EPW Total Honor: Report

Ci si lamenta sempre ed in continuazione che qui in Italia, oltre alla arcinota WWE, che organizza ogni anno 2 House Show nel Belpaese, della totale assenza di Wrestling di qualità. Chi proferisce queste parole…non ha capito veramente un cazzo.
Basterebbe alzare le terga dalla sedia per scoprire che oltre alla ‘E vi sono tantissime Promotion di valore che operano anche da diversi anni, anche lustri, per mettere in risalto il grande potenziale e la crescita effettuata dal Wrestling italiano e dei Wrestler italici in questi 15 anni, ma c’è gente molto più esperta e competente di me che già vi parla di tali argomenti, perciò io oggi mi limiterò a descrivervi quel che ho visto con questi miei stessi occhi in quel di Frosinone, il giorno 17/10 del corrente anno, della Kermesse allestita dalla European Pro Wrestling.

Aspettando lo Show

I miei compagni di viaggio per questa avventura sono stati: Giulia, già presente a One Night Only come Nello, romano de Roma di Monte Mario ed anche Andrea Guida, collaboratore per l’ASCA in quel di Pizzoli, L’Aquila, per Ready to Start e lo stesso dicasi per Giuseppe Cuozzo, membro di Tutto Wrestling, anch’egli conosciuto in Abruzzo per la 3 giorni ASCA.
Giungemmo con una macchina a nolo, lasciandoci alle spalle Roma, nostro luogo di ritrovo, per approdare al Palazzetto designato per la serata.
Già era presente uno stuolo di tifosi tra cui scorsi Alessandro Bogazzi di World of Wrestling ( EPW One Night Only) , i ragazzi di WrestlingRevolution ( a Roma fecero da Security di loro sponte per arginare la fiumana di bambini molesti che assiepavano il bordo ring ed uno di loro è anche Arbitro per la FCW ), Valerio Campoli di WrestlingItalia e un bel manipolo di appassionati.
Entrando nel Palazzetto, di lì a poco scorgo Charlie Kid, Wrestler ICW di recente recatosi nell’Accademia di Harley Race. Come l’altra volta infatti, la Italian Championship Wrestling era presente per coadiuvare lo Staff EPW ( mettendo a disposizione di nuovo il loro ring ed infatti rincontro anche Marcio Silva e dopo Ready To Start ribbecco pure ” Street Dog ” Jimmy Barbaro ). Un’altra faccia nota si profila all’orizzonte ed è quella di Mr Excellent che come il Cowboy italiano ho avuto il piacere di vedere dal vivo in vari Show ASCA. Il Purista insieme a Manuel Majoli ha avuto la possibilità di esibirsi in Michinoku Pro in Giappone. Questi sono solo alcuni esempi di come il Wrestling italiano faccia di tutto per evolversi ed andare avanti. Cosa di cui dovremmo essere tutti fieri.
In coda per i biglietti rivedo con molto piacere Andrea Cesana di Zona Wrestling ( ASCA Happy Birthday to Us, ASCA Fanfest & Best in Italy ) e faccio la conoscenza di ” The Rabid ” Antonio David Alberto ( sue le foto per il Report di ZW, le trovate nella pagina Movie, Comics & Wrestling by ” The Rabid ” e gentilmente mi ha concesso di usarle per questo mio deli..ehm..pezzo ).
Per altri dettagli relativi ai momenti prima dell’Evento, vi prego di pazientare ancora un po’. Volete i ragguagli su sto Spettacolo o no?

Total Honor Begins…Now!!!

Nico Narciso ( Lottatore della BWT, Ring Announcer della serata ) ci dà il benvenuto in inglese e….e le danze si aprono con l’arrogantissimo Campione della EPW Axel Fury, accompagnato da Johnny Bono ( prodotto della ICW ).

12110038_1651186108490366_4380136337433565070_o

Il veneziano Fury parte con i suoi soliti sermoni infarciti d’insulti diretti verso gli astanti e indirizzati alla città, attirandosi un bel po’ di odio da parte dei tifosi, per poi tornare dietro le quinte con il suo fido assistente.

