RWA Casus Belli : ( mannaggia a Trenitalia ) Report

Prima ancora d’iniziare questo reportage, vorrei ringraziare Vincenzo ” può accompagnare solo ” Gioioso per aver recensito il  primissimo Show della Rising Sun. Se vi è sfuggito, dategli un’occhiata. Sfortunatamente non ho potuto assistere in maniera diretta al secondo Evento del nuovo corso della RWA grazie anche ai sempre piacevoli disguidi ferroviari che tanto rafforzano la fede delle persone nella cristianità o in qualsiasi altra religione a suon di…oh scusate, sto divagando. A differenza di Wrestling Fest, questa volta  mi sono avvalso dei video presenti sul canale YouTube della Promotion romana ( realizzati da Diego ” il Mostro ” Piacentini di World of Wrestling ) per narrarvi cosa è successo domenica 15 Maggio nell’ormai consueta Location del Paladanubio di Fiumicino. Inoltre, per completezza d’informazione non posso evitare di invitarvi a leggere il report di thearchitect / Yuri Martinelli della pagina Facebook  Believe in the Shield realizzato per World of Wrestling. E se ve lo state chiedendo no,  per  queste ed altre  doverose marchette non piglio un centesimo, le faccio solo perchè lo ritengo giusto. Certo, se i diretti interessati poi volessero ricambiare con qualche ritorno economico…scusate ancora, basta con la zingaragggine ! Si passa all’azione !

 

La serata inizia con l’arrivo di Max Malpensa ( Presidente del Bologna Wrestling Team e all’occorrenza anche Arbitro ) che dà il benvenuto al pubblico e spiega il perchè dell’assenza dello storico Ring Announcer  Max ” Hot Mic ” Realdini e del General Manager Giuseppe ” The King ” Danza, sospesi in seguito ai fatti di Wrestling Fest ove la collaborazione tra la BWT e l’RWA è stata messa seriamente a rischio. Malpensa, dopo aver elencato e ringraziato gli Sponsor, annuncia il primissimo incontro e presenta l’Arbitro designato per questo Opener, ossia Filippo Malvezzi ( allenatosi in Knokx Pro, Fed. dell’Hall of Famer Rikishi ). A darsi battaglia saranno  due ” Volti ” : quello pulito dell’RWA e il più bello del Wrestling italiano. Dei vari problemi tecnici occorsi durante lo svolgersi dello Show ne parlerò alla fine.

 

RWA vs BWT match : Felix vs Nico ” Narciso ” DeMarco ( Voto : 6,50 )

 

La prima fase dell’incontro vede i due contendenti scambiarsi leve e chiavi articolari agli arti superiori, con un Felix capace di portarsi in vantaggio, fino a quando Narciso non controbatte con un preciso Standing Dropkick, seguito subito da una Backbreaker. Il vanesio lottatore incentra il suo piano d’attacco su manovre volte a debilitare la schiena  e le gambe dell’avversario  come il Vertical Suplex e la Single Leg Boston Crab, Felix però riesce a resistere e raggiunge la corda più bassa, interrompendo la sottomissione di NN. Pur in difficoltà, Felix cerca di sfruttare ogni imprecisione del bolognese e per poco non lo inchioda al tappeto con un Backslide pin. Nel pieno della battaglia, incentrata sulla sportività e l’atletismo, ecco risuonare la Theme di Jean Jacques Zazà ( orfano come a PWE From The Ashes del suo Manager Jean Pierre Pepè ). L’arrivo dell’odiato ” francese ” distrae Felix, lo rende incauto e DeMarco si avvicina alla vittoria con un Fisherman Suplex Pin, prima di subire un Enzeguiri Kick. Un confronto equilibrato ed incerto, rovinato dall’interferenza del transalpino che con un colpo di baguette alla nuca di Narciso, causa la sconfitta del suo rivale.

 

Vincitore per Squalifica : Nico ” Narciso ” DeMarco

 

Zazà non si capacita della decisione arbitrale, salvo poi infierire su Narciso con calci e pugni fino a spedirlo fuori dal ring. Felix non è per nulla contento dell’esito del match, ma il francofono lo invita a fidarsi di lui, lo spinge ad unire le forze per sbaragliare la BWT, salvo poi tramortilo con il microfono ed umiliarlo con la Guillotine ( Snap DDT ). Non ancora pago e soddisfatto del suo operato, Jean Jacques vuole liberarsi definitivamente dell’odiato antagonista e lo sfida ad un Career match: chi perde sarà costretto ad abbandonare l’RWA ! Sicuro dei suoi mezzi e di essersi preso un cospicuo vantaggio, Zazà s’incammina verso le quinte, sbeffeggiando ed irridendo i fan.

