Inside Lucha Underground: S02E08 – Life After Death –

Bienvenidos en El Templo, questa settimana ci aspettava una puntata nella quale per la seconda volta consecutiva il campione Mil Muertes metteva in palio il suo titolo. Lo sfidante era quel Fenix, il suo acerrimo nemico, colui che l’anno scorso lo aveva portato al limite…in poche parole un Istant Classic di LU, nonostante la sua breve vita. Questo e molto altro in questo ottavo episodio de la serie de pressing catch (así las personas españolas llaman el wresrtling) más amada del mundo:

 

Risultati:

  • Lucha Underground Trios Title Match: Ivelisse, Son of Havoc & Angelico def. The Disciples of Death (c) @ 4:53 via pin to become the NEW CHAMPIONS (1,5 / 5)
  • Bullrope match: Texano def. Chavo Guerrero @ 6:03 via pin (1,5 / 5)
  • Lucha Underground Title Match: Fenix def. Champion Mil Muertes (c) @ 13:40 via pin (4 / 5)

 

Sinopsis:

  • Iniziamo la puntata con Fenix nel backstage. Il lottatore sembra cercare la concentrazione necessaria per riuscire a farsi trovare pronto all’appuntamento piú importante della sua carriera. Improvvisamente, cosí come ci ha piú volte abitutato, appare Catrina, ammaliante nei suoi movimenti e velenosa nella sua attitudine. La donna di Mil Muertes dice di aver cercato di bloccarlo tante volte senza riuscirci. Catrina vuole il suo potere perche possa vivere nuovamente e si domanda se insieme potrebbero regnare nel Templo. La donna con tutta la sua sensualitá bacia in modo passionale il lottatore…”questo sara il mio bacio finale, Mil Muertes ti distruggerá, e tu mi porterai indietro dal mondo dei morti” gli sussurra prima di sparire improvvisamente cosí come era arrivata. Fenix sembra per la prima volta molto turbato.
  • Prince Puma si sta allenando con il sacco nel backstage e Johnny Mundo si presenta davanti a lui con fare da sbruffone. Mundo parla dell’Aztec Warfare e di come era finita tra di loro l’anno scorso. Per il californiano é il momento di diventare campione…questo é il suo mondo. Puma ascolta le sue parole, in rigoroso silenzio come sempre fino a quando improvvisamente, raccimolando tutta la forza in corpo, con un solo pugno riesce a tra passare il sacco da boxe.
  • Rey Mysterio e Dragon Azteca brindano con la tequila perche l’allenamento dell’allievo dell’ex WWE é giunto al termine. Rey consegna a Dragon un invito di partecipazione all’Aztec Warfare della prossima settimana…dopodiché…estrae il suo…anche Rey ha il suo invito.
  • Mentre come abbiamo detto sopra Fenix stava cercando la concentrazione nel silenzio del backstage e tra i baci di Catrina, Mil Muertes si sfoga sui Disciples of Death…il campione sembra pronto a difendere il suo titolo…
  • …Siamo a 375 miglia da Boyle Heights, Dario Cueto guarda la sua chiave appesa al collo soddisfatto e pronto ad usarla. Si avvicina alla porta nella quale é rinchiuso suo fratello e la apre…si sentono passi…si vede un’ombra, che lentamente prende le forme di un mastodontico essere i cui vestiti sono sporchi di sangue…Matanza é pronto per rivelarsi al Templo.

