Un altro weekend è giunto e come al solito noi siamo qui a parlare di WWE. Oggi è la vigilia di Money in the Bank, un PPV che secondo me risponderà a tante domande di noi fan, in un periodo molto delicato per la WWE, soprattutto dopo le scottanti rivelazioni emerse nella settimana appena trascorsa. Per chi non lo sapesse, una fonte apparentemente vicina alla WWE ha fatto sapere che Vince McMahon ha praticamente tutto il backstage contro, per il modo in cui stravolge di settimana in settimana tutti i piani e le idee a cui il team creativo lavora. Soprattutto Triple H sarebbe il più dispiaciuto da questa situazione, principalmente per il modo in cui vengono trattati i talenti provenienti da NXT. Non credo che in molti si siano sorpresi di ascoltare o leggere queste dichiarazioni. Basta dare un’occhiata agli show settimanali per capire che non si tratta semplicemente di prodotto scadente, c’è proprio qualcosa che non va alla base del tutto. Di settimana in settimana le storyline assumono pieghe spesso insensate, oppure vengono inspiegabilmente archiviate. La wild card rule non promette nulla di buono, anzi renderà le cose ancora più confusionarie e quasi sicuramente è un ulteriore passo verso la riunificazione dei brand che verrà fatta per far sì che le varie top star appaiano sia a RAW che a SmackDown, per tener contente sia la Fox che USA Network. Tutto questo graverà sulle ore di lavoro del team creativo, che già adesso si ritrova a gestire contemporaneamente entrambi i roster. Insomma, il futuro si preannuncia ancora peggiore del presente in casa WWE. L’unica speranza è che Vince McMahon si faccia da parte quando avrà da gestire anche la XFL, lasciando il controllo ai figli e a Triple H. Alla WWE serve che le scelte creative vengano approvate da qualcuno che non abbia una visione del wrestling ferma a più di 10 anni fa, e che soprattutto sia in grado di riconoscere un’idea valida da una che non lo è, evitando di accettare o rifiutare in blocco tutto quello che gli venga proposto. Vince McMahon non risponde più a questi requisiti e se continuerà ad operare in questo modo non farà altro che peggiorare la qualità del prodotto, perchè a lavorarci saranno persone senza stimoli. Non vale nemmeno il discorso del “La WWE è mia e faccio quello che voglio”. Nel momento in cui ci sono sponsor e soprattutto fan disposti a pagare per assistere ai vari show, si è obbligati a sforzarsi di offrire qualcosa che potrà piacere o meno ma che almeno non sia incoerente, insensato e a tratti delirante.

MONEY IN THE BANK

Proseguendo il discorso fatto prima, Money in the Bank capita a fagiolo in un periodo complicato. La WWE dovrà produrre un PPV degno di nota per placare un po’ le forti proteste dei fan. Per questo mi aspetto uno show divertente, anche perchè i ladder match intrattengono abbastanza facilmente. E sono proprio i due Money in the Bank ladder match gli incontri che attendo di più dalla card. Quello maschile si è liberato ella pesante ed oppressiva presenza di Braun Strowman che avrebbe monopolizzato il match. Al suo posto ci sarà Sami Zayn. Ci sono otto partecipanti e spero che vinca uno tra Ali, Andrade, Ricochet, Drew McIntyre o Sami Zayn. Cinque su otto, spero che la WWE non vada a pescare tra gli altri tre, soprattutto Corbin… Secondo me vincerà Andrade visto il graduale innalzamento del suo status negli ultimi tempi, ma da questo tipo di match mi aspetto soprattutto azione, spot, divertimento… e vedendo i nomi coinvolti ci sono tutte le carte in regola per lasciarmi soddisfatto. Passiamo al ladder match femminile: da qui c’è da aspettarsi meno movimento ma non per questo il match sarà brutto. Le donne hanno dimostrato di saperci fare con questo tipo di stipulazione, e credo che il match di quest’anno sarà migliore di quelli precedenti. Per la vincitrice vedo aperte diverse possibilità tra Mandy Rose, Carmella, Ember Moon… ma io spero che vinca Bayley. Di solito la valigetta o si da ad un heel oppure ad un face che poi tende a diventare heel. E io da anni spero che Bayley passi dalla parte dei cattivi e abbandoni quella ridicola gimmick. Pochi altri match suscitano il mio interesse. Tra questi ci sono Seth Rollins vs AJ Styles, anche se non credo che ne verrà fuori il dream match che molti si aspettano, e The Miz vs Shane McMahon. I due hanno dimostrato a WrestleMania di essere in grado di tirar su una bella contesa. Se a WrestleMania erano se le sono date in tutta l’arena, a Money in the Bank saranno chiusi in una gabbia, ma credo che riusciranno comunque ad intrattenere. Concludo parlando dei due match che vedranno coinvolta Becky Lynch: già nelle settimane passate mi sono detto deluso dal modo in cui la doppia campionessa è stata gestita, e una buona parte del WWE Universe la pensa come me. Non penso che la WWE voglia continuare ad avere una lottatrice che detiene contemporaneamente due cinture così importanti, perciò credo che l’irlandese ne perderà almeno una, e cioè quella di SmackDown. Se dovesse mantenere il possesso di entrambe le cinture sarebbe interessante vedere come verrebbe gestito un eventuale incasso da parte della vincitrice del MITB ladder match.

Anche per questa settimana ho concluso, speriamo di assistere ad un buon Money in the Bank. Appuntamento al prossimo Inside WWE!