 

Dopo questa spiacevole parentesi, Malpensa è di nuovo al centro del quadrato e chiede al pubblico di fare un applauso ai tecnici che nonostante le  varie problematiche, stanno cercando di svolgere al meglio il loro lavoro. La sua voce tuttavia viene interrotta poco dopo dall’arrivo del Campione RWA Willy G, fiancheggiato dalla J & D Security (da un’elegantissimo Jail e  dal suo Tag Partner nella Roman Dinasty, con cui è anche in possesso delle Cinture di Coppia PWE, Dave Blasco  ). I tre scacciano il Presidente della BWT e Willy, pure se la folla non si dimostra molto interessata ad ascoltarlo, parla della sua storia personale, di come prima fosse un ragazzo a cui piaceva il Wrestling, che credeva nel rapporto con la gente e di esibirsi dando sempre il meglio per intrattenerli, fin quando non ha scoperto l’unica cosa realmente importante, ossia la Cintura di Campione. Per questo a Wrestling Fest ha deciso di sfruttare Red Scorpion, solo e soltanto per prendersi la Corona. Vi giuro che se fossi stato tra gli spalti, nel vedere Blasco ( con il solito capello sobrio ) tentare improbabili pose di Abbacchio Fu/ Arti Marziali all’amatriciana e nel sentirlo dare delle capre a tutti, prendendosela con una signora della prima fila, sarei morto dalle risate, da casa comunque l’effetto è quasi lo stesso. Malpensa non tollera l’arroganza di Willy e prova a rientare nel ring, ma Jail e Blasco non sono dello stesso avviso. Nulla cambia fin quando non intervengono gli esponenti del BWT Leon, il  PWE National Champion JT9 e Red Scorpion. Si vengono così a creare due schieramenti distinti e pronti allo scontro in qualsiasi momento. La tensione è altissima e per  calmare gli animi decide di giungere Andres Diamond ( Commentatore di NXT su Sky Sport, Deejay e Wrestler, la sua ultima apparizione a livello lottato risale ad Harder ! Faster ! Stronger ! Show della Wrestling No Limits  ). L’ex componente del Roster ICW e WIVA annuncia di essere il nuovo General Manager dell’RWA e dopo aver compreso la delicata situazione tra le due Federazioni, sancisce una rivincita Titolata da disputarsi nel Main Event tra Red Scorpion e Willy G e in aggiunta Max Malpensa sarà l’Arbitro Speciale. Decisione accolta con entusiasmo dai Face della Realtà dell’Emilia-Romagna e dagli astanti, mentre gli Heel della Capitale masticano amaro. La rissa potrebbe scattare in qualsiasi momento, ed invece i romani abbandonano il campo di battaglia, lasciando ai fan la possibilità di acclamare i loro beniamini, almeno per il momento.

 

M.Malpensa è libero di riprendere il suo ruolo di Annunciatore e può presentare il secondo incontro della Card, ultimo lascito della gestione di King Danza: Mr.Mastodont ( reo di essersi schierato a favore dello Scorpione a Wrestling Fest ) è costretto a difendere il PWE Southern Champion ( mantenuto a PWE From The Ashes contro Chis Steel ) dall’assalto congiunto di Koba e del Presidente della Power Wrestling Entertainment, nonchè ex Detentore, Rocco Laurita.

 

PWE Southern Championship 2 on 1 Handicap match : Mr.Mastodont ( C. ) vs Koba & ” The Fighter ” Rocky Laurita ( Voto : 5,50 )

 

Prima del suono della campana, Koba e Laurita sosprendono Mastodont alle spalle e lo isolano all’angolo e si coordinano per indebolirlo il più possibile, intervallando il tutto con qualche insulto ai presenti . Il I Campione della storia dell’RWA fa valere la sua stazza e respinge entrambi a suon di avambracci in rincorsa, Bodyslam, Sidewalk Slam e Leg Drop. L’intento dei lucani è quello di riportare la Cintura tra le fila della loro  Promotion con ogni mezzo possibile e quando Laurita distrae l’Arbitro per un ipotetico infortunio, il Wrestler di Tito ricorre ad un colpo basso per stoppare il Mastodonte e con l’ausilio di The Fighter ricomincia ad amministrare l’incontro con una Doppia DDT e sale in alta quota per uno Splash dalla corda più alta. Gli schemi saltano definitivamente quando Koba ostacola uno schienamento di Rocky, bramoso di cingere l’Alloro del Sud intorno alla vita e tradisce il suo Presidente, atterrandolo con una Slam frontale. Un’azione davvero poco accorta da parte sua : il Grosso Braccio della Legge ha avuto tutto il tempo di riprendersi e annienta Koba con la patentata Samoan Drop per il conteggio decisivo.

