Holy Sh*t #57 – Lo strapotere dei pesi leggeri

Titolone atipico, stranissimo, bizzarro.
Quanti aggettivi potrebbero descrivere il titolo dell’odierna edizione dell’Holy Sh*t. Tra questi, non possiamo non includere “vero”. Un titolo vero, perché è, per l’appunto, vero: i Cruiserweight stanno prendendo per mano la WWE e la stanno accompagnando a WrestleMania 34 in punta di piedi.
Oggi parleremo di quanto sia migliorata la situazione a 205 Live da quando il brand viola dispone di un General Manager.

Drake Maverick, ai più noto come Rockstar Spud per il suo passato in Impact Wrestling, ex TNA, è il General Manager di 205 Live da circa tre settimane, da quando Daniel Bryan lo ha nominato tale. Dato il licenziamento di Enzo Amore e la conseguente perdita del titolo della divisione da parte di questi, il nuovo GM ha indetto un torneo in stile Cruiserweight Classic che durerà per tutta la Road to WrestleMania, concludendosi proprio in quel di ‘Mania, dove verrà incoronato il nuovo campione dei pesi leggeri. Inutile dirlo: mai scelta fu più azzeccata.
Drake Maverick in tempo zero è riuscito a risultare come il GM migliore attualmente a Stamford, dal momento che Kurt Angle non è che stia facendo chissà che cosa, Daniel Bryan debba subire la tirannia di Shane McMahon, capace di rovinare una buona faida come quella tra Kevin Owens e Sami Zayn contro AJ Styles, aggiungendoci a caso due midcarder, e William Regal sia sulla stessa linea di Angle. Direi che parlano i fatti: le ultime puntate di 205 Live sono state fantastiche, e non solo per lo spettacolo che c’è stato.

 

Di fatto, non è da tutti permettersi di far lottare gente come Tyler Bate, Mark Andrews e Roderick Strong nel proprio show, tutti lottatori che oltre NXT non hanno mai lottato in WWE e che con il torneo volto ad incoronare un nuovo campione, non possono che beneficiarne. E lo si è visto, con Bate che è stato eliminato da TJP solo dopo una grande prestazione e con Strong e Mandrews che hanno passato il turno battendo rispettivamente Hideo Itami e Akira Tozawa.

Non siamo neanche a metà torneo eppure appare rosea la situazione di 205 Live da qui a tre mesi, ora che lo show sta concentrandosi prepotentemente sul lottato, riesumando dai ricordi ciò che fu il Cruiserweight Classic, ossia un torneo del tutto nuovo per una compagnia come la WWE e che ha contribuito a rendere il 2016 un buonissimo anno per la federazione e per il wrestling in generale.
Tra l’altro, fa molto riflettere il fatto che ciò sia scaturito dopo il licenziamento di Enzo Amore, per molti la mela marcia dello show viola, seppur io non trovassi così negativo il suo ruolo nella divisione. Tuttavia, non sarebbe stato di sicuro l’ultimo wrestler a cui avrei rinunciato, per cui anche io penso di accodarmi a coloro che pensano che, senza Enzo, la situazione di 205 sia migliorata. E non per niente, è proprio vero, lo ripeto.

Questo torneo farà bene alla compagnia e soprattutto farà bene a 205 Live, nonostante l’assenza dell’uomo più atteso, e non è Rey Mysyerio: sto infatti parlando di Neville, per ora “bloccato”, fermo da quando ha perso la cintura dopo un regno da campione fantastico. Per come la vedo io, se davvero tengono al loro vero fuoriclasse, probabilmente l’unico in quel roster ad essere fenomenale nel ring e al microfono, se lo stanno solo risparmiando per ripartire da zero. Se Neville resterà in WWE, sono sicuro che tornerà nel RAW post WrestleMania per sfidare il nuovo campione, con lo scopo di tornare ad essere il King of the Cruiserweights.

E, siccome lo abbiamo nominato, non possiamo non parlare di Rey Mysterio. Probabilmente il peso leggero più importante nella storia della WWE, Rey è tornato nel Royal Rumble Match per far capire a tutti che è ancora in formissima. A marzo lotterà in NJPW contro Jushin Thunder Liger, per cui un suo ritorno non è previsto per il momento. Ciononostante, sono più che sicuro che le porte siano sempre aperte per un wrestler come lui, e non mi sorprenderei di vederlo ritornare nel primo RAW dopo SummerSlam, come fecero tre anni fa i Dudley Boyz, con Bubba Ray che erà già riapparso sugli schermi in occasione del Royal Rumble Match dello stesso anno. Ovviamente, sarei disposto ad accettare un ritorno di Rey solo in caso egli venga inserito nella divisione dei pesi leggeri, che ora più che mai, vista la sua forma fisica, è la dimensione che più gli compete, anche perché non penso abbia più molto da dire e da dare tra i pesi massimi, dove è meglio lasciare spazio ai giovani. Con Mysterio nel brand viola, quest’ultimo acquisirebbe tutta l’attenzione di cui necessita. Chiaramente, sarebbe brutto vedere Rey dominare, per cui preferirei vederlo là, in mezzo a quei ragazzi, solo come mentore, adatto a far crescere i giovani talenti e disposto a perdere spesso per incoraggiare la crescita dei nuovi volti. Sarebbe quasi un paradosso se tutto questo si avverasse davvero, ma mi piace pensare che ci sia qualche possibilità.

È tutto per oggi. 205 Live appare lo show cardine all’orizzonte. Speriamo non rovinino tutto.
Passo e chiudo.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com