ICW: Fear & Loathing Weekend

Abitualmente mi sarei messo alla tastiera e avrei inizato a scrivere su di uno show, attraversando tutti gli aspetti tecnici e di intrattenimento per poi dare un giudizio finale…ma le cose cambiano e l’essere umano ha e deve avere uno spirito di adattabilitá tale da poter correggere il tiro come e quando vuole…e cosí sará, perché EMG il weekend scorso era a Glasgow per vivere due giorni di Wrestling, avete capito bene, due giorni di wrestling: France 98 e Fear & Loathing X.

Quello che seguirá é una storia, raccontata attraverso ció che i miei occhi hanno visto, che ha anche come finalitá quella di essere utile per coloro che, magari un giorno saranno interessati a vivere la splendida esperienza che lo scrivente ha vissuto…

Andiamo con ordine


COME ORGANIZZARE IL VIAGGIO

Glasgow é una cittá lontana dalla nostra Italia, il problema é che io non vivo in Italia…per cui dovrete trovarvi la combinazione di volo migliore per poter arrivare alla cittadina scozzese. Nel mio caso era un volo diretto da Madrid Barajas a Glasgow Paisley (ricordatevi che dovrete passare una dogana old Style, per cui…non arrivate all’ultimo momento). Una volta atterrati dovrete raggiungere il vostro nuovo letto che vi ospiterá per un paio di giorni. Come arrivarci? Semplice, o con il Taxi (l’importo per il centro cittá si aggirerá intorno alle 22/25 sterline) o con un autobus (il n.500) che trovate proprio fuori il terminal e che vi costerá 8 sterline.

Una volta arrivati in cittá…dovete iniziare a muovervi…metro…autobus…taxi…o camminando e trovare la vostra sistemazione.

Ovvio che se siete andati a Glasgow per vedere la ICW avrete bisogno dei biglietti degli show che potete tranquillamente acquiastare online attraverso ticketmaster(UK).

In conclusione con una spesa all’incirca di 250-300 € (aereo, alloggiamento e biglietti) dovreste riuscire ad organizzare tutto…poi aggiungeteci gli extra, che sono strettamente personali e legati alle esigenze di ciascuno di noi.


FRANCE 98

Lo show che precedeva Fear & Loathing si teneva al Garage di Glasgow (casa della ICW) il sabato pomeriggio. Mi ero dimenticato di dirvi che EMG nella cittá scozzese ha un caro amico che chiamerá Ishii (per nascondere la sua identitá…so che lui capirá) che gli ha dato dritte importanti tipo:

EMG le porte aprono alle 17.30 devi essere al Garage almeno 2 ore prima perché i veri fan ICW saranno giá li per prendersi le posti migliori

PS: L’entrata è sotto quella motrice che sbuca dalla casa.

Tra me e me pensavo….ma sei pazzo? ci sono 2 gradi…fa un freddo alluciante e a 40 anni devo farmi 2 ore di coda per vedere uno show. Ovviamente visto la fiducia che ho verso Ishii…sono arrivato piú o meno una ora e mezza in anticipo e sapete cosa ho visto…un coda. Un fiume di persone che in ordine…sorridenti…che cantavano e parlavano a voce alta sul marciapiede…coda che con il passare del tempo continuava a crescere. In quel momento ho iniziato ad immaginare cosa sarebbe potuto succedere in quel locale.

Dimenticavo un dettaglio importante…nel viaggio non ero solo, ma ero accompagnato da mio cugino, un quarantenne vergine del wrestling che aveva accettato la mia offerta: Seguimi non ti pentirai!

Una decina di minuti dopo l’orario previsto eccosi aprire le porte…la gente inizia ad entrare, i buttafuori perquisiscono minuziosamente…si sale in una scala ed si entra…si entra in quello che subito si capisce essere un tempio…un tempio dove si respira wrestling nella sua massima espressione.