Reazione diametrlamente opposta per MVP, accolto in maniera molto positiva, anche con dei cori ” Fuck TNA! ” apprezzati e graditi dal Leader del defunto BDC ( un applauso anche al ” notaio ” Hernandez ). Il Io IWGP Intercontinental Champion della storia ripercorre le vicende che lo hanno portato ad accettare la chiamata della EPW e di aver posto una sola condizione:poter selezionare il Roster. Ebbene sì, come ai tempi della Promotion di Nashville, MVP sarà il Commissioner / GM della Federazione ( ruolo ricoperto in precedenza da Vic Antico ). Mr.305 ci ricorda i ME di giornata e…sorpresa: ancora una volta Axel Fury ricompare con Bono per esprimere le sue rimostranze.
Dopo un alterco con il neo GM, Fury afferma di essere ancora infortunato e di non poter competere. MVP non si lascia impietosire ed offre due alternative al Campione, adoperandosi nel mentre anche in una prova microfono con l’ausilio del cranio di J.Bono: o difende la Corona oppure la dovrà rendere vacante. Opzione A o Opzione B, pensate anche voi quello che avevo pensato io?

11013509_1651186945156949_2091337895659691521_ok

Austin Aries is in da house! AA rimarca la sua famosissima Option C e promette di conquistare l’Alloro EPW. Fury è sempre più stizzito e per la gioia della folla rende la Cintura vacante. Nel 3 Way dunque si è liberato un posto che verrà messo in palio nell’Opener tra due Wrestler italiani e chi prevarrà, si unirà ad Aries ed Eddie Edwards nello scontro per incoronare il nuovo Campione. Basta parole, si passa all’azione!

Adrian Severe vs Red Devil

L’altoatesino è al suo secondo match in EPW ed in Italia e si è esibito in prevalenza nelle Federazioni del Vecchio Continente. Spettacolare il suo match a Roma contro Tommy End, ove ne uscì con 2 punti di sutura al labbro e con una vittoria sudatissima sull’olandese. Avrà la meglio anche su uno dei pilastri del Wrestling in Italia?

10957724_1651187361823574_6094287715284923891_o

Red Devil è uno dei veterani della ICW ( attuale Campione Assoluto ), con un’esperienza di 3 lustri e vanta incontri sia in Italia che in Europa. A One Night Only sconfisse Mexx con l’astuzia. Riuscirà questa volta ad aver ragione di un altro Talento allenato da Alex Wright?

12087060_1651187528490224_2894533662763598278_o

Opener che scalda a dovere i tifosi, rivelandosi di pregevole fattura. Severe nonostante la mole dimostra ancora una volta di possedere una notevole agilità. Red Devil dal canto suo mette a referto le sue patentate mosse fa Flyer e doti incassatorie non indifferenti. D’impatto i 2 Leg Drop ( di cui uno dalla seconda corda ) di Severe, pregevole la Romero Special e il Pescado di Devil. La posta in palio è altissima e tutti e due sono intenzionati a vincere. Severe va vicino alla vittoria con un Double Underhook Superplex, una Falcon Harrow e una Tornado DDT. Red Devil non demorde e riesce a spostarsi in tempo per evitare la brevettata Frog Splash di Severe per poi colpirlo con un preciso Enzeguiri Kick e si aggiudica il match con il Devil Sault. Il Wrestling italiano c’è ed è vivo più che mai.

Voto: 7,5

1504423_1651187741823536_3776189353166717471_o

10862691_1651188115156832_8256925496854514698_o

11238225_1651188298490147_3854998153092036012_o

12141175_1651188611823449_9002231305120301103_o

Stretta di mano tra i due gladiatori moderni a fine incontro con un Devil proiettato nel Main Event e bramoso d’infoltire il già ricco Palmares.

12094730_1651188761823434_710766904114945467_o

L’azione riparte immediatamente con un match tutto britannico.

NO Disqualification match: Nathan Cruz vs Mark Haskins

Cruz, al suo primissimo match sul suolo italico, entra con una livrea molto pittoresca e rimandante alla Saga dei Power Rangers, e non sembra per nulla in vena di convenevoli.
12140878_1651189061823404_3473033270432932977_o

Haskins invece si dimostra invece più ben disposto nei confronti dei tifosi e parecchio carico.

