Impact Zone #163 It’s time for Homecoming

Benvenuti a una nuova puntata di Impact Zone. Questa puntata settimanale di Impact Wrestling  torna in onda dopo due settimane di stop per i best of 2018 della compagnia ed è stata l’ultima prima di Homecoming che si terrà questa domenica e che seguiremo live per voi. Scusatemi fin da subito se sarò più breve del solito, ma l’internet offerto dall’albergo qui in Ungheria non è il massimo….Vediamo nello specifico cosa è successo…

Willie Mack, un inizio di anno ideale

Un opener dove il team formato da Willie Mack, Rich Swann e i The Rascalz ha affrontato e sconfitto niente meno che Ethan Page, Matt Sydal e gli OvE, un risultato decisamente a sorpresa dato che il team sconfitto aveva tantissimi nomi importanti al suo interno. Come incontro è stato piacevole e con un buon minutaggio per essere un opener, mi sarei aspettato per esso più una middle card ma così non è stato. Trovo che i mattatori del match siano stati però Mack e Matt Sydal che hanno fatto la differenza per i loro team. Mi aspetto molto in questo 2019 da parte loro e soprattutto da Rich Swann che può diventare uno dei migliori se continua con questo passo.

Fallah Bahh e KM, un tag sempre in crescita

Che dire, all’inizio della loro unione in un solo tag non avrei mai pensato che potessero migliorare così tanto, invece Fallah Bahh e KM sono diventati due wrestler complementari l’uno con l’altro che fanno dei buonissimi match. La gimmick è ideale per loro e anche in questa puntata hanno dimostrato un potenziale molto buono, diciamo che potrebbero piano piano inserirsi nella lotta titolata per le cinture di coppia. I loro avversari erano la Desi Hit Squad che ha fatto molto bene fino alla fine del 2018, mi è piaciuto molto come incontro e non hanno mai avuto problemi a essere un passo davanti alla coppia indiana e guidata dalla leggenda del loro paese. Voglio continuare a vederli su questi livelli e chissà cosa può succedere….

Match tutto al femminile

Un incontro tra due delle Knockouts preferite tra tutto il roster, per me è stato molto bello a livello tecnico seppur non abbia avuto un minutaggio tanto alto. Allie e Kiera Hogan si sono affrontate a viso aperto e senza remure. Diciamo che è stato uno dei migliori match dello show, almeno secondo il mio parere e piacere personale. Giustissima la vittoria di Allie che serve per darle un po’ di risalto in più prima del ppv di domenica e sopratutto per iniziare al meglio l’anno. Kiera Hogan avrà modo di mettersi in mostra, le qualità non le mancano.

Killer Kross, una vittoria facile facile

Posso dire che a mio avviso è stato fin troppo veloce questo match per Killer Kross, si può definire quasi uno squash match. Trevor Lee, come annunciato da pochi giorni ormai fuori da Impact Wrestling, ha perso in malo modo il suo ultimo match nella federazione e non ha fatto niente per evitare questa sconfitta. Kross, invece è stato dominante e non ha mai messo in dubbio questa facile vittoria. Sta crescendo molto e seppur è da poco nel mondo del wrestling ha fatto vedere tanto da quando è a Impact. Anche da lui mi aspetto molto per questo 2019.

Main event a coppie

Un ottimo main event per questa ultima puntata prima di Homecoming, Johnny Impact e Brian Cage hanno fatto coppia sfidando i Lucha Bros. E’ stato un incontro decisamente ottimo e bello da seguire. Fino alla fine c’e stata una notevole parità di mosse e nessuno ha predominato sul team opposto. Il finale ha visto Fenix e Pentagon Jr portare a casa una bella vittoria. Dopo il termine Impact e Cage hanno finito la loro alleanza temporanea e la rissa era il minimo che potesse accadere tra di loro. Mi aspetto molto dal match titolato a Homecoming, vedremo se le mie aspettative saranno rispettate.

In Conclusione….

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

Lorenzo Fanti

Un fan da sempre della WWE, seguo la compagnia da quando era su Mediaset con Rey, Chris Benoit, Kurt Angle, JBL, Booker T e tanti altri. Inoltre seguo con grande passione Impact Wrestling, una compagnia spesso sottovalutata ma che fa ottimi show. Poi ho interesse anche nelle Indy europee. Non disdegno di seguire anche tutte le altre federazioni, ognuna può dare qualcosa alla passione della gente.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com