Inside WWE #24: Backlash

Periodo un po’ morto quello che sta attraversando la WWE ultimamente, come si solito accade nel post WrestleMania. Accade poco di interessante sia dentro il ring che fuori, e se non fosse per i tanti appuntamenti degli ultimi tempi (WrestleMania, Superstars shake-up, Greatest Royal Rumble e adesso Backlash) avremmo ben poco di cui parlare. Perciò approfitto dell’occasione offerta dall’imminente svolgimento di Backlash, di cui parliamo nell’edizione numero 24 dell’Inside WWE.

Il pay per view segnerà il ritorno in (quasi) pianta stabile ai PPV che vedono la partecipazione sia di RAW che di SmackDown, saggia decisione dopo i disastrosi show monobrand visti negli scorsi due anni. Considerando che temevo che il ritorno a questo genere di PPV avrebbe portato ad eventi pieni di match e dunque troppo lunghi, la card di Backlash mi sorprende positivamente: otto match non sono pochi ma nemmeno tanti, considerando che cinque di essi saranno titolati.

La costruzione della card è nata dalle ceneri di WrestleMania, com’è giusto che sia. Tre dei match titolati infatti saranno rivincite dei match svoltisi al Grandaddy of them all. Per il resto, la WWE non ha voluto strafare ed è riuscita a costruire una card che, a livello di storyline, si presenta solida, anche se, a livello di spettacolo, non ci si aspetta più di tanto da quello che tutto sommato è un pay per view di transizione.

Poco interesse per match scontati come Nia Jax vs Alexa Bliss, The Miz vs Seth Rollins o Randy Orton vs Jeff Hardy. Il match per cui sono più curioso è il match di spicco dell’intera card, ossia il main event che vedrà AJ Styles difendere il titolo WWE contro Shinsuke Nakamura. La stipulazione del match, che non prevederà squalifiche, mi lascia pensare che si voglia creare un pretesto per far perdere il titolo a Styles in maniera sporca, così da non danneggiarlo troppo. Pronosticherei una vittoria di Nakamura anche se, con il nuovo ruolo che sta interpretando, non ce lo vedo troppo come campione, a meno che non gli si affianchi un manager. E se vincesse il match grazie all’interferenza di qualcuno? L’unico che vedrei bene al suo fianco, tra quelli del roster attuale, è Paul Ellering, libero dopo lo scioglimento dagli Authors of Pain. Al momento si tratta di fantawrestling e, se Nakamura vincerà, probabilmente lo farà grazie ad un low blow. Ma se l’ipotesi descritta sopra dovesse avverarsi, ne sarei ben felice.

Altro match interessante è quello tra Samoa Joe e Roman Reigns. Entrambi hanno degli ottimi motivi per vincere e per questo non saprei dire chi trionferà. Peccato che Joe sia stato mandato a SmackDown, mi sarebbe piaciuto vedere qualche interazione tra i due. Reigns si è mostrato poco interessato a questo match, parlandone decisamente poco durante gli show, mentre Joe ne pareva quasi ossessionato quindi sarà interessante vedere anche come i due si approcceranno all’incontro. Nell’ultima puntata di SmackDown mi è parso di capire che dopo Backlash, Samoa Joe andrà contro il campione WWE, e che credibilità avrebbe se prima perdesse un match così importante per lui? Roman Reigns invece sembra essere ancora il primo sfidante di Brock Lesnar e dunque non può permettersi passi falsi in vista del prossimo match con in palio il titolo universale. Il match è molto incerto, e per questo sarà affascinante.

UN ALTRO MATCH INCERTO

Anche il match tra Big Cass e Daniel Bryan si preannuncia incerto, non nel senso del risultato ma in quello effettivo dello svolgimento. Infatti a Bryan potrebbe essere negata l’autorizzazione a lottare a causa di una sospetta infezione al petto rimediata a Greatest Royal Rumble. Tuttavia vige un cauto ottimismo e credo che l’incontro si svolgerà regolarmente. Ho già espresso il mio parere sulla rivalità e sul fatto che Danielson deve vincere questo match in modo da proseguire il suo percorso verso la zona main event. E che ne sarà di Big Cass? Credo che l’ex partner di Enzo Amore troverà una collocazione nel mid carding, visto che ci sarà bisogno di uno sfidante heel per il campione degli  Stati Uniti, oppure verrà messo in qualche rivalità di transizione che servirà ad accrescerne lo status, visto che a quanto pare ci sono importanti progetti in serbo per lui.

GLI ASSENTI

Nello show non saranno difesi, oltre al titolo universale, nè i titoli di coppia di RAW, nè quelli di SmackDown. Verrebbe da dire che sono assenti giustificati, dato che essi sono stati messi in palio la scorsa settimana durante GRR. Soprattutto per i campioni di RAW, che hanno vinto i titoli al termine del torneo, era impossibile trovare nuovi sfidanti costruendo il match in una sola puntata dello show rosso. Comunque è facile immaginare che Matt Hardy e Bray Wyatt ora dovranno vedersela contro gli Authors of Pain. Parlando dei titoli di SmackDown, probabilmente si è voluto evitare di riproporre un match già visto la scorsa settimana, dato che gli Usos hanno dimostrato di non essere in grado di sconfiggere i Bludgeon Brothers. Ma adesso chi sfiderà Harper e Rowan? Difficile trovare un team all’altezza dei due colossi, ma credo che i loro prossimi avversari saranno Sheamus e Cesaro.

Non sarà difeso nemmeno il titolo dei pesi leggeri, o almeno così sembra. Alcuni siti americani infatti riportano che la WWE potrebbe annunciare un match tra Buddy Murphy ed il campione Cedric Alexander. Nel caso venisse annunciato, ci sarebbe da divertirsi e probabilmente non sarà nemmeno l’ultimo match tra i due, dato che attualmente a 205 live i papabili sfidanti per il campione sono pochi.

 

Insomma, qualcuno potrà avere da ridire sulla scelta degli avversari per alcuni top lottatori della compagnia, ma il booking del PPV è stato fatto abbastanza bene, a testimonianza della lenta ripresa che la WWE sta attraversando dall’inizio di quest’anno. Considerando che Backlash è uno show di transizione, sarà difficile che si verifichino grosse sorprese anche se credo che verrà su uno show godibile.

Anche questo Inside WWE si conclude, appuntamento alla prossima settimana, sempre qui, sempre con Francesco Benedetti!

LEGGI ANCHE

Francesco Benedetti

La mia passione sono il calcio, le serie TV e ovviamente il wrestling, che seguo da quando avevo 13 anni. Seguo la WWE, Lucha Underground e molto spesso guardo match un po' in giro per il mondo. I miei wrestler preferiti attualmente sono Ricochet, Brian Cage, Jeff Cobb,, Jack Evans, Cesaro, Sami Zayn ed AJ Styles. I miei preferiti di sempre invece sono Kane, Randy Orton e Stone Cold Steve Austin!

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com