 

Accoglienza della critica:  (4 / 5)

Puó un maain event valere da solo il prezzo del biglietto? Io faccio parte dei sostenitori del NO (questione di opinioni), quindi giustamente voi potreste domandarvi perché dare  (4 / 5) alla puntata? Semplice perché il mix del lottato e di quello che é stato presentato off ring é stato bello, divertente ed ha creato hype per l’Aztec Warfare della prossima settimana. Nel articolo della settimana scorsa EMG scriveva questa frase “il prossimo rivale di Mil Muertes (non avrebbe molto senso una vittoria di Fenix) sará un esordiente del Templo“. Alla luce di questa puntata sono ancora piú convinto della frase, ma sono altrettanto contento della scelta fatta e vi spiego perché. Quando a fine match Catrina ha dichiarato che l’Aztec War fare non decreterá il first contender ma sará un match valido per il titolo nel quale Fenix entrerá con il numero 1 e Mil Muertes con il 20, mi si é accesa la lampadina. Fenix non uscirá da quel match con la cintura in vita…e Mil Muertes non vincerá quell’incontro…quell’incontro lo vincerá una sola persona…no ragazzi non sará Rey Mysterio…neppure quello ragazzi….no vi sbagliate, neppure la terza opzione…sará colui che….mi fermo qui perché non vorrei che la mia intuizione si trasformasse in uno spoiler. Dietro questa riflessione torniamo a Mil Muertes…Se (come prevede la mia teoria) una persona diventerá il nuovo campione la prossima settimana, meglio che sia Fenix a perdere il titolo per questioni di storyline e di status: Fenix puó perdere e vincere…Mil Muertes deve vincere, ma puó perdere o contro una persona piú forte di lui in chiave Mark o puó perde cosí come ha perso durante questa puntata…per cui, nonostante io non sia d’accordo su questo booking, non si puó negare che sia sensato tenendo in conto la strada che si é presa. Andando poi al match combattuto dai due…ebbene che incontro signori. Si vede che entrambi si trovano a proprio agio in ring quando lavorano insieme. Mil Muertes é uno dei pochi big man in circolazione in grado di tirar fuori (non mi piace usare questo termine dialettale peró ogni tanto fa bene) dai suoi avversari sempre grandi prestazioni sopratutto in contesti NO DQ. Fenix é un lottatore a cui piace sacrificare il proprio corpo senza remore. Il risultato é un match veramente bello, il migliore fino ad ora della seconda stagione, che ricalca, molto, lo stupendo Casket Match dell’anno scorso tra i due lottatori (incontro che reputo il miglior casket match della storia del wrestling e sarei veramente grato a chiunque di portarmi un esempio migliore di questo…perché a 38 anni ho sempre voglia e bisogno di imparare). La storia raccontata in ring é perfetta. I due si odiano…lo si vede…si odiano a tal punto che sono disposti a compiere il gesto piú infame nella lucha…il togliere quella maschera che rappresenza l’essenza del Mexico….e se la cosa ce la si puó aspettare da Mil Muertes, molto piú effetto é stata vederla fatta da Fenix…insomma ottimo storytelling.

Purtroppo peró a fronte di questo stupendo match abbiamo assistito ad una difesa titolata (con cambio di titolo) della cintura “trio” piuttosto insipida e senza mordente, quasi cinque minuti di discreto wrestling ma di zero phatos. Stesso dicasi del bull rope match che spero chiuda definitivamente la faida tra Chavo e Texano e consenta a quest’ultimo di iniziare a gravitare intono a lidi piú importanti, per due motivi: per la qualitá del lottatore, che tecnicamente non sará un fenomeno ma é sicuramente uno di migliore brawler in circolazione e per il fatto che il campione piú longevo della AAA deve essere a mio modo di vedere utilizzato da tale o quasi tale o comunque deve essergli concessa una possibilitá.

Credo che EMG vi abbia annoiato abbastanza (ovvio che potete pensarlo…meglio che non lo diciate)…veremos lo que pasará durante el Aztec Warfare le premesse sono veramente interessanti anche perché i papabili vincitori non si contano solo su di una sola mano. Se avete seguito fino ad ora la serie credo che non smetterete di vederla, se questa é la vostra prima puntata, recuperate le altre…e siete tra coloro che non hanno mai visto nulla, ma che leggono solo EMG siete dei fuori di testa…perché é giusto che mi leggiate ma e inconcepibile che non vediate LU….

 

¡¡¡Hasta Pronto!!!