Benvenuti a questa nuova puntata di Impact Zone, scusate se nella scorsa settimana non è uscita la rubrica ma un volo per la Scozia mi aspettava in prima mattinata quindi e le vacanze sono sempre meritate. Anche oggi, stamani, vi scrivo dalla Scozia ma ho voluto tornare a scrivere per voi lettori dato che in mattinata il tempo non manca. In questa puntata settimanale di Impact Wrestling abbiamo avuto questa card:

  • Jessicka Havok vs. Su Yung
  • Moose vs. Fallah Bahh
  • TJP vs. Golden Magic
  • Madman Fulton (w/ Dave Crist) vs. Rob Van Dam
  • Titles versus Careers Match: The North (c) vs LAX

Vediamo nello specifico cosa è successo…

Su Yung, una vittoria del tutto inaspettata

Io in questo opener mi sarei aspettato una vittoria, ovviamente non facile, per colei che sta dominando con la sua brutalità e la sua potenza la divisione femminile del roster, Jessika Havok. Speravo ugualmente di vedere un ottimo match, un qualcosa di importante da parte di Su Yung, ma le mie aspettative se devo essere sincero sono state del tutto appagate anzi mi hanno sorpreso dato che prima Su ha messo in grande difficoltà Jessika poi è riuscita anche a portare a casa una grande e meritata vittoria. La rissa poi è continuata anche dopo la chiusura effettiva del match. Ma che posso sperare da cosa ho visto? Su Yung merita di tornare ai massimi vertici della divisione delle Knockouts e nessuno gli può togliere questo diritto. Ha tutto per stare lì.

Serie di vittorie

Moose contro Fallah Bahh, un incontro che se gestito bene a grandi linee poteva essere un qualcosa di interessante e piacevole. Devo dire che seppur non sia durato tantissimo a me personalmente è piaciuto come match e Moose ha dimostrato come mai dal suo arrivo a Impact Wrestling è sempre stato considerato uno dei migliori. Fallah Bahh si è ben difeso e ha confermato i notevoli progressi che ha fatto vedere nell’ultimo periodo. E’ veramente arrivato a un passo dalla vittoria contro l’ex ROH, ma quest’ultimo ha trovato un colpo di reni fondamentale. Poi la spear di Moose è stata la goccia che ha portato verso di se la vittoria.

Tecnica e spettacolo

Un match TJP e il messicano Golden Magic, da me non del tutto conosciuto ma sentito nominare parecchie volte, poteva essere la ciliegina sulla torta della puntata, due wrestler molto tecnici e decisamente spettacolari nelle mosse che sanno e eseguono ogni incontro nella federazione e non solo. L’intensità è stata massima tra di loro, un alchimia sul ring quasi perfetta per i miei personali gusti nel wrestling, mosse importanti, piene di tecnica per entrambi e se devo essere sincero non c’e mai stato un attimo di pausa. Magic e TJP avrebbero potuto uscire come vincitori a mani basse, ma come sappiamo in questo genere di match il vincitore può essere uno solo e TJP è riuscito a far cedere il messicano grazie alla GTS prima poi una presa alle gambe risultata fondamentale. Una gran bella vittoria per lui. Come voto per me è inferiore di poco al main event.

Il suo nome è Rob Van Dam

Una sfida molto complicata per Rob Van Dam, uno dei migliori wrestler di sempre della TNA, si è trovato di fronte uno che si può considerare “mostruoso” per la sua potenza e la sua forza, Madman Fulton. Tecnica contro potenza, un po’ da sempre il match che può dare a mio avviso più sorprese. Molto bravi entrambi a tenere il ring, a stare al passo con l’altro e ciò ha reso il tutto molto più fluido e di un livello superiore. RVD ha tenuto decisamente testa a Fulton ed è arrivato a un passo dalla vittoria pulita dato che era pronto per saltare dalla terza corda per la sua Frog Splash, ma sono improvvisamente intervenuti i fratelli Crist che hanno attaccato il veterano e gli hanno così dato la vittoria per squalifica. Dopo il suono della campanella a bordo ring però Rob ha ripreso in mano la situazione e ha connesso con la Five Star Frog Splash su Jake rendendo così merito al lavoro svolto fino al momento della squalifica sul ring. Una doppia vittoria per lui.

Titles versus Careers Match

La degna e meritata conclusione di una grande carriera a Impact Wrestling per i messicani dei LAX, che ormai avevano anche già debuttato nella All Elite Wrestling anche se il loro futuro è del tutto indeciso. Un Careers vs Title Match dove a sfidarli sono stati i The North, i campioni di coppia del roster. Un match veramente bello e importante per i miei personali canoni. Due tag team molto forti che stanno facendo vedere cose bellissime sul ring con le loro mosse e non solo. La fine scontata dello stesso era la sconfitta dei Lax così da decretare ufficialmente il loro addio alla federazione il linea con una storyline di livello. Per i The North invece continua la cavalcata del tutto spettacolare di questa onda di miglioramento e successo. Che dire per concludere il tutto? Grazie di tutto Lax, una stable che ha fatto molto per la federazione e posso ricordare solamente per delle cose belle e le vittorie sul ring. Buona fortuna per il vostro futuro nel pro wrestling che sia la AEW o la WWE.

In conclusione…

4 out of 5 stars (4 / 5)