12138373_1651189095156734_8524980277854808408_o

Nel giro di pochi attimi l’azione si sposta all’esterno del quadrato. Haskins rischia di farsi seriamente male anticipando i tempi con un Suicide Dive, ma la sua ripresa è istantanea. Scatta una vera e propria rissa da strada con Haskins che sferra poderosi calci
al petto di Cruz ( anche nello stesso Settore in cui il sottoscritto era situato ), infiammando la platea. Cruz, sanguinante dalla bocca, non ci sta a subire inerme l’offensiva e riequilibra la situazione con una poderosa Codebreaker. Il Io Campione nella storia della PROGRESS estrae da sotto il ring una sedia ( sommo dispiacere per la Spiaggina Section ), Haskins è lesto a strappargliela di mano ed è lui a colpirlo con l’oggetto per focalizzarsi sugli arti superiori di Cruz. NC non demorde e allora MH per ridurlo al silenzio lo lancia contro la sedia, che nel frattempo è stata incastrata tra l’intersezione delle corde. Cruz intuisce l’azione e la ribalta, scagliando Mark contro la superfice metallica e con un Roll Up per poco non conclude le ostilità.
Il dolore alle braccia inizia a farsi sentire ed Haskins con una implacabile Fujiwara Armbar costringe il connazionale al cedimento. I fan, per nulla magnanimi, rimarcano a Cruz di aver appena dichiarato la resa.

Voto: 8

Non avevo mai visto Nathan Cruz all’opera e sono rimasto colpito dalla sua prestazione. Haskins, nonostante il giorno dopo dovesse esibirsi in PROGRESS non si è risparmiato, riscattandosi dalla sconfitta patita a Roma contro Karim Brigante, scaturita dalle ingerenze di Samuel Black e di Axel Fury. Grande Wrestling da parte di entrambi.

12000890_1651189431823367_4530220120785225677_o

12113327_1651189461823364_5308522882244178750_o

12080125_1651189508490026_9031026100330506201_o

12109949_1651189591823351_4157046378462590168_o

12138448_1651189671823343_1553018389151269754_o

Non ho intenzione di dilungarmi troppo sul siparietto che ha preceduto questa disfida, ne parlerò più in là.

Johnny Bono w/ Axel Fury vs Red Scorpion w/…. ( no, il nome non lo dico, adesso )

Match che segue un canovaccio semplice e lineare con un Red Scorpion ( BWT ) sempre in controllo delle operazioni ed un Fury intento a creare occasioni per il suo pupillo che dà in certi frangenti del filo da torcere a RS. Le fasi finali vedono Red Scorpion colpire per sbaglio l’Arbitro con i piedi di JB nell’esecuzione del Michinoku Driver che lo avrebbe quasi sicuramente portato alla vittoria.
Con il Direttore di Gara al tappeto, Axel Fury irrompe nel ring e stende con il Pedigree Scorpion e pone la carcassa del suo protetto sul corpo esanime del Wrestler mascherato. Vittoria sporca ed immeritata per la new entry nella sua scuderia dell’ex Campione. Prima apparizione, prima affermazione. Scorpion invece, dopo la vittoria per DQ con Samuel Black stavolta è stato sopraffatto con l’inganno.

Voto: 6

12080245_1651189841823326_2455712154784864030_o

12109852_1651189881823322_7191197009045806884_o

12140183_1651189978489979_5810951742359428331_o

Spazio dedicato tutto al Wrestling Femminile. Scontro internazionale tra l’australiana Toni Storm ( Sfidante di Queen Maya per il Titolo Femminile ad ICW Pandemonium XIII ), la gallese Nixon Newell ( nota anche come Lucha Dora ) e la statunitense con retaggio portoricano Rosita / Thea Trinidad ( KO Tag Team Champion insieme a Sarita in TNA )

3 Way match: Toni Storm vs Nixon Newell vs Thea Trinidad

Come in precedenza, viene ripreso un modus operandi standard e sempre efficace, con le 2 Heel a vessare la più esperta Trinidad, attraverso un lavoro in tandem che dura per qualche minuto. Buono il Double Big Boot e il Double Suplex prolungato atto a fiaccare la resistenza della compagna di AA. Ben presto l’alleanza viene meno e prevale l’egoismo. La Newell colpisce la Storm con una poderosa Spear e Thea Trinidad ne approfitta per intrappolare la spericolata gallese nella Sunset Flip Powerbomb che le concede il trionfo.

