Benvenuti a una nuova puntata di Inside Raw, oggi scopriremo insieme cosa è successo nella puntata andata in onda nella nottata italiana di WWE Monday Night Raw. A scrivere oggi sarò io, il vostro Lorenzo Fanti. Vediamo nello specifico cosa è successo all’interno del WWE ThunderDome da St. Petersburg in Florida…

La sfida di Orton

Poche ore prima dello show è uscita la notizia che Drew McIntyre è risultato positivo al Covid-19, una perdita importante per il roster al momento, spero che rientri molto presto, voglio fargli un augurio di pronta guarigione. Nello show doveva affrontare Randy Orton in un Non Title Match, ovviamente il match non si è tenuto nello show per l’assenza forzata del WWE Champion. Ad aprire lo show è stato Triple H, ma è stato quasi subito interrotto da Orton, nel corso del loro discorso Triple ha ricordato di come Randy nella scorsa puntata ha offesa le leggende come Big Show, Mark Henry e Ric Flair. A quel punto Orton gli ha lanciato la sfida The Legend Killer contro The King of Kings. In prima istanza il dirigente ha rifiutato poi invece ha accettato la sfida.

Problemi familiari

Nella scorsa puntata il WWE Hall Of Famer Ric Flair è stato “ammaliato” da Lacey Evans ed è costato la vittoria a Asuka e sua figlia Charlotte. Per loro fortuna gli Women’s Tag Team Championship non erano in palio. Questa settimana Charlotte ha voluto la sua rivincita contro Lacey. Charlotte è una delle migliori del roster e ha vinto tutto quella che poteva. Lacey ancora non ha raggiunto il suo livello ma ha un carisma veramente importante e delle potenzialità tutte da scoprire. E’ stato un buonissimo incontro a mio avviso. Charlotte ha dominato gran parte del match. Dal backstage è arrivato Ric Flair che è andato in aiuto di Lacey. Charlotte avrebbe ottenuto una prima vittoria ma Ric ha salvato Lacey mettendole il piede sulle corde, poi pochi attimi dopo ha tenuto a terra la figlia portando alla vittoria proprio Lacey. Sembra che il sodalizio stia funzionando.

Faida infinita

Jeff Hardy contro Elias, una faida portata avanti con successo dalla federazione. Non è di primo livello ma dato che per entrambi non ci sono grandi idee è giusto tenerli impegnati con successo. Nel primo match Jeff ha affrontato Jaxson Ryker, sinceramente un incontro piacevole ma finito a favore di Ryker dopo un’interferenza di Elias. Poi Jeff ha affrontato Elias, contro di lui non c’è stata storia nel corso dell’incontro (di un minutaggio decisamente maggiore rispetto al precedente) e grazie alla sua Swanton Bomb ha trovato la vittoria finale. Sembra che Jeff abbia fatto ragionare Ryker, la sua amicizia con Elias potrebbe non essere così sicura per il prossimo futuro. Una situazione ad alta esplosività.

Gioco di coppie

Un team con un potenziale enorme, Keith Lee e Sheamus, contro Mr. Money in the Bank” The Miz e John Morrison. Un incontro che che è nato solamente pochi minuti prima nel backstage per uno screzio tra i due team, quindi la costruzione è stata quasi inesistente. Da notare come nel corso del match Keith Lee sia riuscito a far saltare via una corsa del ring a Morrison, un impresa non da poco, poi la corda ovviamente è stata risistemata durante la pausa pubblicitaria. Ho visto una buona intensità sul ring. Una buona prova per Lee e Sheamus che gli ha portati alla vittoria finale, i due potrebbero funzionare molto bene in coppia ma il loro ego è superiore a tutto e dato che Sheamus ha rubato lo schienamento e Lee tra i due è cominciato un confronto verbale che è finito con un match ufficiale tra di loro. Una dura battaglia sul piano fisico dalla quale è uscito vincitore Keith Lee. Ancora una volta ha dimostrato come può veramente essere un volto importantissimo per il futuro. Da apprezzare come i due si apprezzino l’un l’altro.

Un nuovo inizio?

Anche questo un match senza una costruzione troppo importante dietro, Xavier Woods per i New Day ha sfidato T-Bar dei Retribution. Agilità contro potenza. Woods è riuscito ad atterrare diverse volte il più potente T-Bar, ma alla fine ha ceduto alle sue mosse. Dopo diverse sconfitte i Retribution hanno trovato una vittoria meritata. Quali saranno i loro prossimi passi? Si avvicineranno a una chance titolata?

US Championship on the line

Dopo la vittoria di Riddle nella scorsa puntata, quest’ultimo si è conquistato il match valevole per lo US Championship contro Bobby Lashley. Il campione ha attaccato lo sfidante ancor prima del suono della campanella. Riddle ha provato a riprendere il controllo ma Lashley è stato sempre una spanna avanti. Quando lo ha bloccato nella sua presa al collo Riddle alla fine ha ceduto. Lashley si è confermato campione. Dopo la sconfitta Riddle ha sfidato MVP e quest’ultimo ha accettato. Un incontro dove MVP ha subito nella quasi totalità dello stesso e quando Riddle era pronto per finirlo Lashley lo ha attaccato e gli ha consegnato la vittoria per squalifica. I due hanno attaccato lo stesso e lo hanno lasciato a terra sul ring.

Vittoria rapida

Un match con un potenziale veramente enorme, AJ Styles contro Drew Gulak. Tutti noi conosciamo le loro grandi abilità tecniche. Mi aspettavo sicuramente un minutaggio molto maggiore tra di loro ma gli sono stati concessi soli pochi minuti. AJ Styles ha trovato una vittoria decisamente convincente, e si è conquistato il suo posto nel Royal Rumble Match. A mio avviso questo incontro poteva essere sfruttato molto meglio.

Una sfida tutta femminile

Due team che stanno sulla cresta dell’onda della divisione femminile, il primo quello formato da Nia Jax e Shayna Baszler mentre il secondo quello formato da Mandy Rose e Dana Brooke. Quest’ultime due sono decisamente in grande crescita puntata dopo puntata, hanno uno status sempre maggiore. Un incontro dove non ha regnato la rapidità, ma a mio avviso è stato ugualmente piacevole da seguire. Nia e Shayna hanno trovato una facile vittoria per sottomissione.

Incontro senza regole

Il main event della puntata, Triple H contro Randy Orton seppur non fosse un match ufficiale. Ne primo paragrafo di questa rubrica ho spiegato come siamo arrivati a questo pseudo incontro, quindi se siete curiosi basta tornare in cima a questa puntata di Inside Raw. Vedere HHH sul ring è sempre una cosa unica e che riporta alle sue grandi vittorie nel recente passato. I due si sono affrontati come se non ci fosse stato un domani. Quando Triple H ha tirato fuori da sotto al ring il suo amato martello, la fine sembrava vicina per Orton ma poi le luci si sono spente e Orton si è ritrovato da solo sul ring con Alexa Bliss. Quest’ultima lo ha colpito con qualcosa che era in fiamme. Lo show si è concluso così.

In conclusione…

8.3 out of 10 stars (8,3 / 10)