con Turner. Abbiamo costruito un team fantastico, senza il quale tutto questo non sarebbe stato possibile. Dopo All In, Tony Khan si + unito a me, Matt, Nick e Kenny, e ha detto ‘Ragazzi, io credo in voi e voglio investire in voi. Credo nel wrestling al di fuori di una singola compagnia.’ E oggi siamo qui, per questo sono molto contento.

Cosa penserebbe Dusty Rhodes di tutto questo: Sarebbe molto felice di godersi momenti come questo. Dopo il lavoro che fece ad NXT desiderava farsi da parte e dare spazio agli altri. Abbiamo circa 40 lottatori tra i quali alcuni che non avete mai visto ma che adorerete fin da subito. ‘Freschezza’ è la parola chiave per noi. Penso che mio padre sarebbe molto interessato a sedersi e vedere cosa riusciremo a fare. E mi piace pensare che adesso sia lassù a farlo.

Brandi parla della divisione femminile: Siamo stati molto attenti a costruire la nostra divisione perchè non vogliamo che ci siano talenti che stiano settimane ad aspettare il loro momento, senza dare al pubblico una possibilità per apprezzarle. Per questo abbiamo scelto lottatrici che secondo noi manterranno alto l’interesse intorno a loro stesse e intorno alla divisione.

Se vedremo molti promo scriptati in AEW: Cody: “Potreste non vederne nemmeno uno.Brandi: Siamo onesti quando diciamo che vogliamo che sia tutto concentrato intorno allo sport. Per farlo, dobbiamo concentrarci più sui match e meno sull’aspetto drammatico o sui retroscena.Cody: Se abbiamo investito su un lottatore, vuol dire che sappiamo già cosa ha da dire. Il nostro obiettivo sarà far sì che la sua voce giunga a più persone. Abbiamo grandi coach e collaboratori come Jim Ross, Billy Gunn ed altri che non posso nominare. in più c’è il nostro desiderio di far funzionare tutto questo. Perciò collaborazioni? Sì. Micro management, o promo col copione? No.

Francesco Benedetti

Le mie passioni vanno un po' a momenti, ma le uniche costanti sono calcio, serie TV e wrestling. Riavvicinatomi a quest'ultimo all'età di 13 anni, verso i 18 ho cominciato a mettere il naso fuori dalla WWE, con cui ho sempre avuto un rapporto di amore/odio. Adesso guardo ciò che mi interessa, senza focalizzarmi su precise realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com