 

Vincitore ed ancora PWE Southern Champion : Mr.Mastodont

 

Il terzo incontro ha visto l’introduzione di una nuova Corona, dedicata ai Wrestler propensi all’estremo, al rischio e a fuoriuscire dalle regole classiche della Disciplina. D’ora in avanti, anche la RWA avrà una sua Divisione Hardcore. Max Malpensa lascia gli onori al neo GM Andres Diamond che, dopo essersi raccomandato con lo Special Guest Refree del Main Event di essere giusto ed imparziale, consiglia ai fan delle prime fila di fare molta attenzione e di tenere gli occhi aperti per evitare che le azioni sconsiderate dei 4 Wrestler coinvolti possano recar loro danno.

 

Fatal 4 Way per l’assegnazione dell’ RWA Hardcore Championship : ” Il Profeta ” JT9 ( C.) vs ” Il Guerriero Postatomico ” JK w/Abominio  vs ” Il Re dell’Hardcore ” David Graves vs Paziente Zero w/Insanity ( Voto : 7,30 )

 

Graves si estrania momentaneamente dalla battaglia, provocando JT9 ed il Paziente Zero ne approfitta per gettarlo oltre la terza corda e si scontra con JK, avendo la meglio con due Running Splash e va per il trittico, ma il Guerriero si scansa. Come da tradizione le disfide a più persone sono incentrate sul caos e la confusione e questo F4W non fa eccezione, poichè tutti i contendenti finiscono per malmenarsi a ridosso delle prime file.  JT9  sfodera tutta la sua agilità e con  un Asai Moonsault si abbatte su tutti quanti. Tutti eccetto Graves : l’ex Campione  Estremo della WIVA ed Hardcore della FCW è riuscito a spostarsi all’ultimo momento ed armato di Kendo Stick si accanisce sulla schiena del Profeta. Di ritorno nel quadrato sono sempre DG e JT9 a monopolizzare la scena fino a quando l’Uomo della Hand of Destiny non fallisce un’evoluzione aerea, finendo vittima dell’Edgecution / Impaler DDT di Graves, ostacolato con rapidità dal Paziente Zero, munito di bidone, a cui si unirà JK ed entrambi a suon di pugni sulla nuca ( ancor più pesanti grazie alla superficie metallica ) metteranno a mal partito il Re dell’Hardcore, prima di essere tramortiti dallo stesso oggetto contundente per mano dell’attuale PWE National Champion. Il Guerriero Post Atomico dimostra di avere molta resistenza, ridestandosi in breve tempo ed eseguendo 2 veloci Bodyslam ai danni di JT9, lesto a scongiurare la terza e nel sorprendere JK con un Calf Kick. Il PalaDanubio diventa il teatro di una vera guerra all’ultima arma tra sedie, bidoni e mazze da baseball avvolte nel filo spinato. Nei concitatissimi atti precedenti il finale, Il Paziente sfodera un particolare Front Suplex Slam con caricamento a Fisherman su JT9, non avvedendosi della presenza minacciosa di JK e del suo fulmineo Superman Punch e lo stesso Guerriero Postatomico si farà sorprendere da David Graves e da un rimasuglio di sedia, fracassato sul suo cranio. I 4 gladiatori moderni  stanno facendo di tutto pur di ottenere l’unico e glorioso posto riservato a colui che cingerà l’Alloro di Categoria per la primissima volta.  Con le immagini si passa direttamente al momento culmine di questa carneficina : Graves crede di poter ampliare la bacheca dei trofei riducendo al silenzio Il Paziente a colpi di bidone se non fosse che Il Profeta, usando la sua Hand of Destiny per fini poco nobili, lo sorprende con un Low Blow e libero e indisturbato, plana sull’inerme Zero con la  risolutiva Swanton Bomb.

