Inside CWC #2 – Tutto secondo i piani –

…Tutto secondo i piani, vincono i migliori o se volete i piú blasonati e lo fanno soffrendo. Il WWE Cruiserweight Classic continua il suo percorso in modo molto lineare e sulla falsa riga della prima puntata, forte anche dell’annuncio di Stephanie McMahon durante Raw…negli show settimanali tornerá questa categoria…con chi é ancora da vedere visto il roster dello show rosso, peró giá il solo fatto di poter rivedere, forse, questa cintura in palio, lascia sul palato un dolce sapore di passato.

A livello mediatico la prima puntata delle CWC é piaciuta, anche se é piuttosto evidente che stiano procedendo con il freno a mano tirato in questi primi turni. Il discorso é molto semplice tra i partecipanti a questo torneo, come in tutti i tornei, ci sono persone piú capaci di altre ed alcuni fenomeni…come in tutti i tornei…i favoriti utilizzano i primi turni per prendere confidenza…per scaldarsi…per prepararsi alle vere battaglie ed anche in questo caso sta succedendo la stessa cosa. Gli incontri, si, sono combattuti, peró si notano certe differenze tra lottatori navigati, esperti e con un certo background alle spalle e lottatori freschi che si dimostrano ancora spigolosi ed acerbi nella gestione dei match e di alcune situazioni di interazione con il pubblico e con lo stesso rivale…Cosa totalmente normale…

 

Focalizziamoci su alcuni punti

  • IL COMMENTO: Lo dicevo giá la settimana scorsa…Ranallo e Bryan sono una pace per l’udito. Il loro commento si sposa perfettamente con quanto si vede in ring, come un bicchiere di Lambrusco con due fette di prosciutto…lo esalta. I due si completano a meraviglia e riescono nell’intento di far credere, che, quello che stiamo vedendo sia veramente qualcosa di unico ed imperdible. Non parliamo, poi, del lato tecnico, dove, la chiamata delle varie manovre é puntuale ed esaltante e dove, le urla che accomapagnano gli spot piú “innovativi” elevano quanto si vede alla esaltazione. Insomma un team di commento di assoluto livello.
  • SORPRESA: Mustafa Ali…una bella sorpresa…un prospetto interessante che messo in un contesto adeguato potrebbe crescere e ottenere grandi soddisfazioni. Sul quadrato il ragazzo c’è, ovviamente con vari angoli da smussare, bisognerá verificare se al microfono avrá la stessa qualitá dimostrata in ring
  • CONFERME: I 4 veterani…(Tajiri, Lince Dorada, PJ Perkins e Tozawa) sono stati ovviamente un gradino sopra agli avversari e lo si é visto senza se e senza ma. Perkins è un purosangue del lottato, Tozawa é un personaggio unico dalla personalitá strabordante, Tajiri vive giusamente del suo nome e Lince Dorada é un usato sicuro che difficilmente tradisce.
  • RICHIESTA: Le CWC sono incentrate sul lottato, come é giusto che sia, peró spero che, dai prossimi turni, si possa inizare a sentire i lottatori parlare anche “live”…piú che altro per vedere se fanno parte di quel gruppo di persone chiamto “il pacchetto completo”.

 

Vediamo cosa é successo in ring

Tajiri (Altezza: 1,75 – Peso: 85 Kg  – Provenienza: Japan – Stile: Striker, Technical)

Damian Slater (Altezza: 1,80 – Peso: 87 Kg  – Provenienza: Australia – Stile: Technical, striking, submission)

Tajiri def. Damian Slater @ 5:30 via  (1,5 / 5)

 

TJ Perkins (Altezza: 1,77 – Peso: 75 Kg  – Provenienza: Filippine – Stile: Technical, high-flying, striking, submission)

Da Mack (Altezza: 1,80 – Peso: 72 Kg  – Provenienza: Germania – Stile: High-flying, technical)

TJ Perkins def. Da Mack @ 6:40 via submission  (2,5 / 5)

 

Lince Dorado (Altezza: 1,70 – Peso: 76 Kg  – Provenienza: Porto Rico – Stile: High-flying, technical)

Mustafa Ali (Altezza: 1,77 – Peso: 82 Kg  – Provenienza: Pakistan – Stile: Technical, high-flying)

Lince Dorado defeated Mustafa Ali @ 6:05 via pin  (2,8 / 5)

 

Akira Tozawa (Altezza: 1,70 – Peso: 70 Kg  – Provenienza: Giappone – Stile: Technical, high-flying, striking, entertainer)

Kenneth Johnson (Altezza: 1,80 – Peso: 70 Kg  – Provenienza: Stati Uniti – Stile: High-flying)

Akira Tozawa defeated Kenneth Johnson @ 9:45 via pin  (2 / 5)

 

Curiositá sugli sconfitti

Damian Slater: Famoso per il suo Inverted Michinoku Driver, si autodefinisce The World-Beater.

Da Mack: É stato allenato da Cesaro and Axel Dieter Sr.

Mustafa Ali: Veterano della categorie cruiser…ha girato tutto il mondo

Kenneth Johnson: nella sua carriera ha calpestato il ring della ROH

 

Commenti Finali:

Le puntate della CWC passano rapidamente, perché divertenti e differenti rispetto a ció che si é abituati a vedere nel panorama WWE. Ovvio che questi primi turni, come dicevo prima, non siano veri indicatori della reale qualitá del torneo. Peró, per ora va bene cosí…le aspettative sono tante, non solo da parte dei tifosi WWE, ma anche da parte da tutto il web indy abituato a questa tipologia di lottato…il tempo ci permetterá di capire come questa esperienza potrá lasciare il suo segno. Per il monento le giudico un’esperienza positiva. La visibilitá concessa é tanta ed occasioni del genere, per ragazzi del genere, prima non sarebbe mai stata possibile. Ovvio che quando si parla di WWE, dietro a discorsi filosofici e romantici, deve esserci sempre un ritorno economico…peró é altrettanto

(2,5 / 5)