Inside The Garage #0: Marco Piva presents ICW

Ve lo avevo detto…EMG sarebbe tornato con un nuovo progetto…mettiamola così, lo avevo detto a tutti coloro che mi leggevano in Inside Lucha Underground. Non potete immaginare quanto tenga a cuore questa idea, nata tanto tempo fa e che non ero mai riuscito a realizzare.

Esatto, potete togliervi dalla faccia quella espressione di sorpresa…We The Wrestling avrà una rubrica fissa che parlerà della Insane Championship Wrestling…della ICW. Non so se sia vero o no, perchè io non leggo altri siti (adoro il mio corporativismo), ma voglio pensare e credere che la nostra pagina sia l’unica che proporrà una rubrica su questa compagnia in tutto il panorama italiano….e se così non fosse, chissenefrega…io continuerò a crederlo.

Quando si parte con qualcosa di nuovo, in teoria, bisognerebbe avere le idee chiare su come strutturarlo, ebbene, miei seguaci…e seguaci della ICW, non le ho. EMG è così….improvvisa. Ma vi assicuro che mi leggerete spesso e inizierete ad affezionarvi al Garage…ai suoi personaggi…ed a tutto ciò che li circonda, il come lo vedremo poco a poco…intanto accontentiamoci di qualcosa di unico. Accontentiamoci? Ma stiamo scherzando? Pufffff! Accontentarsi…EMG non si accontenta…EMG cerca per i suoi discepoli qualcosa che li possa interessare sempre…e l’idea che ha avuto per la puntata Numero Zero di Inside The Garage è stata quella di far raccontare questa federazione britannica ad un amico…(credo di essere un suo amico…almeno lui lo è per me).

Il motivo è presto detto…spero che serva a chi non conosce la ICW e spero altresì che serva ad arricchire chi già la conosce…sempre c’è da imparare da chi sa più di noi.

Chi è questo amico…molto semplicemente la voce italiana della Insane Championship Wrestling…voce che potete ascoltare in qualsiasi momento abbonandovi al canale on demand della compagnia che trovate cliccando su questo link.

Non ho ancora detto il nome…Salutate tutti Marco Piva…Ciao Zio.

Welcome to the F***ING GARAGE!

EMG: Perché un fan di Wrestling non dovrebbe vedere la ICW?

MP: La ICW non è una promozione per quelli che amano vedere solo una serie di match a cinque stelle: si basa e vive sulle storie. A volte la storia è semplicemente raccontata con il match, ma più spesso si tratta di storie che durano settimane se non mesi, che si sviluppano nel tempo. E naturalmente non è per chi vuole solo match “puliti”, senza armi né interferenze. Ce ne sono, certo, ma bisogna tener presente che negli show ICW ogni match è senza squalifiche.


EMG: Quali sono i tre incontri che, per te, un fan dovrebbe assolutamente vedere?

MP: Questa è difficilissima, ma ci provo. Chi vuole vedere wrestling tecnicissimo ed elaborato, Mikey Whiplash v Robbie Dynamite, “Get Yer Rat Oot” 2013. Per chi vuole un match teso, pieno di storia e intensissimo, Drew Galloway v Chris Renfrew, “Square Go!” 2015. Chi vuole invece un Deathmatch violento, tra tanti validissimi scelgo Jack Jester v Jimmy Havoc v Crazy Mary Dobson, “Reservoir Dogs” 2013 (anche perché ne cercavo uno con atleti diversi da quelli già nominati prima, altrimenti c’è per esempio il King of Insanity di Fear & Loathing 2017, con Chris Renfrew, Mikey Whiplash, Stevie Boy e Jimmy Havoc).


EMG: Quando, come e perché è nata la tua passione per questa federazione?

MP: A fine 2011 ho chiesto a un amico appassionato di wrestling che wrestler UK avrei dovuto cominciare a seguire. Tra gli altri, mi ha nominato Lionheart. Ho guardato vari video, mi è piaciuto. Visto che è scozzese, ho pensato che avrei potuto andare a uno show. L’ho contattato su Facebook per sapere quale sarebbe stato il prossimo show in cui avrebbe lottato; era la prima Square Go. Sono andato (con il mio collega Chris, noto come Big Show) e mi sono divertito talmente tanto che ho subito preso il biglietto per lo show successivo. E poi per quello dopo. E poi…


EMG: Potresti fare una piccola introduzione della ICW per coloro che non la conoscono?

MP: La ICW è una promozione che da locale (poche decine di persone ai primi show) è diventata nazionale grazie al lavoro duro e costante di chi ci sta alle spalle, dal management agli atleti. Gli show sono affollati ma c’è sempre un’aria “di casa”, soprattutto al Garage. Tutto si basa sulle storie. E ogni match è senza squalifiche.


EMG: Quali cose deve assolutamente sapere una persona che inizia a guardare la ICW?

MP: A parte la cosa dell’assenza di squalifiche… che si diverta e se la goda!


EMG: Fight club è il nome del programma settimanale della compagnia. Come è strutturato?

MP: Incontri (completi, sempre completi), qualche promo, qualche video package. Uno show settimanale (anche se qualche settimana salta, ma su ICW On Demand c’è qualche contenuto nuovo ogni volta comunque) che può appassionare chiunque!


EMG: Se dico ICW, qual’è la prima cosa che ti viene in mente?

MP: HERE WE! HERE WE! HERE WE F***ING GO!


EMG: Se dico Garage, quale è la prima cosa che ti viene in mente?

MP: L’altra casa, il luogo dove, oltre a vedere wrestling eccellente, ho conosciuto persone che sono diventate quasi famiglia.


EMG: Quale è stato l’incontro che ti ha emozionato di più commentandolo?

MP: Tra quelli che ho commentato a casa per lo show televisivo settimanale, senza dubbio Chris Renfrew v Big Damo a “The Big Elbowski” 2016. Dal vivo, forse Pete Dunne v Trent Seven v Chris Renfrew v BT Gunn a “Shug’s Hoose party” 2017. O forse Chris Renfrew v Grado, “Square Go!” 2015. Mi pare che ci sia un certo nome che ritorna…


EMG: C’è qualcosa in ICW che non é mai stato fatto e che vorresti vedere?

MP: Non mi viene in mente nulla, fino a poco tempo fa avrei menzionato un match femminile bello violento, ma a “Fear & Loathing” ci sarà il Queen of Insanity tra Viper e Kay Lee Ray…


EMG: cosa rappresenta la ICW, per la Scozia e per Glasgow?

MP: È un fenomeno culturale, ormai tutti a Glasgow sono per lo meno consapevoli che esiste almeno perché vedono i poster in giro. C’è una certa fierezza del dire “È roba nostra”.


Ok, se avete letto fino a questo punto avete fatto una scelta di vita…corretta. Lo so, non è stata un’intervista ordinata…non la voleva essere, così come il disordine ed il caos regnano nel Garage…abituatevi perchè vedrete (spero) e leggerete cose differenti dall’abituale…è insane non per altro.

Ringrazio tantissimo Mr. o Sir. Piva…anzi ringraziatelo anche voi lettori, intanto che ci siete, che non fa male e non tiriamola troppo per le lunghe…che dopo ci si annoia…tranne che in ICW, ovviamente.

Cosa ci aspetta nel prossimo futuro…?

Semplice! EMG sabato volerà a Glasgow per assistere a France 99 e domencia a Fear & Loathing XI…tornerà a casa ed inizierà a scrivere qualcosa che leggerete. Cosa?! Non vi piace? A qualcuno piacerà sicuramente.

EMG F***ING OUT!

Enrico Maria Gorreri

EMG...semplicemente EMG

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com