 

Vincitore e I Campione Hardcore della RWA : ” Il Profeta ” JT9

 

Periodo ricco di successi e traguardi personali raggiunti per JT9, ora in possesso di 2 Corone di due Compagnie differenti e pezzo pregiato del Bologna Wrestling Team, non tutti però sembrano essere contenti per lui : infatti, la sua celebrazione viene interrotta da un incazzatissimo Jail. Microfono alla mano, Il Galeotto non è per nulla felice che un Titolo capitolino sia nelle mani di uno della BWT e senza giri di parole, minaccia il Campione, perchè la prossima volta sarà costretto a restituirlo e lasciarlo a Roma! JT9 non si fa intimorire e seppur debilitato, strappa il microfono dalle mani del Carcerato, chiamando a suo sostegno il pubblico di Roma, ottenendo percentuali bulgare di consenso ed approvazione. Jail se ne frega dell’opinione della gente e al grido di ” Rome Wrestling Academy ! ” inchioda JT9 con un Piledriver, prendendosi pure qualche applauso .     L’Uomo Proveniente da Atlantide ( Imola ), molto scosso per quanto è accaduto, ha comunque la forza necessaria per tornare nel Backstage senza l’assistenza di nessuno e…no davvero, guardatevi i video, sono stanco di ribadire l’epicità di quest’uomo, ormai dovreste averlo capito da soli.

 

Il quarto match, come ben ricorda Max Malpensa, sarà decisivo per lo sconfitto: chi perderà sarà bandito per sempre dall’RWA !

 

Career Match : Felix vs Jean Jacques Zazà ( Voto : 7,25 )

 

Reazione molto positiva all’ingresso di Felix e bordate di fischi per Zazà. I due si odiano a morte, si sono ostacolati fin da Wrestling Fest e a From The Ashes si sono rifiutati di collaborare nel 3 vs 1 per il Northern Championship di  Big Marcus. Questa volta in palio non ci saranno i capelli, i baffi o delle Cinture, ma la possibilità di continuare ad esibirsi estromettendo dal proprio cammino un acerrimo rivale, fonte di numerose complicazioni e sofferenze, a costo di mettere a repentaglio la propria permanenza nella Promotion.  Felix è ancora un po’  stordito per via dell’agguato di Jean Jacques, eppure riesce a disorientarlo con un Judo Hip Toss ed un Fireman Carry Slam basso, tuttavia la sua eccessiva irruenza concede a Zazà l’occasione di gabbarlo, con un’alternanza di manovre alla schiena, al collo e al busto e tramite tecniche al limite del regolamento. JJ si prende anche del tempo per perculare i fan, prima di scaraventare Felix oltre la terza corda, continuando la sua opera di distruzione con una Doppia Accettata dall’Apron, sempre sulla schiena. Felix, sfruttando la superbia del francese, accorcia le distanze con la classica sequenza di calci con l’aggiunta di avambracci e pugni e nel perimetro di gara, balza su Zazà con una Ginocchiata Volante dal paletto e quasi lo manda KO con un Running Enzeguiri Kick. Braccato e messo alle strette, Zazà ricorre a tattiche ancor  più disdicevoli, infilando le dita negli occhi di Felix e mettendolo a dura prova con ben 3 Scoop Slam. La posta in gioco è altissima e anche in ginocchio i due continuano a colpirsi a suon di ceffoni, fino alla ginocchiata all’addome di Zazà seguita dalla Snap DDT / Guillotine. L’espressione del transalpino passa dalla contentezza all’incredulità, quando Felix alza la spalla all’ultimo istante. No, il suo piano è stato studiato nei minimi particolari, lo sforzo del suo nemico è stato notevole, ma ormai è finito, basterà rifare la medesima mossa, potenziata dalla corda più alta e tutto si concluderà con l’umiliazione del suo antagonista . La fortuna però, aiuta gli audaci: una disattenzione fatale nella copertura, successiva alla Super Guillotine, concede a Felix di posizionare il piede sulla corda, rendendo nullo il triplice conteggio dell’Arbitro. Credendo di aver trionfato, JJZ quasi  non si capacita delle parole pronunciate  da Malpensa, quando l’incontro viene fatto ripartire. Inviperito e distratto dall’inutile alterco con il Referee, Zazà finisce vittima della furia di Felix e di una definitiva  Swinging Neckbreaker. Adieu, Mounsieur Zazà .

