Benvenuti a questa nuova puntata di Impact Zone. L’ultima puntata prima di Bound for Glory che si terrà questa domenica. In questa puntata settimanale di Impact Wrestling abbiamo avuto questa card:

  • Michael Elgin vs Fallah Bahh
  • Non-Title Match: Jake Crist vs Chris Bey
  • Rich Swann vs Josh Alexander vs Rhino
  • X-Division Ladder Match Qualifier: Sabu vs. Rohit Raju
  • Battle Royal

Vediamo nello specifico cosa è successo…

Michael Elgin è pronto per Marufuji

Un ottimo opener per questa puntata, Michael Elgin contro un sempre più sorprendente Fallah Bahh che nonostante i suoi evidenti limiti sul ring dimostra un miglioramento costante e riesce a unire la spensieratezza del suo stile di lotta con delle buone mosse. Elgin ha dimostrato una forma importante per il ppv di questa domenica e anche se ha subito abbastanza da Bahh, rischiando quasi di perdere, nel finale è stato bravo però a evitare il Banzai Drop di Bahh e quindi ha connesso subito con la sua Powerbomb arrivando alla vittoria finale, una bella vittoria generale per lui. Nel post math TJP ha provato a attaccarlo arrivando dal backstage, ma anche per lui non c’e stata storia e ha subito la stessa mossa che ha steso anche Fallah Bahh. Elgin ha dimostrato di essere in una splendida forma per affrontare la leggenda giapponese Naomichi Marufuji a Bound for Glory.

Chris Bey, un futuro luminoso

In questo incontro dove il titolo di Jake Crist non era in palio, il suo avversario è stato un wrestler in rampa di lancio come il 23enne americano Chris Bey che nel corso dell’anno ha debuttato anche nella ROH e nella WWE nel roster di 205 Live. Un ragazzo che sembra sia un predestinato per arrivare in una grande federazione o in una major di alto livello come può essere considerata anche Impact. Come incontro in se è stato piacevole, Bey ha confermato tutto il suo importante potenziale mettendo in seria difficoltà il campione, ma alla fine l’esperienza maggiore di Jake ha prevalso ed è stato in grado di portare a casa una buona vittoria, un match che se dovessi votare per me prenderebbe un bel sette. Questo ragazzo, Chris Bey, che ha un ottimo passato nelle Indy ha dimostrato di poter valere un roster come Impact, spero che la federazione ne prenda atto e lo metta sotto contratto. Per Crist invece a Bound for Glory si prospetta una difficile posizione, avrà contro di se e il suo titolo ben cinque avversari.

Triple Threat Match

Un match che di per se non mi ha totalmente soddisfatto, le mie aspettative erano molto più alte dato che sul ring c’era l’esperienza di Rhyno, la rapidità (o meglio imprevidibilità) di Rich Swann e la grande tecnica di Josh Alexander. Un Triple Threat che poteva essere gestito meglio sul ring, ma alla fine ho trovato che la costruzione dello stesso sia stata relativa al match per i titoli di coppia che si terrà a Bound for Glory. Alla fine a spuntarla è stato Swann con il suo “450”. Questa sua vittoria mette ancora più pepe per il match del ppv. Adesso dire chi ne uscirà vincitore è veramente complicato, ogni risultato è possibile.

Non un solo qualificato ma ben due

Sabu ha avuto la grande occasione in questa puntata, la leggenda hardcore della ECW ha affrontato il membro della Desi Hit Squad Rohit Raju in un match di qualificazione per l’X Division Ladder Match di Bound for Glory. Il suo è come al solito un graditissimo ritorno a Impact, avrà sempre qualche anno in più ma la spregiudicatezza e l’intemperanza nelle mosse estreme non gli manca mai e ne fa ancora del suo marchio di fabbrica, una vera e propria leggenda. Raju ha lottato molto bene e ha tenuto testa al suo avversario. Il finale ha visto Sabu volare dalla terza corda per connettere con un Leg Drop su Raju posto all’esterno su un tavolo in legno. Il Double Count Out ha chiuso il match in equilibro senza un vincitore, ma per questo entrambi si sono inseriti nel match per l’X Division Championship.

Battle Royal per l’ultimo ingresso nel Gauntlet Match

La battle Royal è stato scelto come main event della puntata, uomini e donne sul ring pronti a prendere parte al ppv come ultimo ingresso (il ventesimo) nel Gauntlet Match. Wrestler del calibro di Jordynne Grace, Mahabali Shera, Eddie Edwards, Havok, Kiera Hogan, Cousin Jake e tanti altri si sono dati battaglia per assicurarsi questo premio finale. L’intensità non è stato il massimo detergente dell’incontro ma ho trovati ottimi spunti nello stesso. Mi sarei aspettato una scontata vittoria di Eddie, ma alla fine sono rimasto sorpreso positivamente dal voler far uscire vincitore un outsider come Mahabali Shera, una scelta importante che concede al wrestler un buon push per il prossimo futuro.

In Conclusione…

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)