Impact Zone #149 The Surprise

Benvenuti a una nuova puntata di Impact Zone, in questa puntata  di Impact Wrestling ci sarà la possibile resa dei conti tra i LAX e gli OGz, Pentagon Jr e Fenix affronteranno i The Cult of Lee, Kongo Kong sfiderà Brian Cage, ma non solo… Vediamo nello specifico cosa è successo….

Tag Team match nell’opener

Un incontro posto come opener ma che ha avuto la qualità di un main event, si sono sfidati un tag importante come quello dei Lucha Brothers formato da Pentagon Jr e Fenix, mentre i loro sfidanti erano i Cult of Lee, cioè Trevor Lee e Caleb Konley. All’inizio credevo che potesse essere una vittoria facile per i due messicani, però i due avversari sono stati molto bravi a metterli in difficoltà e mettere anche in mostra degli spot molto interessanti. Fino alla fine dell’incontro c’e stata una parità assoluta, se fossimo stati nella boxe sarebbe finita pari a mio avviso, ma Pentagon Jr ha trovato la mossa vincente riuscendo a rompere l’equilibrio e a portare alla vittoria il suo team.

Lax, finale vincente

Che dire, in un incontro del genere dove il duo dei Lax ha affrontato un tag team locale ha faticato decisamente più del dovuto a portare a casa una vittoria convincente. I due canadesi che erano loro avversari, sono stati decisamente sopra le mie aspettative e devo dire che non sarebbero male come parte fissa del roster di Impact, non era semplice fronteggiare gli ex campioni di coppia del roster e seppur fossero al debutto hanno fatto vedere delle belle cose. La parte migliore è stata sicuramente il post match dove i Lax e gli  OGz hanno avuto un bel confronto, ma stranamente si sono fermati al verbale. La loro faida è molto interessante e credo che sarà uno dei match migliori di Bound for Glory.

Brian Cage, striscia positiva di vittorie

Credevo che venisse fuori uno squash match o qualcosa del genere, ma Kongo Kong mi ha sorpreso molto positivamente e ha fatto forse il suo miglior match da quando è a Impact, è stato deciso e con una grinta di quelle con cui non lo avevo mai visto. Inoltre ha fatto anche diverse mosse tecniche che a mio avviso non erano nelle sue corde, ma si merita solo applausi. Brian Cage invece è stato come al solito una certezza, un wrestler che molto difficilmente sbaglia un incontro. La sua vittoria è stata meritata per quanto ho visto e credo che si confermi ad un altissimo livello.

Main event senza vincitore, un No Contest che spiazza tutti

Eccoci arrivati al main event dello show, Fallah Bahh ha avuto la sua grandissima occasione di carriera contro Austin Aries, dove l’ Impact World Championship di quest’ultimo era in palio. Lo sfidante ha messo in grande difficoltà il campione anche grazie alla sua notevole “stazza” ma ha fatto vedere delle cose importanti che dimostrano dei chiari segni di grande crescita come wrestler. Aries invece ha fatto il minimo indispensabile fino all’arrivo dei suoi due “scagnozzi” Killer Cross e Moose. Hanno messo fuori gioco arbitro e KM senza ritegno, alla fine non c’e stato un vero vincitore di questo incontro, ma in questo modo il trio del campione ha dimostrato di poter spadroneggiare a mani basse in questo momento.

In conclusione…

(3,5 / 5)

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com