Inside WWE #8: Is The Show Really Off?

Messo negli scaffali anche il mediocre Clash Of Champions, la WWE si appresta ad intraprendere la Road to Wrestlemania e lo fa con due puntate di Raw e Smackdown che seppur non eccezionali offrono importanti spunti e con uno show di NXT che regala un puntata molto, molto carina dal punto di vista del lottato con ottimo incontro per lo UK Title tra Pete Dunne e Tyler Bate (che vi consiglio di vedere) senza dimenticare l’incoronazione dei nuovi campioni di coppia, Bobby Fish e Kyle O’Reilly.


IS THE SHOW REALLY OFF?

Inizia tutto con un “ve lo avevo detto” e si finisce con il titolo degli Stati uniti abbandonato sul ring malinconicamente…in uno dei gesti più brutti da vedere per chi ama il wrestling e che ricorda momenti tristi della disciplina. In questo caso la situazione è differente ed è frutto di una storyline (almeno così sembra) che era partita male, ma che potrebbe improvvisamente impennare, se sfruttata a dovere. Mi spiego meglio. Dolph Ziggler, aveva rinnovato, per l’ennesima volta il suo personaggio, questa volta ci trovavamo di fronte ad un lottatore “frustrato” all’ennesima potenza con i poteri alti, rei di non considerarlo a dovere. La negazione al lavoro era talmente alta che l’atleta entrava in ring praticamente senza musica, nel silenzio più assoluto. Dolph viene inserito nell’incontro titolato per il titolo US senza una “grandissima” motivazione e vince la cintura grazie ad un pin vincente su di un altro heel. Se avete letto la mia review, in quel contesto parlavo di una scelta bizzarra. Ebbene ciò che mi è sembrato strano domenica mattina, si è trasformato in stupore positivo martedì. Perchè la scelta di far abbandonare così la cintura durante Smackdown è la scelta migliore che potessero fare con questo nuovo character di Ziggler…lui lo aveva detto…di essere il migliore. Adesso questa storyline ha un potenziale enorme e rappresenta a mio avviso, l’ultima grande possibilità per il 5 volte campione intercontinentale (non credo di sbagliarmi). Onestamente non credo che alla fine vedremo uno Ziggler catapultato nei piani alti, perchè la WWE ha più volte dimostrato di non credere fino in fondo nel ragazzo, ciò nonostante un piccola speranza è giusta averla. Speriamo che il suo ritorno avvenga non solo nel giusto modo, ma anche con le tempistiche opportune (Punk insegna).


THE FIRST EVER WOMEN’S ROYAL RUMBLE MATCH

Nonostante fosse telefonato da tempo, questo annuncio rappresenta una svolta epocale all’interno della WWE: per la prima volta vedremo una Royal Rumble tinta di rosa. In tale contesto l’unico, a mio avviso, interesse, è quello di capire se la cosa possa essere giusta o meno. Immagino che tra gli amanti del wrestling, ci sarà chi sarà a favore e chi contro. Io rientro nella categoria di coloro che sono a favore, non tanto per dare una continuità alla women’s revolution quanto al fatto per rompere con il passato…rompere con il concetto di Divas. Al giorno d’oggi, nel roster WWE ce ne sono poche, la maggior parte sono lottatrici, con la L, maiuscola e non bellezze messe sul ring per esibirsi ed intrattenere il pubblico con le loro curve. Che poi il livello dei match non sia sempre all’altezza di come lo era stato e lo è spesso ad NXT è discorso a parte, perchè sul ring ora entra del talento, in grado di mantenere l’asticella ben alta, sempre e quando gli venga data la possibilità. Ben venga dunque questo match…a gennaio, sapremo più o meno già quale donzella arriverà a Mania con la sua opportunità titolata, così come accade da anni con gli uomini.


A BEAST BETWEEN TWO BEASTS

Lesnar vs Kane vs Strowman…se qualcuno di noi si dovessere per caso trovare in mezzo a queste tre bestie avrebbe vita breve….a parte le cavolate, molti hanno storto il naso…molti non volevano vedere questo incontro…molti avrebbero preferito qualcosa di diverso. Sotto un certo punto di vista li capisco, sotto quello strettamente legato all’orbita WWE, un po meno. Credo che al momento questo incontro, possa starci eccome, proprio per come sono stati costruiti i personaggi fino ad oggi. Ok, Kane è un “inserito”, ma che Lesnar e Strowman feudino per il titolo alla Rumble ci può stare, ovvio non vedremo un incontro tecnicamente eccelso, però è altrettanto ovvio che i lottatori non si risparmieranno. Lesnar non si è mai tirato indietro una volta, nonostante le critiche di chi non lo reputa un campione “adeguato”. L’ex membro della Wyatt Family credo, non solo, sia stato uno dei personaggi meglio sviluppati in WWE nell’era moderna, ma è anche che sia stato il lottatore che ha fatto più progressi nell’ultimo anno. EMG ci ha sempre creduto nelle sue potenzialità…(ovviamente WWE parlando) ed è stato accontentato. Poi c’è Kane che sembra essere stato messo li per prendere il pin e non bruciare gli altri due…dico sembra perchè ultimamente la compagnia di Stamford ci ha stupiti con scelte a volte curiose…Per cui, potrà anche non piacervi, ma allo stato attuale delle cose, questo incontro (e parliamo di Raw) ha lo star power più che sufficiente per essere presentato alla Royal Rumble…e questo è un fatto.


Buon Natale ed…

EMG OUT!

EMG…semplicemente EMG

Enrico Maria Gorreri

EMG...semplicemente EMG

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com