Mi trovo catapultato a bordo ring, circondato da persone che inizieranno e che smetteranno di cantare e urlare solo a fine show. Quello a cui assisto é sbalorditivo…uno spettacolo unico per chi ama il wrestling, mi sembra di respirare la mia amata atmosfera della ECW…un sogno che tutti gli amanti del wrestling dovrebbero vivere e poter raccontare. Nell’arena succede di tutto promo…incontri…momenti comedy…pop paurosi…debutti a sorpresa (il momento dell’arrivo di RVD non mi si riesce a cancellare dalla mente)…il tutto costruito e preparato nel dettaglio a tal punto che anche una persona che non segue la federazione é in grado di capire senza nessun problema, quali siano le storyline e ció a cui potremo assistere il giorno successivo durante Fear & Loating X. Perché dico questo, semplice perché alla fine dello show, mi giro verso mio cugino, vedo la sua espressione estasiata ed iniziamo a parlare di wrestling come due addetti ai lavori. Ma non solo, a fine show noi due, Ishii, e due interpreti della disciplina (di una disponibilitá e simpatia pazzesca), ci sediamo al tavolo di un ristorante asiatico e continuiamo a parlare di wrestling…discussione che continua in un pub frequentato da lottatori e tifosi…

Quello che voglio dire é che semplicemente in un quella strada…in quel momento…solo una parola vale come “lasciapassare” e quella parola, come potrete immaginare, é ICW (ok ci sono anche molti Fucking…gli scozzesi lo usano ovunque).


FEAR & LOATHING X

L’evento era ospitato dalla splendida SSE Hydro Arena di Glasgow, che si trovava a soli 10 minuti di cammino dal mio Hotel

L’ingresso lo potete vedere sotto la scritta e vi assicuro che domenica pomeriggio alle 18:00 era pieno di gente in coda sotto l’acqua che non vedeva l’ora che le porte venissero aperte…ebbene si apriranno verso le 18:20 e lo show inizierà alle 19:07 (se non ricordo male)…EMG ancora in prima fila…o quasi.

Lo show: è stato bello ed emozionante anche se devo essere sincero, la ICW avrebbe, a mio avviso, avrebbe bisogno di una struttura differente per ospitare eventi come questi con così tante persone…avrebbe bisogno di una struttra più “Garage”.

  • #1 Contenders’ Ladder Match: Bram def. Kid Fite, Aaron Echo, Jody Fleisch, DCT, Joe Hendry, Ravie Davie  (3 / 5)
  • ICW Tag Team Title Match: Polo Promotions (Jackie Polo & Mark Coffey) def. The Marauders (Mike Bird & Wild Boar) [c]  (1,8 / 5)
  • Kenny Williams def. Rey Mysterio  (1,5 / 5)
  • King of Insanity Deathmatch: Stevie Boy def. Chris Renfrew, Jimmy Havoc, Mikey Whiplash  (4,5 / 5)
  • ICW Women’s Title Cage Match: Kasey def. Kay Lee Ray [c],Viper  (3,3 / 5)
  • Elimination Three Way Match: Lionheart def. Zack Gibson, Rob Van Dam  (2,8 / 5)
  • Kinky Party (Jack Jester & Sha Samuels) def. The Kings of Catch (Lewis Girvan & Aspen Faith)  (2,3 / 5)
  • Champion vs Champion Title Unification match: ZeroG Champion BT Gunn def. World Heavyweight Champion Joe Coffey  (3,8 / 5)

Scendendo un po nel dettaglio ed a voler essere cinici, gli unici due incontri che non hanno mantenuto le aspettative sono stati L’ICW Tag Team Match e l’incontro tra il K.Williams e lo svogliato Rey Mysterio. Tutto il resto è stato divertente ed ha avuto il suo picco più alto nel King of Insanity.