Voto: 6,25

12132448_1651190131823297_7047078181441965354_o

12095062_1651190161823294_1242864204339462888_o

10473596_1651190255156618_4663282950374455522_o

Dopo una doverosa pausa, il GM MVP fa la sua ricomparsa microfono alla mano per un annuncio. A quanto pare ci sarà un nuovo Commissioner…e sarà Axel Fury. Il pubblico non la prende assolutamente bene, accusando MVP di essersi fatto corrompere e comprare. Comunione d’intenti dunque tra il nativo di Miami e la nuova figura di potere Axel Fury. Sfruttando la sua autorità, AF inserisce d’ufficio il fu US Champion nel Main Event, trasformandolo in una battaglia a 4.

10896190_1651190558489921_7006930616998764102_o

Se molti sono giunti fino a Frosinone è senza alcun dubbio per vedere AJ Styles e Christopher Daniels, due Wrestler di caratura mondiale, fronteggiarsi per un’occasione più unica che rara qui, in Italia, in una Stipulazione che non li ha mai visti coinvolti l’uno contro l’altro nel Io ME della serata.

2 Out of 3 Falls match: ” The Phenomenal ” AJ Styles vs ” The Fallen Angel ” Christopher Daniels

Le parole sono superflue: Styles e Daniels si conoscono da una vita e le loro strade si sono incrociate parecchie volte, eppure è sempre fantastico vederli contro. Il pubblico è diviso più che mai, spaccato ed urla a squarciagola. I due riescono a reversarsi e ad evitare le loro rispettive tecniche migliori e vige un sostanziale equilibrio.Cori ” Fuck TNA! ” da parte degli spettatori, a cui Daniels chiede invece d’intonare il nome della EPW ( beh, per lui, cosa non si farebbe? ). Col passare del tempo le difese si abbassano e The Phenomenal One si porta in vantaggio,sottomettendo l’attuale ROH World Tag Team Champion con la letale CalfKiller.
Daniels deve recuperare lo svantaggio, ma AJ non lo lascia respirare nemmeno un’istante.
Il Ring General riesce a trovare uno spiraglio e ci si insinua tramortendo il Leader del Bullet Club con una Brainbuster e portandosi sull’1-1 con uno strepitoso BME.
Un’autentica battaglia tra due mostri del ring, che adesso prosegue fuori dal perimetro di gara a seguito di un volo suicida di Daniels. Tutto sembra pronto per l’Angel’s Wings ed invece il pluri IWGP WHC scardina la tecnica facendo precipitare la metà degli Addiction sul nudo parquet.
Tornati nel quadrato i capovolgimenti di fronte si susseguono ed inear falls abbondano, nessuno sembra prevalere sull’altro. Chi aveva la possibilità di esserci ( sia per i match già svolti che per questo )e non è venuto ha commesso un errore imperdonabile. La caduta finale è ad appannaggio di AJ Styles capace di prevalere prima azzerando le difese dell’eterno rivale con la Bloody Sunday e poi con la Styles Clash.

Voto 8,75 /9

I presenti sono in visibilio, grandissima prova per entrambi. Styles addirittura aveva un’infiammazione al nervo sciatico e stoicamente ha voluto presenziare ed esibirsi. Christopher Daniels prende il microfono ed afferma come Styles sia l’avversario che più di tutti lui ama sfidare e non si vergogna ad aver perso questa sera contro di lui. Anche AJ si accinge a parlare e lo fa ringraziando colui che per primo ha creduto in loro ossia il compianto ” American Dream ” Dusty Rhodes. Stretta di mano ed abbraccio fraterno. Che scontro, che intensità, che emozioni, un vero capolavoro!

12120038_1651190665156577_6880313763703335511_o

12141122_1651190981823212_8333942051987781143_o

12095229_1651191641823146_5983761567427233184_o

10697372_1651191718489805_8078605922483388011_o

12140865_1651191791823131_8917903475809686826_o

11013401_1651192028489774_6528894165555422169_o

12140853_1651191971823113_3837032485185232014_o

12113436_1651192045156439_3793378557564397674_o

12138358_1651192185156425_3903053846478390780_o

12087283_1651192578489719_9120256048770643857_o

12138485_1651192628489714_2069743134106829584_o

12109901_1651193408489636_3941324074834125886_o

12140990_10156124021010261_4541514529305281082_o

L’ultimo tassello della Card è per decretare il nuovo Campione della EPW. Un quadrangolare con all’interno tre americani di grande fama ed un’Atleta ( recatosi anche in Inghliterra nella All Star Wrestling ) che i tifosi tricolori conoscono ormai benissimo.

