Holy Sh*t #60 – Anatomia di un fuoriclasse

Lucas Eatwell (Isle of Sheppey, 24 luglio 1987) è un wrestler inglese che lotta in diversi circuiti indipendenti.

Considerato da molti uno dei migliori wrestler al mondo, Eatwell è un ex NWA United Kingdom Junior Heavyweight Champion, avendo militato nella NWA-UK Hammerlock fin dall’età di 14 anni, sotto la guida di Jon Ryan e Andre Baker. Il suo stile di lotta comprende molte prese e combinazioni e il suo stile ricorda molto il puroresu. Nel corso della sua carriera Sabre ha affrontato numerosi wrestler divenuti famosi anche in WWE come Bryan Danielson, Prince Devitt, El Generico, Go Shiozaki e Martin Stone.

 

In una parola: fuoriclasse.

 

Perché ho iniziato in questo modo tanto originale l’Holy Sh*t del giorno, copia/incollando la descrizione iniziale di Zack Sabre Jr. dalla sua pagina italiana di Wikipedia? Perché un wrestler simile è degno di un introduzione così, da enciclopedia. Del resto, se il Technical Wizard, già ora all’età di 30 anni non ha scritto la storia di una parte del wrestling, poco ci manca. Il suo nome è di fatto destinato ad entrare negli almanacchi della disciplina, perché, parliamoci chiaro: allo stato attuale delle cose, Zack Sabre Jr. è tra i primi dieci wrestler al mondo a livello lottato. E non solo!

 

Perché dovete sapere che da quando è entrato, con sorpresa generale, nel Suzuki-gun di Minoru Suzuki, in NJPW, Sabre Jr. ha avuto una notevole crescita anche a livello narrativo, col suo personaggio che ha finalmente assunto carattere. Non è più il ragazzino pelle e ossa tanto magrolino quanto letale con le sue prese di sottomissione, bensì il più grande figlio di puttana della storia recente dell’Inghilterra wrestlinghiana. Pochi come lui, in questo momento, riescono a risultare odiosi e heel, seppur non faccia chissà quale lavorone a livello parlato o altro. Addirittura, sono i suoi compagni a parlare per lui, data la sua scarsa conoscenza della lingua giapponese. Lui si limita a provocare dolore fisico ai migliori lottatori del mondo, come abbiamo visto nella New Japan Cup del 2018, torneo che rimarrà nella storia per ciò che è stato raccontato, vale a dire l’avvicendamento di un ragazzetto simile, buono al massimo per lottare tra i pesi leggeri, alla vittoria del secondo trofeo più importante in NJPW per i pesi massimi, dopo aver superato ostacoli enormi, portanti il nome di Tetsuya Naito, Kota Ibushi, SANADA e, infine, Hiroshi Tanahashi, il sempreverde Ace della federazione, che nuovamente si è piegato al cospetto del campione massimo EVOLVE e RPW (tutto insieme, tra l’altro).
Just tap out.

 

Domani, nel giorno di Pasqua, Zack Sabre Jr. non scarterà uova. A Sakura Genesis, egli combatterà per la cintura di campione mondiale dei pesi massimi IWGP contro l’imbattibile Kazuchika Okada, regnante da quasi due anni e ormai dichiarato invalicabile. Sembra una sfida impossibile per il nostro inglese preferito, eppure lui non ha paura. Due anni fa, ad Invasion Attack 2016, l’impensabile accadde: Tetsuya Naito, anche lui vincitore della New Japan Cup di quell’anno, riuscì a sconfiggere Kazuchika Okada, conquistando il suo primo (e finora unico) IWGP Heavyweight Championship. Due anni dopo, la storia può ripetersi. Zack Sabre Jr. ha la possibilità di annientare l’uomo più duro a morire del pianeta Terra, più di Brock Lesnar! Domani potremmo assistere ad un nuovo capitolo di storia di questo sport.

 

Certo, c’è da dire che l’Okada che perse il titolo due anni fa era molto diverso dalla simil-divinità che è in questo momento. Aveva battuto Hiroshi Tanahashi a Wrestle Kingdom 10 ma ancora non aveva fatto i conti con lo Stardust Genius, che incredibilente riuscì a fregarlo, anche grazie all’aiuto del debuttante SANADA. Ironia della sorte, quest’anno Zack Sabre Jr. ha già battuto il Cold Skull, eliminandolo nella semifinale della New Japan Cup, dopo aver sottomesso il leader dei Los Ingobernables de Japón negli ottavi di finale. Dunque, arriva al match di domani con alle spalle due vittorie importanti contro due uomini che costarono tanto caro al Rainmaker ad Invasion Attack 2016. Che basti questo per fermare l’interminabile regno di campione del volto della federazione numero uno in Giappone? La risposta ci verrà data domani intorno alle 13 italiane, all’incirca. Mentre noi staremo per sederci a tavola per il pranzo pasquale, uno tra Kazuchika Okada e Zack Sabre Jr. starà festeggiando con la cintura di campione del mondo. Vinca il migliore.

 

Nel frattempo, indipendentemente dal risultato di domani, il Technical Wizard è già riuscito a entrare nella storia della NJPW. È infatti il primo inglese a vincere la New Japan Cup ed il primo gaijin a farlo dal 2006. Direi possa anche bastare per un wrestler del suo calibro, tanto poco minaccioso a guardarlo quanto assassino con le sue stesse mani e gambe. Se non fosse che ZSJ non è mai contento. È questa l’anatomia di un fuoriclasse.
Domani ce la metterà tutta per privare della cintura Kazuchika Okada. Se sarà un fallimento, chinerà la testa e continuerà ad allenarsi duramente, verso la prossima conquista. Se sarà una vittoria, potrà affermare di aver trovato l’IWGP Heavyweight Championship dentro l’uovo di Pasqua.
Okada, Sabre, il mondo vi guarda.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com