 

Vincitore ed ancora membro del Roster RWA : Felix

 

Felix è riuscito a liberarsi del suo arcinemico, tra gli spalti la gente lo acclama e lo sostiene quando decide di  sbeffeggiare JJZ passandosi sotto le ascelle la baguette del francono e facendogliela quasi inghiottire . Uno sgomento  Zazà esprime tutta la sua rabbia,  frustrazione e sdegno verso questa ” Federazione di falliti “, scomparendo dietro le quinte. Come da Stipula, non potrà calcare mai più ( concetto moooolto relativo nel Wrestling ) il ring dell’RWA.

 

E mo, è tempo der Maaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiin Eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeveeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeent della serata: riuscirà Red Scorpion ad avere la sua vendetta e a detronizzare il dispotico e presuntuoso Willy G ?

 

RWA Championship Special Guest Refree  match :  Willy G  ( C. ) vs Red Scorpion ( Voto:  7,60 )

 

Il General Manager Andres Diamond introduce ( per ben due volte, sia durante l’entrata e prima che l’Arbitro  Max Malpensa alzi la Cintura al cielo ) il Campione, proveniente da Roma e lo Sfidante, direttamente dalla Tana degli Scorpioni di Bologna.

 

Prima dello scoppio effettivo delle ostilità, c’è spazio per un po’ di comicità con una gara di popolarità e simpatia tra lo Scorpione e il due volte PWE Tag Team Champion, in cui viene trascinato pure l’Arbitro Speciale Malpensa. Nessuno sembra apprezzare il membro della Roman Dinasty, chissà come mai ? Red e Willy finiscono a muso duro e il momento degli scherzi cessa all’istante e si passa ad uno  ” scambio di   carezze “, concluso quando il Campione viene fatto accomodare oltre la terza corda e percosso senza rimorsi dallo Scorpione a pochi passi dalle prime file e poi a stretto contatto con le tribune. A nulla serve la timida reazione di G.  Sberle, Chop, Irish Whip e Bodyslam su una protezione in cartonato, l’ex BWT Champion è una furia e data l’importanza del confronto, il Direttore di Gara evita di ratificare il Conteggio Fuori o qualsiasi forma di Squalifica, favorendo lo spettacolo. Nel quadrato, Willy G continua a subire l’offensiva di RS, contrattaccando con un Suplex diretto ed un Braccio Teso quando il bolognese s’incaponisce con lo Stinger Splash. Come Zazà anche Willy non è solito lesinare sulle scorretteze e gli atteggiamenti poco sportivi e dimostra di saper far seguire al trash talking i fatti, per lui la cosa essenziale è distruggere i nemici, con ogni mezzo necessario. Scorpion invece continua a comportarsi in modo leale, contando solo sulle sue forze e le sue patentate mosse caratteristiche, tuttavia le ladrate di WG non gli danno tregua e questa volta è lui, dopo una ditata negli occhi, a terminare oltre la corda più elevata e a fare la conoscenza delle barricate. Adesso è Willy ad avere il controllo della sfida, finchè in maniera molto sciocca non si avventura sul paletto per un volo plastico, cadendo in maniera rovinosa per mano dello Scorpione Rosso, di nuovo in partita. La supponenza di Willy potrebbe essergli costatata veramente caro, quando ecco comparire i suoi fidi scagnozzi Dave Blasco e Jail, accorsi per sostenerlo  a cui si uniranno Leon e Nico Narciso per dar manforte a Scopion. La bagarre è inevitabile, scatta una rissa furibonda a bordo ring, seguono attimi davvero incerti e concitati, ricchi di tensione. Willy G riesce a resistere alla Michinoku Driver di Scorpion e da questo momento in poi accade qualcosa che ha del vergognoso : Blasco per salvare il suo Tag Team Partner, distrae ed importuna Malpensa in tutti i modi, defraudando Red Scorpion di un trionfo limpido ed inequivocabile e no, le nefandezze non sono ancora finite perchè con l’Arbitro impossibilitato a decretare il nuovo uomo di punta della RWA, il General Manager Andres Diamond decide di irrompere sulla scena e di passare la Cintura a Willy G. A nulla serve la perseveranza dello Sfidante quando il ” Campione ” lo colpisce con un calcio nelle palle e lo termina con la sua X Factor / Facebuster. Conteggio rapidissimo di Diamond e il sogno di Scorpion si tramuta in  un orrido incubo.