Fatal 4 Way per l’EPW Title: Red Devil vs Austin Aries vs MVP w/Axel Fury & Johnny Bono vs Eddie Edwards

MVP tenta in tutti i modi di portare dalla sua parte a turno i suoi avversari ed invece essi decidono di accanirsi all’unisono su di lui senza alcuna pietà e a nulla serve la fuga per riorganizzare le idee fuori dalle corde: Aries gli plana addosso con un preciso Crossbody. Devil, seppur spossato dal confronto iniziale, parte a spronbattuto contro Edwardas sfoggiando le sue tecniche accrobatiche mentre il TNA Tag Team Champion prova ad arginarlo con uno Shining Wizard.
MVP si libera di Edwards, aiutato da Fury e indirizza le sue attenzioni su Devil.
Le manovre si susseguono a ritmo vertiginoso: Tower of Doom ( inizialmente botchata ), Exploder Suplex, Diving Double Foot Stomp. Quello che sembra rimetterci più di tutti e proprio Red Devil.
L’azione si sposta ancora fuori ring e l’ideatore dell’Option C si getta a grandissima velocità su tutti quanti con un Suicide Dive. Tutti eccetto Devil che con un Asai Moonsault fa piazza pulità.
Red Devil trascina AA nel ring, connette con la Frog Splash…il Greatest Man Than Ever Lived si sposta all’ultimo secondo utile. Devil è stordito e A Double lo investe con il Corner Dropkick e lo finisce con la Braaaaaiiiiinbustaaaaah!!! Nessuno può interrompere lo schienamento decisivo e…e…WTF!? La campanella non suona. La Theme Song non parte. Tra gli spalti ci si guarda smarriti e confusi. Alla fine il TimeKeeper fa suonare il gong e la musica riecheggia nel Palazzetto.

Voto 7/ 7+ ( senza il finale anticlimatico 7,50 ). Quel finale… p0#$@ m@&0%%@ !!!

12140117_1651195921822718_4514535260827261659_o

12109844_1651196128489364_3120306017869051842_o

12138418_1651196791822631_2823572979467027728_o

12113553_1651196995155944_134962253540592725_o

12140157_1651197055155938_621103752954294588_o

10496165_1651197138489263_3871832647741928064_o

12140110_1651197245155919_2239919825612033277_o

Austin Aries è il nuovo Campione della EPW. MVP non ci sta e gli strappa di mano la Cintura. Aries è una furia ed inveisce sia contro l’ex che verso l’attuale GM Axel Fury per poi partire al loro inseguimento fino al Backstage.
La serata sembra concludersi in questo modo ed invece da dietro le quiente ricompare AJ Styles.
Sedutosi alla postazione di commento, The Phenomenal lancia una sfida ad Aries per la Corona EPW!

A causa dell’ora tarda non ho potuto usufruire dell’accredito stampa perciò mi accingo ad andar via con i miei compagni di viaggio. Non prima di aver salutato più gente possibile e senza tralasciare una breve chiacchierata con il Fighter MMA Masakatsu Imanari, che si sarebbe dovuto recare non molte ore dopo a Firenze per un altro Stage. Una persona davvero cordiale e disponibile.

Ecco il perchè vi ho fatto attendere prima di parlarvi degli attimi che hanno preceduto lo Show: adesso esporrò i lati negativi e quelli positivi di Total Honor, partendo anzi direttamente dall’arrivo presso la struttura adibita per l’Evento.

Bad Side of Indy Wrestling

La Città e la Location

Il Palazzetto dello Sport di Frosinone non è stata una scelta adatta. È vero: sono giunte persone da differenti parti della Penisola, tuttavia se fosse stata selezionata Roma come già accadde a Febbraio, forse la risposta del pubblico ( 500-600 persone c.a inferiori ai 700-800 c.a registrati la scorsa volta ) sarebbe potuta essere più incoraggiante.

