Impact Zone #176 Impact Tag Team Championship on the line

Benvenuti a una nuova puntata di Impact Zone. In questo show settimanale di Impact Wrestling Scarlett Bordeaux & Fallah Bahh hanno sfidato la Desi Hit Squad (Rohit Raju & Raj Singh), Moose ha sfidato Dezmond Xavier, Madman Fulton ha affrontato Tommy Dreamer, Taya Valkyrie ha sfidato Madison Rayne in un non title match, i Lucha Bros nel main event hanno messo in palio i loto Impact Tag Team Championship contro Eddie Edwards e Eli Drake. Vediamo nello specifico cosa è successo…

Scarlett Bordeaux & Fallah Bahh, una coppia vincente

Un opener interessante per questa puntata, Scarlett Bordeaux ha trovato finalmente un tag team patner di livello e la sua ricerca si può dire assolutamente conclusa a piena voti. Fallah Bahh è ciò che serviva a Scarlett e inisieme come tag per fare un grande risultato. Bello come incontro sia come intensità che come mosse eseguite da entrambi i team. I Desi Hit Squad hanno come al solito fatto una bella figura, sono da sempre secondo il mio modesto parere un tag veramente interessante e in continua crescita. Meritata pienamente la vittoria di Scarlett Bordeaux e Fallah Bahh per quanto ho visto. Non mi dispiacerebbe vedere il titolo di coppia in mano a loro seppur siano un tag misto.

Dezmond Xavier, una grande vittoria

Un match in teoria, almeno inizialmente, con un vincitore già scritto ma alla fine non è andata così e Dezmond Xavier ha sorpreso tutti. Moose ha fatto valere la sua potenza fin dall’inizio dello stesso, ma Dez con la sua agilità e imprevedibilità è stato bravo a reagire a ogni sua mossa con scaltrezza. Moose è arrivato anche vicino alla vittoria finale, ma l’interferenza posta da Trey Miguel e Zachary Wentz lo ha distratto in maniera decisiva e Dez ne ha approfittato per arrivare alla vittoria. Mi piace il modo in cui hanno perdere Moose, cioè per interferenza e questa cosa potrebbe far aprire a grandi linee un interessante faida tra di loro, ne potrebbe uscire molto bene come cosa.

Fulton, un percorso ottimale

Un match veramente importante per uno dei wrestler che più mi ha sorpreso dal suo debutto, Madman Fulton. Il suo avversario è stato niente meno che che un vero esperto della categoria hardcore, la leggenda della ECW Tommy Dreamer. Sami Callihan ha fatto da manager a Fulton ma le sue interferenze sono state decisive a fine match. Come incontro mi è piaciuto particolarmente anche se spesso apprezzo più i match tecnici e non di potenza mera e pura. Fulton nel finale ha connesso con la sua finisher e ha portato a casa una grandissima vittoria, meritata e auspicabile. Tommy Dreamer non esce per niente ridimensionato dall’incontro.

Knockouts Championship not on the line


Un incontro dove il titolo di Taya Valkyrie non era in palio e c’e da dire che è andata molto bene alla campionessa. Taya ha subito fin da subito senza quasi reagire e di fatto ha provato a lasciare il ring per perdere per count out, ma è tornata ugualmente sul ring e dopo aver ripreso il match in mano è stata fregata da un rapido Roll-Up di Madison Rayne che ha sopreso Taya e ha portato alla vittoria la stessa Rayne. Credo che questo sia l’inizio ideale per questa nuova faida e a Rebellion credo che avremo un match tra di loro, sono molto curioso di vedere se questa cosa si avvererà o meno.

Impact Tag Team Championship in palio nel main event

I Lucha Bros hanno messo in palio nel main event dello show i loro Tag Team Championship contro Eddie Edwards e Eli Drake. Come incontro è stato il “Match of the Show” a mio avviso per quanto ho visto e credo che come intensità sia stato veramente interessante e piacevole da seguire. L’interferenza dei LAX a bordo ring stava per diventare fatale per i due messicani, ma dopo un momento di sbandamento hanno ripreso in mano il loro incontro e dopo aver evitato un colpo di Kendo da parte di Eli Drake, la Spike Piledriver ha dato la vittoria ai Lucha Bros confermandoli così come campioni di coppia del roster.

In conclusione…

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

Lorenzo Fanti

Un fan da sempre della WWE, seguo la compagnia da quando era su Mediaset con Rey, Chris Benoit, Kurt Angle, JBL, Booker T e tanti altri. Inoltre seguo con grande passione Impact Wrestling, una compagnia spesso sottovalutata ma che fa ottimi show. Poi ho interesse anche nelle Indy europee. Non disdegno di seguire anche tutte le altre federazioni, ognuna può dare qualcosa alla passione della gente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com