 

Vincitore ed ancora RWA Champion : Willy G

 

Con un pubblico profondamente schifato, Diamond spiega il perchè delle sue azioni : forse Roma merita un Campione migliore di Red Scorpion e per questa ragione si è alleato con Willy G ed il suo gruppo. Max Malpensa protesta, sostenendo di essere l’unico che avrebbe dovuto arbitrare il match appena concluso e pretende un 3 vs 3 risolutivo. Gli Heel confabulano e Diamond accetta, ma opta per un 4 vs 4.. e solo se  il Presidente della BWT ne farà parte. Malpensa tentenna, mentre Red Scorpion se ne frega,  lui è stato fregato per la seconda volta, ha solo intenzioni di mettere le mani addosso ad Andres e di far perdere 20 Kg a Blasco a suon di calci nel culo ! L’incontro viene ufficializzato, ma Willy G ha faticato troppo, è stanco, non vuole lottare. Per fortuna una sua vecchia conoscenza è presente nel Backstage e sarà molto felice di sostituirlo. Questa persona si rivelerà essere Pierpaolo Pollina alias  The Italian Gladiatior che dopo ben 2 anni d’inattività farà il suo ritorno nel ring.

 

Survivor Series match : Team RWA ( Jail, Dave Blasco, The Italian Gladiator & Andres Diamond )  w/ Willy G ( C. ) vs Team BWT ( Lèon, Nico Narciso, Max Malpensa & Red Scorpion ) ( Voto: 6,75 )

 

I primi a scendere in campo per i rispettivi schieramenti sono Blasco e Narciso e i ragazzi della BWT ( ad eccezione di Malpensa ) lavorano in armonia per fiaccare l’altra metà della Roman Dinasty nella maniera più veloce possibile  fino ad arrivare al Running Splash di Lèon. Diamond è costretto a scongiurare l’eliminazione di Blasco, ancora bersaglio prediletto dei bolognesi, fin quando un errore di Narciso non dà il tempo a DB di  eseguire un Polish Hammer e di far entrare Jail. L’Avanzo di Galera si scaglia su Nico con chop, pugni e spallate all’angolo, perdendo però la concentrazione per mano di Scorpion e Lèon. In preda al nervosismo, Jail viene punito da NN con un Enzeguiri in corsa e…e nulla : Narciso riprova ancora lo Splash all’angolo ed invece si becca prima una Valanga e poi un Running Shoulder Block, inizio in salita per i bolognesi ( da quel momento è stato chiaro che il match fosse ad eliminazione )

 

I Eliminato: Nico Narciso

 

Lo svantaggio viene subito colmato dal Gorilla Bianco Lèon con una Bodyslam ( a fatica ) sul Galeotto.

 

II Eliminato : Jail

 

Ora Andres Diamond si trova faccia a faccia con Red Scorpion e sono cazzi amari per il GM : chop, sberle, Shoulder Block, Bracci Tesi, Standing Dropkick Frontale, il Leader del Team BWT è inarrestabile. Diamond è frastornato e perciò Italian Gladiator preferisce farsi avanti. RS chiama dentro Lèon. Come in precedenza avevano fatto gli esponenti del BWT, anche la compagine dell’RWA si concentra su un singolo elemento dell’altra  Squadra.  ” The White Kong ” quasi viene stritolato da questa strategia, riuscendo per fortuna a terminare nel corner amico ove ad attenderlo c’è un irrequieto Red Scorpion. L’Arbitro fatica contenere il suo impeto, Gladiator in modo scaltro ne aprofitta e con Diamond lo atterra con una Double Clothesline. Ulteriore alternanza tra il Team RWA volta a sbarazzarsi dello Scorpione, sempre in grado di sfoderare le sue mosse caratteristiche, ma ormai  sul punto di capitolare dopo il Delayed Vertical Suplex di Gladiator. Altro doppio cambio e le speranze del suo gruppo e dei tifosi ora sono nelle mani di Lèon. Tra lui e Blasco i conti sono ancora aperti dal Marzo scorso e il PWE Tag Champion non può nulla contro la  Wasteland / Fire Man Carry Slam del giovane combattente, quindi ci pensa Diamond ad assalire alle spalle il Gorilla Bianco, concedendo a Blasco di batterlo nuovamente senza onore con la Reverse DDT. Il Team RWA sta spadroneggiando.

