Inside RAW #14 – The Return of the Queen

Bentornati signori all’Inside RAW, versione Halloween, quindi Inside RAW-lloween! Nella puntata del 31 ottobre, il giorno dopo Hell in a Cell, faremo i conti con quello che è scaturito dopo il PPV esclusivo di RAW, con l’evoluzione delle faide e, perché no, con lo sviluppo delle storyline in vista delle Survivor Series. Iniziamo!
HEYMAN IS DOWN
La puntata si apre con Bill Goldberg, il quale parla riguardo la risposta di Brock Lesnar alla sua richiesta di un combattimento. Ed ecco che arriva Paul Heyman, in rappresentanza della Bestia. Heyman che, come al solito, fomenta il pubblico e, udite udite, sembra perfino pronto ad anticipare la sfida delle Survivor Series all’odierna puntata di RAW! Sembra tutto pronto, risuona addirittura la theme del Conquistatore ma di quest’ultimo neanche l’ombra. Burlone Heyman, che ha fatto lo scherzetto. Uno scherzetto che difficilmente Goldberg sta riuscendo a digerire, tanto da prendersela contro l’avvocato finché, a interrompere l’inizio del massacro, si palesa Rusev. Il bulgaro, più coraggioso che mai, si permette di prendere sulle spalle l’eredità temporanea di Lesnar e sfida Goldberg, sottovalutandolo. Ma ecco che si risveglia il Goldberg noto a noi tutti, Jackhammer e Rusev va KO. E non è finita, perché feroce come ai tempi d’oro, arriva la Spear ai danni di Paul Heyman. Una Spear che vale più di mille parole e che sicuramente farà imbestialire Brock Lesnar che, al primo incontro col suo avversario, non avrà tanta pietà. Il dado è tratto: la Spear di The Man sa di affronto, un affronto che Lesnar è pronto a prendere di petto. E poi di German Suplex ed F-5. Goldberg è avvisato.
THE MAN WITH A PLAN
Brian Kendrick, no, sorry…THE Brian Kendrick is THE MAN! The Man with a plan! Un piano andato in porto benissimo e che è riuscito a trasformare Kendrick da fallito che elemosina la cintura dei pesi leggeri a TJ Perkins ad un approfittatore da cui ogni heel come si deve dovrebbe prendere esempio, in sola una settimana! Da non credere! Ma stiamo attenti, Brian, perché a giocare col fuoco, poi ci si scotta! TJ Perkins, d’altronde, non è un novellino. Ha chiesto il rematch a Kendrick e si è visto sbattere la porta in faccia, con il campione Cruiserweight che si è fatto contare fuori, perdendo sì il match ma rimanendo il campione. L’astuzia non sempre appaga, ed ecco la Kneebar di Perkins fuori dal ring. Da lì non si scappa e questo Brian lo sa.
Tuttavia, personalmente non c’è bisogna di preoccuparsi. Sia Brian che TJP hanno i loro anni di esperienza alle spalle, entrambi sanno cosa vuol dire portare una cintura alla vita. Ora che il rematch è andato in fumo, Brian Kendrick potrebbe fare il proprio gioco, magari concedendo un match titolato a qualcun altro. E non dimentichiamoci che un certo Akira Tozawa, così come Jack Gallagher e Noam Dar, non ha ancora debuttato. Senza tralasciare il secondo finalista del Cruiseeweight Classic, Gran Metalik, sparito dalle scene da un po’ di tempo. Non mi sorprenderebbe un Triple Threat Match alle Series.

 

QUEEN CHARLOTTE
The Queen is back! Assurdo, è accaduto l’impensabile ad Hell in a Cell. Per la prima volta, un match femminile si è tenuto nel main event di un PPV e, come se non bastasse, si è tenuto all’interno dell’Hell in a Cell. La storia è stata scritta ed il match è stato giudicato da molti come ottimo, il migliore della serata. Personalmente, se dovessi dare un numero da 1 a 10, darei un 8, un voto giusto e che non è esagerato. Charlotte quindi è tornata campionessa. Anche meritatamente, visto il suo egregio comportamento da heel nel match della sera prima con Sasha Banks.
Ed ora? Ed ora, Bayley! Si, Bayley! Ma prima, Survivor Series, con la figlia di Ric Flair che capitanerà il team femminile di RAW. E poi? Roadblock. Bayley vs Charlotte non è ancora ufficiale ma sembra proprio una certezza per il prossimo PPV mono brand di RAW. Questo anche a causa della mancanza di sfidanti credibili per Charlotte ma anche per costruire il match di ritorno di Sasha Banks che, una volta tornata, punterà alla corona femminile che, allora, con tutta probabilità sarà attorno alla vita di Bayley. Nel frattempo, godiamoci il terzo regno da campionessa della Queen, la quale non ha mai deluso e che, senza Dana Brooke come guardaspalle, non potrà che fare meglio nel ring. Mentre al mic, Charlotte è una certezza. Ma non serve che io ve lo dica.
È tutto per l’Inside RAW-lloween, una puntata che non mi ha preso più di tanto, come ogni classica puntata dedicata ad Halloween. Speriamo sappiano costruire come si deve le faide per le Series.
Io vi saluto.
Passo e chiudo.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com