Il Backstage Pass

Quaranta € per la Fila sono un prezzo giusto, ma 50€ per il Pass sono troppi. Le persone che li hanno acquistati hanno passato un’esperienza indimenticabile ( vorrei pure vedè…mezza piotta! ), spendendo in totale ben 90€, escludendo le eventuali spese legate ai mezzi di trasporto e agli alloggi. Il Vip Pass è stato annunciato a pochi giorni dallo Show, rendendo per molti l’acquisto difficoltoso o impossibile. Se fosse stato annunciato un mese prima, con un costo minore (20/25 € ) questa iniziativa già portata avanti in precedenza, avrebbe sicuramente richiamato l’attenzione in maniera maggiore e le vendite sarebbero state superiori.

Confusione alla biglietteria

Ci sono stati non pochi problemi per quanto concerne i Pass e gli accrediti stampa, sono sviste che possono capitare, ma sono punti su cui si dovrà lavorare in futuro.

Difficoltà nel trovare i posti e cospicuo ritardo

Come per ONO, non c’è stata abbastanza attenzione legata alle indicazioni sui posti a sedere ed anche stavolta non è stato subito chiaro in quale Settore si era stati ubicati.
Lo Spettacolo è iniziato con un’ora di ritardo. Questo ha fatto in modo che un po’ di spettatori, soprattuto provenienti da altre zone e con famiglie al seguito siano dovuti per forza di cose andare via.
Fornire più informazioni al personale per permettere una migliore comunicazione legata all’ubicazione dei posti e ridurre in maniera sensibile i minuti di attesa sono altri aspetti da migliorare.

Annuncio tardivo della Card e dei Wrestler

Le persone si recano agli Show soltanto se hanno la possibilità ( salvo particolarissimi casi ) di valutare la qualità di chi si andrà ad esibire. C’è voluto troppo tenpo per sapere tutti i partecipanti di Total Honor e gli abbinamenti relarivi. Il Telecronista Di Nicolantonio ha fatto capire come determinati Lottatori fossero già impegnati in altre Compagnie, che la certezza di avere determinati Wrestler non vi era definitiva perchè molti sono Stelle affermate con parecchie richieste di Booking. Motivazioni comprendibili, fino ad un certo punto.
Nei limiti del possibile, bisognerebbe dare a chi vorrà presenziare ad una prossima Kermesse targata EPW l’opportunità di vedere per tempo chi ci sarà o non ci sarà. In questa maniera aumenterebbero le probabilità di incrementare il proprio ” zoccolo duro “.

Caso Bambikiller ( non un problema vero e proprio,quanto un consiglio )

Nel Prison match di Roma Chris ” Bambikiller ” Raaber aveva messo in palio la sua Shot al Titolo EPW contro Emil Sitoci ed era uscito trionfante dal Teatro Tendastrisce con in tasca ancora l’occasione di sfidare il Campione.
Il PWE Champion non ha potuto essereci perchè aveva già un impegno con un’altra Promotion. Perchè non dirlo? Perchè non fargli registrare un video ove spiegava in modo vago i motivi e della sua assenza ed in cui metteva in guardia chiunque fosse stato il detentore del EPW Championship o qualcosa di simile ? Sarebbe stata un’idea carina e per nulla difficile da realizzare.

Problemi audio e le Theme Song

Le Musiche d’Ingresso sono un elemento importantissimo e a tratti fondamentale per rendere l’entrata di un Performer subito riconoscibile.
Austin Aries e Red Devil sono stati privati delle loro Theme Song, sostituite, mancanti della stessa carica e della stessa energia di quelle abituali. Le ragazze avevano delle canzoni troppo melense che non si sposavano alla perfezione con il Wrestling. Red Scorpion, MVP , Fury ed Edwards ( la Theme di Severe mi sfugge ) invece hanno mantenuto le loro musiche consuete.
A meno di discorsi di Copyright, le Theme dei Wrestler non andrebbero cambiate. A livello di audio invece vi sono stati degli errori nel 2 Out of 3 Falls quando per ben due volte è partita ” Demi Gods ” a caso. Anche durante i Promo non era facilissimo sentire quello che veniva detto.