 

III Eliminato : Lèon

 

Ultimo Wrestler del suo Team , RS viene preso  in consegna da Dave Blasco che lo tartassa e non lo lascia respirare.  Tronfio e fiducioso del vantaggio schiacciante ormai acquisito, il romano si  concede  qualche attimo per  una rapido insulto verso i tifosi prima di una rincorsa all’angolo, commettendo un errore madornale : lo Scorpione intuisce le sue intenzioni, lo fa precipitare al suolo usando il suo corpo e lo inchioda al tappeto con un Jacknife Pin.

 

IV Eliminato : Dave Blasco

 

L’individuo dal capello più sobrio del mondo non ci sta a lasciare questa sfida senza aver commesso un ultimo atto disonesto per favorire la sua Federazione e perciò rifila la Reverse DDT sullo Scorpione, reo di averlo bugerato. Il Diamante del ring ora ha un’occasione d’oro, ma la spreca in malo modo, apostrofando Malpensa e dando modo al Pungiglione Volante di uscire dallo schienamento. L’ex N.1 della WIVA è troppo sicuro dei suoi mezzi ed incappa nel ritorno di fiamma di Scorpion, accentuato da una Rolling Senton, ma il Referee viene importunato da Gladiator che millanta delle presunte irregolarità nei confronti del suo GM. In un clima di sostanziale parità, i Capitani dei  rispettivi Team eludono le rispettive tecniche risolutive finali ( la Michinoku Driver per RS e La Caduta del Diamante / TKO  per AD ) fino al momento in cui Diamond,  scampato ad un’altra M.Driver di Scorpion non riesce con profonda scaltrezza e noncuranza a bloccarlo con un Roll up, tenendolo per il costume.

 

V Eliminato : Red Scorpion 

 

Lo Scorpione Rosso ne ha abbastanza dei sotterfugi attuati nei suoi riguardi e decide di non muoversi da bordo ring per dare sostegno morale a Max Malpensa, costretto suo malgrado a battersi nel ring. La situazione appare davvero critica per MM, costretto a cimentarsi in una sfida impari, Diamond lo sa bene e per questo evita di concludere il tutto velocemente, preferendo invece gustarsi il momento, comportandosi in maniera davvero spregevole e non ascoltando le parole ed i consigli di Gladiator che lo invita a finire subito Malpensa. Il GM dell’RWA non vuole dargli retta : questo ring è il suo parco giochi, può fare tutto quello che vuole. Vero e proprio delirio d’onnipotenza da parte di A.Diamond e la sua arroganza lo porterà  addirittura a spintonare e a schiaffeggiare il suo stesso alleato, forte della sua posizione di potere. Italian Gladiator avrebbe dovuto essere l’arma segreta del suo Team, ma Diamond non si sarebbe mai dovuto permettere di trattarlo come una pezza da piedi e per questo ha meritato di essere distrutto con la Gladiator Bomb ( Sitout Spinebuster ) ! Max Malpensa che fino a quel momento sembrava spacciato e rassegnato al suo triste destino, non crede ai propri occhi e senza pensarci due volte, si precipita sulla carcassa del Diamante per il Pin della vita.

 

VI Eliminato : Andres Diamond

 

Il Big Man romano completa il suo Turn Face con un’altro gesto molto generoso, facendosi contare fuori e regalando alla Promotion emiliana un insperato trionfo.

 

VII ed Utimo Eliminato per Count Out : The Italian Gladiator 

 

Vincitori del match : Team BWT, Max Malpensa è l’Ultimo Sopravvissuto 

 

Jail, Blasco ed il Campione RWA si avventano  su Gladiator fino all’arrivo di Mr.Mastodont e Felix. Scatta l’ennesima rissa furibonda conclusa con il  ” chiarimento ”  tra Willy G e il ” traditore ” IG avvenuto grazie ad una Gladiator Bomb proprio al centro del ring. Prima di andarsene, Il Gladiatore fa capire a tutti quanti le sue intenzioni relative alla conquista della Corona Massima per ora ancora alla vita del Wrestler allenatosi presso l’Accademia di Harley Race. Dopo aver ripreso i sensi, Willy, ancora un po’ frastornato, stringe a se la Cintura e dà la colpa di quanto è appena successo ai tifosi, ed invita quelle ” capre ” e quei ” falliti ” a tornarsene da dove sono venuti.

 

Bad Side of Indy Wrestling

 

– L’incontro per il Southern Championship, sarà stata la gestione o l’impostazione, ma non mi ha convinto particolarmente.  Il match ha dato l’impressione che i 3 potessero fare di più e metterci un pochino più d’impegno per migliorarlo. Comunque sia  non stiamo parlando di un match osceno o brutto.