I Deatmatch sono incontri estremamente complicati, perchè se da lato spettacolare normalmente divertono, da lato della storia raccontata in ring sono soliti essere carenti. Stevie Boy, Renfrew, Havoc e Whiplash hanno costruito una contesa con i fiocchi che ha raccontato una storia ben precisa, iniziata durante la firma del contratto a Francia 98. Il lottatore con la faccia dipinta era stato chiaro in quell’occasione…chiunque uscisse vincitore da questo incontro…sarebbe stato disposto ad annichilire gli altri protagonisti…cosa che è realmente accaduta. Insomma un istant classic del 2017 che va visto e rivisto in tutte le sue sfumature e va apprezzato per il grande sforzo profuso dai 4 atleti che non si sono risparmiati…mai. Permettemi poi di fare complimento alla “nostra” Jokey, perfetta nel suo essere accompagnate di Whiplash e altrettanto perfetta nel breve, seppur violentissimo, angle con Renfrew durante il match (EMG ha un video privato del T-Virus – Double underhook piledriver – Impressionante, che rende ancora meglio l’idea della capacità dei wrestler di saper eseguire e vendere le mosse).

Il Main event è stato bello e sensato nonstante le varie intromissioni esterne. Nash ha fatto la sua parte senza troppo incidere (cosa di cui avevo paura) mentre i lottatori hanno dato vita ad una contesa senza sbavature e molto solida nelle esecuzioni. Cosa succederà ora lo vederemo nelle prossime puntate di Fight Club, tenendo in conto che Bram, uscito vittorioso da un discreto ladder match diventa una mina vagante all’interno del roster. A proposito di Bram, non lo avevo mai visto lottare dal vivo e sono rimasto piacevolmente impressionato, non solo dal suo stile e dalla sua presenza in ring ma anche dal suo essere intrattenitore…è un lottatore che ho sempre apprezzato, l’effetto “live” ha confermato le mie sensazioni.

Altro incontro degno di nota è stato lo steel cage per il titolo femminile. Vi potrà sembrare strano, ma nelle prestazioni di Kay Lee Ray e Viper, ho iniziato a vedere quelle malizie ed accorgimenti “internazionali” che derivano, senza ombra di dubbio dalle loro esperienze in America e Giappone che le due hanno vissuto negli ultimi periodi della loro carriera. E tra le litiganti, ovviamente, vince la Kasey, che si dimostra una buona atleta, ancora lontana dalle altre ragazze, ma con ampi margini di miglioramento.

Infine gli ospiti: Kevin Nash…ha fatto quello che doveva fare…un promo…un intervento in ring e pochi danni. Rey Mysterio è stato sottotono e svogliato, forse ha ragione “Ishii” quando mi dice che lui in questo momento non può dare di più, però la sensazione è stata quella del “vengo, faccio il mio compitino e me ne vado”. Discorso differente, invece, per Rob Van Dam, totalmente calato nella parte, sia durante la splendida apparizione a sopresa durante France 98, sia durante Fear & Loathing. Piuttosto in forma, reattivo e sopratutto voglioso di divertire. Per un discepolo quarantenne come me della ECW…una manna dal cielo


Potrei rimanere qui a scrivere per ore, perchè le cose da dire e raccontare sarebbero tante, che un solo articolo non sarebbe in grado di contenere. Per cui è giunto il momento di salutarvi e tirare le somme di quanto visto. Non mi dilungherò molto, voglio solo che sappiate una cosa, per chi ama il wrestling, questo week end deve essere prima o poi soddisfatto…chi ama il wrestling non può nella sua vita non provare a godersi dal vivo questi due giorni…e non lo dico io, ma lo dicono gli occhi di mio cugino, persona che non fa parte di questo mondo. Glasgow trasuda voglia di Wrestling, il Garage trasuda degli sforzi di questi ragazzi pronti a tutto per divertire…la SSE Hydro rappresenta un traguardo per questa ambiziosa compagnia, ma non deve essere un punto di arrivo.

Tornerò preso Ishii a salutarti ed a parlare di Wrestling, da oggi la ICW ha due nuovi Fan Boy pronti ad urlare senza respiro: ICW ICW ICW

EMG OUT!!!