Impact Zone #181: ECW’s originals are back again

Benvenuti a una nuova puntata di Impact Zone. In questo show settimanale di Impact Wrestling abbiamo avuto questi match:

  • Sami Callihan vs Fallah Bahh
  • Knockouts Championship Match: Taya Valkyrie (c) vs Madison Rayne
  • Impact Tag Team Championship Match: Lax (c) vs The North
  • Glenn Gilberti vs Ashley Vox
  • Rohit Raju vs Petey Williams vs Ace Austin vs Dez

Vediamo nello specifico cosa è successo…

Una prova convincente per Bahh

Un opener della puntata che forse poteva sembrarmi almeno all’inizio un po’ a senso unico vedendo i partecipanti allo stesso, Fallah Bahh e Sami Callihan. Invece mi sono dovuto ricredere e oltre alla buonissima prova messa sul ring da Callihan, anche Bahh ha fatto un ottimo match, secondo me il migliore da quando è a Impact per intensità e mosse eseguite. Inoltre il livello dell’avversario era molto alto quindi gli devo fare i miei complimenti. Con Scarlett Bordeaux sembra aver trovato una giusta compagna a bordo ring. Gli oVe hanno provato a dare manforte al loro membro impiegato nel match, ma non hanno dato nessun aiuto se non prendere qualche mazzuolata da Bahh. Però Sami alla fine ha approfittato di un piccolo errore di Fallah e ha chiuso il match con lo schienamento decisivo. Una vittoria meritata per lui, ma comunque resta la grande prova di Fallah Bahh, denota un grandissimo miglioramento personale.

Knockouts Championship on the line

Il primo match titolato dello show, Taya Valkyrie ha messo in palio il suo Knockouts Championship contro Madison Rayne. Come incontro non è stato molto interessante per le mosse eseguite, ma soprattutto a livello psicologico tra le due, una campionessa che tenta di evitare l’avversaria e la sfidante che ha provato in ogni modo a vincere il match. A livello pratico Madison ha messo in grande difficoltà la campionessa nella prima parte dello stesso, poi Taya ha ripreso in mano il tutto e dopo qualche interessante mossa è arrivata alla vittoria e quindi anche difesa titolata. Per me la cosa più importante è avvenuta nel post match, Rosemary ha fatto il suo arrivo dal backstage (ovviamente sempre con Su Yung come trofeo di guerra) e molto probabilmente è iniziata la faida che la porterà ad essere la nuova #1 contender al titolo di Taya. Potrebbe essere veramente un bel match tra di loro, ne sono certo.

The North, una grande occasione titolata

Che dire, Josh Alexander e Ethan Page nelle ultime settimane hanno fatto vedere delle importanti cose da quando sono in coppia e formano i The North, un tag team decisamente ben assortito e sul quale mi sono sempre espresso a grande favore. Questa puntata hanno avuto una grandissima occasione per conquistare i titoli di coppia del roster contro i Lax. Come al solito i messicani hanno usato tutta la loro tecnica per provare a dominare fin da subito ma il duo formato da Alexander e Page ha messo in grande difficoltà i campioni. Sono andati molto vicini alla vittoria anche se alla fine a spuntarla sono stati ancora i messicani dei Lax, ma resta la buonissima prova degli sfidanti. Mi sarebbe piaciuto vederli con quelle cinture alla vita, ma avranno certamente altre occasioni se continuano con questo passo.

Intergender Match

Una nuova open challenge per Glenn Gilberti, questi match sono diventati ormai un classico per lui. A questo giro ha risposto la giovane wrestler Ashley Vox che già abbiamo visto lottare nella Battle Royal dove ha vinto lo stesso ex Disco Inferno nella WWE. L’incontro è stato un dominio totale per Glenn che ha messo in chiaro come stavano le cose, sembrava vicino alla vittoria fino a quando non ha fatto la sua apparizione l’ancora incazzata Tessa Blanchard che ha fatto scattare il no contest finale. Tessa ancora non ha buttato giù quello che ha fatto Gilberti nella Battle Royal e credo che possa essere una giusta causa per arrivare a un bel match finale tra di loro, potrebbe venire fuori qualcosa di molto interessante.

Pesi leggeri in azione

Quattro contendenti per questo match, Rohit Raju, Petey Williams, Ace Austin e Dez sul ring. Quando vedo un match della X Division è sempre un piacere poter osservare tutta la loro tecnica, la loro rapidità e le mosse spettacolari che riescono a mettere insieme per far uscire un ottimo match, sembra quasi come vedere un match di 205 Live della WWE per fare un rapido paragone. Il livello dell’incontro è stata importante, forse uno tra i migliori al quale ho assistito negli ultimi mesi. Anche Raju è stato molto bravo nonostante fosse il più outsider sul ring almeno per me. Alla fine la vittoria è stata conquistata da Dez che ha portato a casa una grande vittoria.

Main event di grande esperienza, RVD vs Tommy Dreamer

Un main event da sogno per una puntata settimanale, non è da tutti avere sul ring la leggenda dell’ hardcore Tommy Dreamer e uno come Rob Van Dam che ha vinto tutto quello che poteva nella WWE, Impact e non solo. I due si sono mostrati fin da subito un grande rispetto reciproco e questo era inevitabile. Seppur l’incontro non sia durato effettivamente più di un quarto d’ora è bastato per arrivare a un risultato per me e per i miei personali gusti veramente spettacolare. L’uso della sedia da parte di entrambi è stato ideale, un bel dropkick con la sedia da parte di RVD, mentre Dreamer non ha niente da imparare sull’uso degli oggetti proibiti sul ring, un maestro in carica. La velocità del match come mi aspettavo non è stata come quella dei pesi leggeri ma questa cosa si è compensata con la loro fama e la loro bravura sul ring. La vittoria finale è finita nelle mani di RVD con la sua Five Star Frog Splash. Post Match i The North hanno attaccato entrambi e Moose è arrivato a dargli manforte, ma l’arrivo di un altro maestro dell’hardcore come Sabu ha messo in pari le cose. Un finale perfetto vederli tutti e tre sul ring insieme. Mi piacerebbe vedere un match con loro tre a lottare insieme.

In conclusione…

4 out of 5 stars (4 / 5)

Lorenzo Fanti

Un fan da sempre della WWE, seguo la compagnia da quando era su Mediaset con Rey, Chris Benoit, Kurt Angle, JBL, Booker T e tanti altri. Inoltre seguo con grande passione Impact Wrestling, una compagnia spesso sottovalutata ma che fa ottimi show. Poi ho interesse anche nelle Indy europee. Non disdegno di seguire anche tutte le altre federazioni, ognuna può dare qualcosa alla passione della gente.

Un pensiero riguardo “Impact Zone #181: ECW’s originals are back again

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com