Gli ospiti indesiderati

Prima i Cantanti scrausi di Maria ed ora lo Youtuber : il segmento in cui è stato coinvolto MikeShish…ShowSha è stato accolto con somma disapprovazione dai fan. Ok, ti piace il Wrestling, questo non significa che chiunque ami la Disciplina debba essere coinvolto in un Angle. ShowSha non ha trasmesso nulla, se doveva essere acclamato il risultato invece è stato opposto. Non era abbastanza preparato per svolgere il suo ruolo. Non ho nulla contro di lui come persona o come Youtuber, poteva in maniera molto semplice declinare l’offerta.

Il finale del ME

Un errore minimo può causare grandi problemi: il TimeKeeper non ha suonato la campanella , troncando così la vittoria di Aries ed il suo momento di gloria. È stato davvero un peccato concludere una bellissima serata in quel modo. Questi sono errori assolutamente da evitare.

Solo cose negative? Certo che no.

Good Side of Indy Wrestling

Il Roster

La EPW non ha badato a spese pur di avere a disposizione Wrestler di livello altissimo. La qualità ed il valore offerti a Total Honor sono stati maggiori rispetto allo Show in collaborazione con la TNA
e questo si è avvertito nella Card che è stata proposta, degna di un PPV.

Le transenne la Security

Altro punto a favore: elementi che sono serviti come deterrente per i ragazzini esagitati e ed hanno reso l’ambiente più sicuro

Il Ring Announcer

Nico Narciso, a parte un errore nel match al meglio delle 3 cadute ( dopo il BME ha dichiarato vincitore Styles ), si è ben comportato, adempiendo ai suoi compiti nel migliore dei modi.

Gli Arbitri

Ottimo lavoro da parte del ” Bonner ” Enrico Boneschi e di Filppo Malvezzi che hanno diretto i match in modo professionale e senza imprecisioni.

La messa in onda televisiva

Anche One Night Only andò in tv, questa volta però sono fiducioso che le riprese saranno di un’altra pasta e che il Prodotto finale sarà di un altro livello. Il Team di Commento sarà quello di sempre e con i giusti accorgimenti la messa in onda avrà un impatto positivo sui telespettatori non presenti quel giorno e sarà un’occasione per chi invece c’era per rivivere dei bei momenti.

Il pubblico

Sì non eravamo tantissimi, eppure ci siamo fatti sentire, con cori, urla, canti, fischi, applausi. ” This is Wresrling!, “You Tapped Out!”,” Non combatti mai! “, Please Come Back “, We Want Wrestling! ” You Sold Out! ” Fuck TNA! ” EPW! “,
” Holy Shit! e This is Awesome! ” ( ” Ho gli Sci! e Dis is Osso!” per i miscredenti o ” La Spiaggina! “), ecc… Grazie ad occasioni come queste ragazzi e ragazze che non hanno la possibilità di vedersi dal vivo s’incontrano, si riuniscono e si divertono, passando dei bellissimi momenti. A Total Honor dò un 7 / 7+

La EPW punta a realizzare 3 Spettacoli all’anno. Nel 2016, lavorando sul comparto organizzativo, sono certo che potrà
raggiungere ottimi livelli e portare a termine questo traguardo.

Ringrazio oltre ai nomi già citati anche Mario MJ Maggiolini ( Announcer Ufficiale della FCW ), i ragazzi di Turn Tweener, gli Esponenti della EWF, Andrea Tagliabue,” il Mostro ” Diego Piacentini, Riccardo Piccione, tutti i ragazzi della Sensualution ( gioia ed orrore al pensiero del video del PepsiPlunge ) e tutti quanti gli altri con cui mi sono trovato davvero bene.

Detto questo, Alex Kebab 92 vi saluta e da voi si accomiata.

Alessandro Tulelli

Sono un ragazzo romano di Roma ventitrentenne con la passione per il Wrestling, i Fumetti, le Serie TV, il Cinema, la Musica e...seguo tutto in modo caotico e senza una metodologia, in pratica alla cazzo di Kane. Sono abbastanza presuntuoso da ritenermi così capace di scrivere a proposito del nostro amato Sport Spettacolo e più recentemente di parlarne tramite Podcast. Ho iniziato seguendo la WWE, per poi interessarmi negli anni a diverse altre Realtà, italiane comprese. Se la vostra predilezione è imbattervi in analisi scevre da ironia e cazzeggio...magari potreste sempre ricredervi

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com