Il WWE Hall of Famer Jimmy “Superfly” Snuka sta affrontando una diatriba legale che lo vede accusato di omicidio colposo e omicidio di terzo grado, legati alla morte, nel 1983, della sua fidanzata, Nancy Argentino.

Venerdì Snuka è apparso in tribunale a Lehigh Valley, PA, per determinare se le sue condizioni fisiche e psichiche gli consentono di affrontare il processo. Lo psicologo  Frank M. Dattilio ha detto che Snuka è diventato “Un guscio d’uomo“, e che il suo cervello è irrimediabilmente danneggiato da anni di acrobazie sul ring. Il dr.D’Attilio ha anche detto che “la demenza di Snuka aumenta ogni giorno e che ormai ha gravi perdite di memoria.” Secondo D’Attilio, dunque, Snuka non è in grado di affrontare il processo.  La decisione definitiva sarà presa Venerdì prossimo.