Kenny Omega: ” Una testata non conclude istantaneamente una carriera”

Kenny Omega è stato recentemente intervistato da SportsKeeda, ecco alcuni highlights:

Su una possibile entrata di Hulk Hogan nel Bullet Club:

No comment

Sull’infortunio di Shibata e sull’uso in generale delle testate

Le persone devono capire la natura di ciò che noi facciamo e lo stile di vita che viviamo.  C’è questa strana supposizione che tra uno show e l’altro noi riposiamo confortabilmente e  che, una volta in ring, riusciamo a gestire ogni situazione al 100%. La verità è questa, noi lavoriamo tutti i giorni, e quelli in cui non lavoriamo sono giorni in cui viaggiamo perché la destinazione in cui dobbiamo lottare è molto lontana. Una testata non conclude istantaneamente carriere. Non ho dubbi che può contribuire, ma dare la tutta la colpa a quella mossa è ingiusto, bisogna tenere conto dello stile di vita[..]

La salute di Shibata li permette di miniizare dieci testate in un incontro da più di sessanta minuti. Nel nostro sport, però, ci sono sempre dei rischi in quello che facciamo. Cavolo, dieci anni fa ho strappato il mio menisco durante l’entrata, portandomi ad operarmi per questo. Noi (inteso come top stars) prendiamo più punizioni e fatica delle altre stelle presenti nello show, la nostra percentuale d’infortunio cresce, mentre il limite del nostro corpo è sempre più basso.

 Su alcune sue mosse usate da atleti WWE
Sono felice per questo. Esaminando la loro esecuzione, è difficile apparire come la stessa mossa comunque. Ora nel 2017, quasi tutte le mosse sono state create. Per fare qualcosa di “nuovo”, qualche volta l’unica è quella di aggiungere la tua interpretazione ad una mossa già esistita. Io ho un repertorio mosse abbastanza originale, nonostante ciò, ho voluto agiungere una Dragon Suplex al mio arsenale. Lo resa fresca aggiungendo uno scatto durante l’esecuzione e tenendo l’avversario al tappeto. A vederla sembra originale, ma alla fine è sono una Dragon Suplex