Impact Zone #154 The Aries’s Debacle

Benvenuti a una nuova puntata di Impact Zone, la prima dopo Bound for Glory e il controverso fnale del main event con la tante polemiche rivolte da Austin Aries. In questa puntata settimanale di Impact Wrestling Katarina ha affrontato Taya Valkyrie, Trevor Lee ha sfidato Ethan Page, Killer Kross ha affrontato Tommy Dreamer, Alisha Edwards ha affrontato Allie e infine, nel main event, Brian Cage ha messo in palio il suo X Division Championship contro Rich Swann. Vediamo nello specifico cosa è successo…

Una piccola personale esternazione

Non sono una persona a cui piace iniziare delle rubriche con personali commenti o esternazioni, ma oggi mi sento in dovere di farle. L’argomento è decisamente discusso e delicato, Austin Aries. Molti hanno ipotizzato che quello sfogo finale a Bound for Glory poteva essere anche una parte attiva della storyline tra lui e Johnny Impact, ma a quanto pare e come si è ben visto durante la diretta dell ppv, non è stato niente di ciò. Una mossa finale di Impact non venduta, si è rialzato subito dopo lo schienamento decisivo e ha attaccato verbalmente (superando tutti  i limiti concessi) sia uno dei due commentatori, Don Callis, e anche i fan uscendo nella sua furia. Austin non ti sei comportato per niente da professionista, le polemiche ci possono stare ma nelle giuste stanze e nei giusti luoghi, non davanti ai fan e in modo così chiaro.

Il nuovo campione

La prima uscita ufficiale per Johnny Impact come World Champion, un bel promo dove ha confermato subito le sue grandi abilità al microfono. Ha trovato subito un valevole avversario, niente meno che il messicano Fenix, diciamo non proprio l’ultimo arrivato nel mondo del pro wrestling  e nel roster di Impact. Vedremo se riuscirà a confermarsi campione nella prossima settimana, ma personalmente da uno come Johnny mi aspetto un grande regno, un qualcosa che possa far scordare quello fatto da Austin Aries.

Serie vincente per Taya

Taya Valkyrie è una delle punti di forza delle Knockouts del roster di Impact, forse una delle più importanti wrestler al mondo. Katarina in questo match ha però sfigurato e ha dimostrato di aver una buonissima tecnica, forse leggermente grezza ma in generale una prova molto piacevole la sua. Taya dopo aver subito inizialmente ha ripreso in mano la situazione e riportando verso di lei il controllo dell’incontro. La vittoria è stata la sua e devo dire decisamente meritata. La faida con Tessa Blanchard, la campionessa attuale, è stata portata ben avanti alla fine del match, credo che possa venire fuori un grande match tra di loro.

Ethan Page, conferme e riconferme

Trevor Lee aveva bisogno disperato di una vittoria per far rialzare il suo livello nel roster anche a livello di singolo. L’avere di fronte proprio Ethan Page poteva essere un ottimo modo per dimostrare il suo talento e il valore che può dare. Però dopo un incontro sostanzialmente equilibrato Page ha preso in mano il match ed è arrivato ad una buona vittoria che lo conferma in forte crescita tra  i nomi del roster. Trevor Lee invece non deve demordere e per ritrovare quella lucidità che anche in coppia nei “Cult of Lee”  ha bisogno di una stabilità tale che lo possa aiutare. Il talento non gli manca certamente a Lee.

Tommy Dreamer, l’esperienza non è tutto

Uno dei maggiori esponenti della “vecchia” ECW, un wrestler che conosce il mondo dell’hardcore come le sue tasche. Tommy Dreamer in questa puntata poteva far vedere a tutti di che pasta era ed è ancora fatto, non ha decisamente demeritato contro Killer Kross. Lasua prova è stata buona dato che alla fine l’incontro si è di fatto rivelato un handicap match, essendo Moose spesso nel vivo dell’azione per aiutare il suo assistito. La furia di Kross è stata fermata solo dall’arbitro che ha decretato la sua vittoria.

Il ritorno di Allie

Quello tra Alisha Edwards ed Allie è stato a mio avviso un incontro fin troppo lento e con pochi spunti di manovre di alto livello. Le tecniche di sottomissione sono state le principali “star” del match, ne sono fioccate ad ogni azione. Allie nel finale però ha avuto un colpo di orgoglio ed è stata brava a smuovere le acque per valorizzare il tutto verso la sua posizione. Con la sua improvvisa Code Breaker è andata al pin vincente, meritando in parte questa vittoria. Mi aspetto decisamente di più da lei, può fare molto di più.

X Division Championship on the line

L’unico match titolato in tutta la puntata (menomale questo vecchio vizio è stato superato), nel main event Brian Cage ha dovuto difendere il suo X Division Championship contro Rich Swann. E’ risultato senza se e ma il miglior match della puntata, intenso e con delle belle mosse. Rich Swann ha provato a mettere in difficoltà il campione e in parte ci è anche riuscito, ma Cage è stato bravo ad uscire da ogni situazione più difficile. La sua vittoria e quindi anche la difesa titolata è stata coerente per quanto visto sul ring dall’inizio alla fine. L’arrivo a fine match degli oVe ha resto il tutto ancora più interessante, potrebbe venire fuori qualcosa di molto interessante tra Sami Callihan e Brian Cage.

In conclusione…

(3,8 / 5)

Lorenzo Fanti

Un fan da sempre della WWE, seguo la compagnia da quando era su Mediaset con Rey, Chris Benoit, Kurt Angle, JBL, Booker T e tanti altri. Inoltre seguo con grande passione Impact Wrestling, una compagnia spesso sottovalutata ma che fa ottimi show. Poi ho interesse anche nelle Indy europee. Non disdegno di seguire anche tutte le altre federazioni, ognuna può dare qualcosa alla passione della gente.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com