Inside CWC #3 – Esordi Importanti –

Penultima giornata, prima di iniziare a fare veramente sul serio…penultima giornana che aveva in serbo parecchie cartucce “esplosive”. C’era molta attesa…era il giorno del ritorno di Brian Kendrick…era il giorno di Tony Nese, ma era soprattutto il giorno di Zack Sabre Jr…Per chi non lo conoscesse uno dei lottatori piú amati da parte della “tribú” dei tifosi indipendenti.

Devo essere sincero, non é molto semplice scrivere su questa serie…passatemi il termine, perché fondamentalmente non succede nulla se non lotta…lotta…ed ancora lotta. Attenzione: per EMG questo è un bene, perché il quadrato é il posto migliore dove raccontare storie ancor di piú che un microfono. Bisogna peró essere onesti con il fatto che questo torneo, seppur carino e molto interessante, tuttavia é ancora in fase embrionale. Gli incontri sono scontati…il risultato non viene mai messo in dubbio. Un paio di falsi finali, non posso incidere positivamente su di un qualcosa giá scritto…giá marchiato con il fuoco sulla pelle del tifoso. Per cui in questi casi chi scrive si trova sempre nella difficoltá di trovare qualcosa di interessante che possa attirare l’attenzione e far rimanere il lettore attaccato allo schermo del suo…(usate lo strumento che volete) senza chiudere l’articolo prima della fine.

EMG cosa potrebbe attirare la gente…cosa potrebbe farli incazzare? Ne parleró dopo…prima vediamo i risultati:

  • Zack Sabre Jr. def. Tyson Dux @ 8:45 via submission (2,8 / 5)
  • Drew Gulak def. Harv Sihra @ 5:25 via submission (1,8 / 5)
  • Tony Nese defeated Anthony Bennett @ 6:38 via pin (2 / 5)
  • Brian Kendrick defeated Raul Mendoza @ 7:39 via submission (3 / 5)

Stavo dicendo cosa potrebbe fare incazzare la gente, attirando la loro attenzione:

  • ZACK SABRE JR. NON SARÁ MAI PRONTO PER LA WWE: Eccola la bomba…EMG sei impazzito? Forse un pó…o forse no. Qui non si discutono le capacitá di un lottatore, quanto le capacitá del fan medio della WWE di capirlo. Non credo che il pubblico WWE possa comprendere questo wrestling cosí puro…cosí diverso. Sabre é un ballerino ed il suo rivale e colui che deve seguirlo in questi movimenti. Il fan medio della WWE, non é pronto a questo tipo di wrestling, non ama ballare il Tango, preferisce Florida.
  • CHE BEL RAUL MENDOZA: Sará perché aveva di fronte un lottatore estremamente sottovalutato nelle sue capacitá di stare in ring, sará perché effettivamente questo ragazzo messicano con una lunga esperienza di lottato alle spalle é veramente bravo…sará per altri motivi…ma alla fine del match ho pensato…”ma cavoli…dovevano farlo uscire proprio al primo turno”
  • IL BIG MATCH DELLA PROSSIMA SETTIMANA: Gargano Vs Ciampa…perchè proporlo al primo turno? Forse per dare almeno un incontro incerto ai tifosi? O semplicemente per gli impegni, in dirittura d’arrivo, per quello dei due che perderá il confronto?
  • FORMAT E MINUTAGGIO: Una domanda che EMG si é posto é la seguente. ma dagli ottavi di finale in avanti avremo una puntata sempre da quattro incontri con minutaggi sempre inferiori ai 10 minuti, oppure inizieremo a vedere qualcosa di piú lungo…di piú combattutto, qualcosa degno di un vero e proprio torneo con un premio in palio? Visti gli otto incontri immagino si rimarrá con il format attuale almeno fino ai quarti di finale…peró seperare il contrario non é reato.

Come sempre cerchiamo di conoscere meglio i lottatori:

Zack Sabre Jr (Altezza: 1,82- Peso: 82 Kg  – Provenienza: England – Stile: Technical, striking, submission)

Tyson Dux (Altezza: 1,78 – Peso: 87 Kg  – Provenienza: Canada – Stile: Technical, high-flying)

Drew Gulak (Altezza: 1,82 – Peso: 87 Kg  – Provenienza: Usa – Stile: Technical, submission)

Harv Sihra (Altezza: 1,79 – Peso: 65 Kg  – Provenienza: India – Stile: Technical, high-flying)

Tony Nese (Altezza: 1,79 – Peso: 88 Kg  – Provenienza: Usa – Stile: Technical, high-flying, submission, striking)

Anthony Bennet Altezza: 1,70 – Peso: 66 Kg  – Provenienza: Usa – Stile: Technical, high-flying)

Brian Kendrick Altezza: 1,73 – Peso: 71 Kg  – Provenienza: Usa – Stile: Technical, high-flying, submission)

Raul Mendoza Altezza: 1,67 – Peso: 80 Kg  – Provenienza: Mexico – Stile: Lucha libre, high-flying, technical)

 

Prima di chiudere un piccolo reminder su coloro che hanno passato il turno:

  • Week One Winners: Gran Metalik, Ho Ho Lun, Cedric Alexander, Kota Ibushi
  • Week Two Winners: Tajiri, TJ Perkins, Lince Dorado, Akira Tozawa
  • Week Three Winners: Brian Kendrick, Drew Gulak, Zack Sabre Jr., Tony Nese

…e su ció che vedremo la prossima settimana:

  • Rich Swann vs. Jason Lee
  • Noam Dar vs. Gurv Shira
  • Jack Gallagher vs. Fabian Aichner
  • Johnny Gargano vs. Tomasso Ciampa

 

Commenti Finali

Come tutte le precedenti puntate delle CWC, anche questa si é fatta vedere senza nessun punto morto…senza annoiare. Ma credo che come dicevo nei capitoli precedenti degli Inside sia necessario, alla fine di questa prima fase eliminatoria, di iniziare a cambiare marcia ed a spingere il piede sull’acceleratore. Questi ragazzi…mi riferisco ai superstiti, possono garantire uno standard qualitativo molto alto ed il non permetterglielo mi da la sensazione di tempo sprecato. Per cui resistiamo ancora una settimana (ed é un discreto resistere) ed incrociamo le dita per il futuro, perché le CWC hanno un potenziale incredibile e non sfruttarlo sarebbe veramente un’occasione gettata al vento.

(2,8 / 5)

 

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com