Holy Sh*t #80 – Vale davvero la pena di Kenny Omega in WWE?

Il quesito che mi pongo oggi, con colpevole ritardo di una settimana ma in fortunata prossimità della Royal Rumble, è questo: vale davvero la pena di avere Kenny Omega in WWE? La mia risposta, è…

Premettendo che Kenny Omega è al momento il wrestler più di tutti in vista nel panorama extra WWE in tutto il mondo, non credo serva specificare quanto gioverebbe alla federazione di Stamford la sua assunzione. C’è però un ma: a differenza dell’AJ Styles di tre anni fa, Kenny Omega si presenta alla Royal Rumble come un wrestler che non è mai stato protagonista in pianta stabile in una federazione americana, fattore da non sottovalutare. Il canadese è universalmente noto anche per la sua bravura al microfono e per il suo essere un entertainer di tutto rispetto, ma siamo sicuri possa convincere anche nei confini della WWE? Io non ne sono certo. La WWE non è la NJPW, né la Ring of Honor o la TNA. Lì i promo contano relativamente, mentre a Stamford possono arrivare veramente a valere tanto. Guadate The Miz, che evoluzione ha avuto il suo personaggio e quanta importanza ha acquisito dal suo promo a Talking Smack nel 2016. Per questo, io credo che la gestione di The Cleaner da questo punto di vista possa essere molto complicata: il suo è un personaggio non semplice, anzi. Cadere nel banale o semplicemente nel trash potrebbe essere un rischio costante, ed è per questo che voglio scongiurare ciò preferendo altrove l’ex campione del mondo IWGP.

Per non parlare, poi, del suo stile di lotta. Troppo frenetico, troppo improvviso e troppo ambizioso, l’attitude in ring del canadese è esagerata per gli standard WWE. Per fare un buon incontro, Omega ha bisogno di un wrestler che lo segua in tutto e per tutto, che regga i suoi ritmi e che sappia rispondere a modo alle sue mosse. In WWE la qualità non manca di certo, è vero, ma è pure vero che di rado abbiamo visto Seth Rollins, per fare un nome, lottare con qualcuno che abbia la stessa frenesia di Kenny Omega a Stamford. Perciò suppongo che The Cleaner possa venire ampiamente limitato in WWE, quantomeno nel modo di lottare, siccome ha uno stile troppo esigente e le mosse che esegue sono quasi tutte al limite. Del resto, anche AJ Styles aveva un moveset molto particolare, tuttavia diverse mosse continua a farle; ciononostante, è doveroso sottolineare come Styles avesse già abbandonato da anni quel tipo di lottato, adagiandosi su ritmi più calmi.

Infine, perché proprio desiderarlo in WWE? Perché volere Kenny Omega in WWE con così tanto ardore? Pensiamo a quanto appeal perderebbe senza i suoi compari a Stamford, pensiamo a quante buone chance verrebbero sprecate per storyline con l’Elite e i nuovi membri del roster dell’AEW, dove meglio vedrei Omega e della quale parleremo meglio tra qualche tempo. Kenny Omega è un wrestler troppo speciale per essere limitato in una sola federazione, è un lottatore troppo grande per rinchiudersi già adesso a Stamford. Uno come lui potrebbe farlo solo se sicuro della vicina fine della sua carriera. Per cui, io aspetterei ancora un paio d’anni prima dell’ultimo grande salto.

Quindi, vale davvero la pena di Kenny Omega in WWE? Vale davvero la pena non gustarci più i suoi match ad alta intensità, i suoi promo e le sue scorribande nelle indy solo per vederlo ogni settimana a RAW o SmackDown? La risposta è no.

Appuntamento fra due settimane e buona Royal Rumble.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com