Inside Smackdown Live #61 Hell in a Cell is the next

 

Benvenuti alla 61esima puntata di Inside Smackdown Live. Manca meno di una settimane a Hell in a Cell. A scrivere per voi sarà sempre Lorenzo Fanti, vediamo cosa è successo in questa puntata di WWE Smackdown Live

OFFICIAL RESULT

  • Carmella & Natalya defeat Charlotte Flair & Becky Lynch  (2,8 / 5)
  • Bobby Roode defetat Mike Kanellis [NR]
  • Tye Dillinger defeat Baron Corbin (3 / 5)
  • Randy Orton defeat Aiden English (3 / 5)

UN OPENER CHE CREA HYPE

Un segmento molto interessante per iniziare la puntata. Shinsuke Nakamura ha fatto un interessante promo per il suo match di domenica contro Jinder Mahal valido per il titolo massimo del  roster. Sicuramente uno dei migliori momenti della puntata anche quando Mahal ha attaccato il giapponese per rimettere in chiaro chi domina nel roster. Avremo una risposta definitiva a tale domanda solo dopo Hell in a Cell.

TAG TEAM MATCH AL FEMMINILE

Un incontro dove abbiamo visto un tag team match tutto femminile, da una parte Charlotte Flair e Becky Lynch, mentre dall’altra Carmella e Natalya. Un incontro interessante da seguire e che ha dato importanti spunti per quanto vedremo al ppv. La vittoria finale è andata al tag team composto da Carmella e Natalya quasi a sorpresa. Vedremo chi sarà in grado di uscire con la cintura dal ppv.

DOMINIO TOATALE

Un incontro dal quale mi aspettavo sicuramente di più, ma nella loro faida è possibile anche un risultato del genere. Bobby Roode ha sconfitto molto velocemente Mike Kanellis dimostrando un dominio quasi totale. Che dire, anche per loro avremo un risultato definitivo domenica.

LA LEGGE E’ STATA DETTATA DAGLI SFIDANTI

Un promo dove gli sfidanti al titolo di coppia, i The Usos, hanno dettato le loro regole per il match titolato di domenica ai campioni, I The New Day. Una faida che è stata ben costruita e ora siamo a un passo dal determinare chi avrà le cinture alle loro vite dopo il ppv. Io ho una mia idea personale, dopo il ppv ve la rivelerò.

 UNA FAIDA BEN COSTRUITA

Tye Dillinger ha affrontato nuovamente Baron Corbin in questa puntata e si tratta di una faida che non trovo per niente da buttare via. Tye ha vinto questo match con convinzione e passione. Se nella scorsa settimana trovavo questa faida quasi inutile, adesso mi ha convinto e credo che possa venire fuori un bel match a Hell in a Cell.

INCONTRO BEN FATTO

Non che Aiden English sia un avversario all’altezza di Randy Orton ma devo dire che ho trovato questo incontro ben fatto e senza una pecca. Non è stato sicuramente il massimo, ma è stato di un bel livello. Giusta la vittoria finale di Randy Orton.

UNA DEGNA CONCLUSIONE

Finale di show con un segmento che aspettavo molto, il confronto tra Kevin Owens Shane McMahon. Doveva essere il momento migliore della puntata e così è stato. Un confronto duro ma importante tra di loro come dove essere. Ora avranno un incontro nella gabbia domenica e uno dei due dimostrerà all’altro di essere superiore. Anche qui ho un mio personale pensiero e nella prossima puntata lo saprete.

 

IN CONCLUSIONE

(3 / 5)

Un buono show in generale. Sono state concluse molto bene le costruzione delle faide per il ppv, qualcuno meglio, qualcuna peggio. Sono sicuro che vedremo match molto importanti. Mi aspetto molto da Owens e Shane mentre mi aspetto un rilancio da parte di Bobby Roode, Corbin e anche altri. Speriamo che le mie aspettative vengano rispettate.

Un buona visione di Hell in a Cell e alla prossima puntata!