Director Piledriver #1: Another One Bites The Dust

Il direttore vuole parlare e ha trovato il suo posto dove parlare. Parliamo di quello che sta succedendo in WWE, e ne stanno succedendo di cose.
Un altro che mangia la polvere: Anche John Cena salterà WrestleMania. E si aggiunge alla lista enorme d’inf…ah, ora c’è anche Sasha Banks!
Una situazione incredibile, con la WWE che si trova il roster praticamente dimezzato e sopratutto, si trova con un pugno scarso di Main Eventer, e sapete una cosa?
È solo colpa loro. In anni la WWE non si è mai sforzata di creare un set di Main Eventer, tali di essere chiamati tali. Ed è una cosa che ha portato questa disgrazia nel presente. Oltre a Roman Reigns e Seth Rollins, la WWE rischia di fare il flop più grande a WrestleMania. Perché, in questo momento, sono veramente pochi i nomi di spicco che combatteranno al 100% a WrestleMania: Undertaker, Roman Reigns, Triple H, Brock Lesnar e fine anche.
Sheamus, Rusev, Alberto Del Rio, Kevin Owens, Dean Ambrose, Neville e altri, non sono Main Eventer o nomi di spicco. Cioè, per un fan che segue la WWE da anni e riconosce anche il talento, e sono (molto probabilmente) wrestler che meritano un qualcosa in più. Ma no, fanculizziamo tutto e tutti e mandiamo i soliti tre a vincere il titolo o a combattere nel Main Event. Lo status, certi wrestler sopracitati e altri che non ho citato (Cody Rhodes e Damien Sandow, pure) se lo son guadagnati da SOLI appena son stati inseriti in storyline un poco interessanti. E invece son finiti a jobbare a cani e porci, mentre con un minimo di scrittura potevano essere già nelle stelle.

Il problema, oltre a questo, sta nel fatto che la WWE tende a strizzare i suoi atleti come non mai, perché più di 300 live event all’anno si sentono sul corpo.
Che poi una soluzione semplice a questo problema esiste, basta far fare meno live event agli atleti ma mantenendo un numero come quello posto sopra: Rendi il roster ciclico.
Cioè, mi spiego: la WWE avrà in se (contando NXT) qualcosa come 80 wrestler. Di questi 80, 20 li fai riposare ogni tot mesi per farli recuperare dagli infortuni.
Questo ti permette di:
A) Sviluppare, avendo il tempo di farlo, una moltitudine di superstar. Capire cosa il pubblico vuole e cosa il pubblico non vuole.
B) Dare anche la possibilità, alle superstar più importanti, di mancare per girare serie TV e Film, senza usare angle stupidi.
C) Valorizzi anche i titoli minori, mettendoli nel Main Event dei live event

Ma no. Troppo difficile da pensare? Mi sa.
E come pensa di sistemare le cose, la nostra cara WWE? Prendendo AJ Styles, Shinsuke Nakamura, Doc Gallows e Karl Anderson.
E a me, nonostante tutto, sta bene.
Diciamo che le cose stanno cambiando, e secondo me stiamo entrando in nuova era targata WWE. Perché dico così?
Perché ogni cambiamento è figlio di un avvenimento importante (ogni azione porta ad una reazione): Il calo degli ascolti, la strage d’infortuni, per esempio.
La WWE sta cercando di diventare una federazione globale, perché fino ad oggi non lo è quasi mai stata.
Ovviamente non parlo di copertura televisiva, che sappiamo essere globale, ma parliamo di talenti nel roster.
Perché, parliamoci chiaramente:
La WWE ha sempre puntato su poche nazioni: USA, Canada e Gran Bretagna.
Con questo, voglio dire che i talenti delle suddette nazioni non sono stereotipati o macchiette di se stessi…apparte Rusev.
La WWE, sta cercando di dare un senso più globale al roster, e sta cercando di mandare over anche gli atleti esteri, vedi Becky Lynch o Sheamus o Finn Bàlor. E spero che con l’arrivo di Nakamura (soprattutto) la WWE riesca a superare l’idea che se un wrestler è giapponese, bisogna stereotiparlo.
Dai, con Hideo Itami non l’hanno fatto in maniera così pesante.

Parlando degli altri tre: AJ Styles, Doc Gallows e Karl Anderson.
Io son felice dell’arrivo di Styles in WWE. Veramente!
Ma ho il terrore di una cosa….che, dato che è un ex TNA, finisca a jobbare a Zack Ryder. E qua potrei dare di matto. Diamine.
Su Gallows e Anderson, spero di non rivedere FESTUS, per il resto mi va bene se rimango assieme e spaccano qualche sedere!

Another One Bites The Dust.
Spero che non sia una cosa che dirò quando vedrò qualche superstar, al limiti dello schifo e/o infortunata.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com