Giovani Leve #10: Intervista a Magic Degan

Sul ring non si lotta soltanto ma…molto spesso può capitare anche che si balli!

Bentornati sulle nostre pagine, lettori di We The Wrestling, con un nuovo appuntamento con “Giovani Leve”. Come avete potuto intuire quest’oggi abbiamo un ospite di eccezione tra noi. Lottatore e ballerino, l’erede naturale di Michael Jackson. Lui è Carmine Ammirati, noto ai fan ICW come Magic Degan!

WtW: Chi è Magic Degan?
MD: Salve a tutti!
Be’, molti lo definiscono l’erede naturale di Michael Jackson per il suo stile di ballo, ma Magic Degan è un ragazzo che ha un sogno e vuole realizzarlo.

WtW: Dove nasce la tua passione per il wrestling?
MD: La mia passione per il wrestling nasce precisamente nel 2004: accendendo la tv, ho visto che stavano trasmettendo wrestling, precisamente era Smackdown. Da lì rimasi affascinato da quella disciplina iniziai a seguirla costantemente.

WtW: Raccontaci i tuoi inizi e le persone che per te sono state fondamentali nella scelta definitiva di diventare un wrestler.
MD: La persona che mi è state più di aiuto nella mia scelta di diventare wrestler è stata mia madre, che mi ha sostenuto e mi sostiene ancora oggi; la devo ringraziare moltissimo per avermi aiutato tanto.

WtW: Perché tra tante federazioni credi che la ICW si distingua e sia considerata, a torto o ragione, la migliore in Italia?
MD: La ICW è una delle federazioni più importanti in Italia perché organizza show in ogni parte d’Italia e dà la possibilità a chi vuole imparare la disciplina di impararla grazie ai poli di wrestling che si trovano in ogni regione; per questo penso che sia una delle migliori in Italia.

WtW: Raccontaci tutto del tuo gimmick, dalla sua elaborazione all’impegno che ci metti per interpretarlo al meglio.
MD: La mia gimmick nasce così: in poche parole io, prima di intraprendere la carriera da wrestler, oltre che essere un grandissimo fan di Michael Jackson lo “imitavo” nel suo stile di ballo, era diventato proprio un lavoro per me. Poi ho cominciato ad allenarmi nel wrestling ed era arrivato il punto di scegliere una gimmick. Guarda, non ti nego che c’è n’è voluto per avere le idee chiare, ma poi mi sono accorto che ce l’avevo davanti e ho scelto quella di Magic Degan che mi rispecchia anche, per interpretarla io non ci metto nessun impegno, quello che ci metto e la passione.

WtW: Sei amico di Max Peach e tanti academy come Street Dog Jimmy: hai imparato qualcosa da qualcuno di loro? Chi credi sfonderà sul panorama del wrestling nostrano?
MD: Sì sì, sono amico di Max e anche di Jimmy e tanti altri del polo di Napoli come Vito Vesuvio e Tony Positano. Be’, io ho avuto la fortuna di allenarmi e crescere con loro quindi ognuno imparava qualcosa dall’altro, non ci mancavano i consigli che sono sempre importanti. Ci sono ottime giovani leve, sopratutto in questo periodo, ma una cosa che dico sempre è che se hai la passione puoi fare quello che vuoi.

WtW: Hai qualche aneddoto che valga la pena raccontare?
MD: No comment! Haha!

WtW: Quale esperienza credi ti abbia segnato e soprattutto, con un roster del genere, quali sarebbero i tuoi dream match?
MD: Il mio dream match sarebbe un Dancing Contest contro Andy Manero, come anche un Triple Threat Match Degan vs Manero vs Rafael: una sfida all’ultimo passo!

WtW: Piccolo gioco: sei a Wrestlemania, in un match della card. Contro chi lotti e soprattutto come sarebbe il tuo match ideale su una kermesse così importante?
MD: Sono a WrestleMania! Be’, sceglierei di fare un match contro il mio idolo, quindi Undertaker, e imposterei il match come l’ultimo match di Undertaker e l’inizio della carriera in una grande federazione per me; lo farei un po’ in stile Shawn Michael vs Ric Flair con tanto di finale epico ed emozionante perché ci sarà un fine di una grande leggenda vivente e di un inizio di una giovane promessa.

WtW: Tanti ignoranti definiscono il Wrestling violento: come la vedi su questo punto?
MD: : Di persone che dicono che il wrestling è uno sport violento ne ho conosciute poche, ma a quei pochi ho sempre risposto che come ogni sport ha i suoi pro e i suoi contro

WtW: Cosa rispondi a chi invece dice che è finto e che i lottatori sono solo “attori”?
MD: Be’, che dovete sapere che dietro al wrestling c’è un allenamento fisico come per ogni altro sport, e oltre che fisico è anche mentale; noi non siamo, come dicono, ATTORI: noi siamo ATLETI, che è ben diverso da attori.

WtW: Quali credi siano le soluzioni per garantire una visione corretta di questo sport spettacolo?
MD: Come hai detto proprio tu è uno sport spettacolo che deve intrattenere coloro che lo guardano, ma attenzione a non definirlo finto perché come ti ho detto prima e uno sport che ha i suoi rischi.

WtW: Qual è il futuro di Degan? Dove ti immagini o dove sogni di stare, facciamo tra 5 anni?
MD: Spero che il futuro di Degan sia di andare avanti con questo sport e di farsi valere anche all’estero, poi… chi è che non sogna di stare in WWE? Non ti nego che quello è il mio obiettivo principale, quello che da piccolo ho sempre sognato e desiderato.

WtW: 5 ragioni per cui consiglieresti ad un appassionato di fare wrestling.
MD: Be’, anziché 5 ragioni voglio dire una frase a chi vorrebbe fare wrestling: “Chi ama il wrestling si limita a guardarlo ma chi è pazzo per il wrestling lo pratica”, quindi se hai una vera passione e non riesci a farne ameno… che aspetti? Icriviti subito al polo di wrestling più vicino!

WtW: Vuoi fare un saluto ai lettori?
MD: Un grande saluto a chi ha letto questa intervista, spero che vi sia piaciuta; sopratutto un grazie a voi per avermi intervistato. Ora vi passo Magic Degan che vi saluterà a modo suo.
“AAAAAAAUUUUUUUUUUUU”

Un grazie a Magic Degan per la simpatia e la disponibilità. A lui va il nostro più grande in bocca al lupo.

A cura di Gennaro Donnarumma & Marco Piva-Dittrich

 

Gennaro Donnarumma

Non c'è niente da dire, niente da vedere.. Ok, comune ragazzo di ventunenne con la passione per il Wrestling, dal 2003, credo.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com