 

– Come avevo sottilineato anche in occasione di PWE From The Ashes, gli orari non devono essere per forza rigidi, può sempre capitare di dover sistemare qualcosa all’ultimo minuto, ma 50 minuti d’attesa non saranno un po’ troppi se poi i problemi che si sarebbero dovuti risolvere permangono ugualmente ?

 

– E quali sono queste problematiche ? Sfortunatamente ancora una volta il microfono, la macchina del fumo attivata non sempre nei momenti più opportuni e le tempistiche legate alle Theme Song. Mi spiego meglio : Nico Narciso è stato costretto ad entrare con la Musica di Felix perchè la sua non è partita mentre quella di Jean Jacques Zazà è durata anche troppo. Infine è stata usata la stessa Canzone sia per far arrivare il Team BWT ad interrompere il discorso di Willy G e soci che per presentare il nuovo General Manager, ossia Andres Diamond . Non sarebbe stato meglio diversificare i due segmenti, magari adottando per il  primo la Theme di Scorpion ? Per finire, nel 4 vs 4 Survivor Series match,  il gong non sempre è stato suonato per sottolineare l’eliminazione dei vari partecipanti. È un peccato dover segnalare queste sviste perchè il Prodotto RWA ha un buono standard qualitativo e queste pecche possono essere limitate / eliminate.

 

Good Side of Indy Wrestling 

 

– Ottima idea quella dello Stage con Andres Diamond ( tenutosi il 15/5 dalle 14:00 alle 16:30 per un costo di 15 € ed era richiesto avere più di 16 anni) a cui han preso parte 9 persone, segno che questo tipo d’iniziative possono essere interessanti.

 

– Gli Sponsor, la Location fissa ed il prezzo consolidato per gli Show ( 5 € mentre i bambini sotto i 10 anni entrano gratis ) sono sempre degli ottimi punti di forza, soprattutto per una Federazione ripartita da poco e che punta ad esibirsi regolarmente con una buona cadenza.

 

– FCW, KOX, WIVA e TCW : queste sono le Promotion nostrane attualmente attive ad avere un Titolo Hardcore / Estremo ed ora anche l’RWA può fregiarsi di far parte di questa cerchia. Il Belpaese ha un nutrito numero di Wrestler amanti del rischio e delle contese dove le regole canoniche vengono meno. Starà all’RWA dare credibilità e prestigio a questa Divisione.

 

– I Direttori di Gara selezionati per l’occasione (Gabriele Pacchiarotti, Filippo Malvezzi e Max Malpensa ) si sono dimostrati competenti e preparati.

 

– Il Roster convocato, in generale, è stato davvero di buon livello e i due match migliori di questo evento sono stati quello per l’RWA Hardcore Title e la rivincita Coronata tra Red Scorpion e Willy G. Menzione speciale per il Career match tra Felix e JJZazà, raccontato in modo semplice ed efficace. Il Paziente Zero ed Insanity stan consolidando i loro personaggi, JK è ancora acerbo, ma ha del potenziale per emergere. Lèon continua a migliorare, David Graves sempre ottimo quando gli oggetti la fanno da padrone. Nico Narciso è un prospetto su cui puntare ad occhi chiusi, con o senza Fighi…Vallette al seguito. Blasco va fischiato ed insultato ad oltranza, sa farsi odiare troppo bene e l’idea di affiancarlo a Jail come Bodyguard del Campione è la cosa migliore che potesse essere fatta. Nonostante quel che ho detto sul loro match, ho apprezzato lo stesso l’impegno di The Fighter, Koba e Mr.Mastodont. JT9 è il terzo fratello segreto della Briscoe Family ed è…è…Follow The Way ed adoratelo, stolti ! Il neo GM Andres Diamond ed Italian Gladiator, seppur entrambi lontani dal ring ( specie IG ) si sono fatti valere. Red Scorpion è stato stoico e battagliero come sempre. ” Il Re dei 7 Colli ”  Willy G ( Trainer in RWA insieme a Felix ) ha nelle sue corde la capacità d’impersonificare l’emblema del Campione Heel, codardo, fifone ed infame e come lottatore non è affatto male.

 

– Gli spettatori ( occasionali o meno ) hanno fatto casino e si sono fatti coinvolgere e questo è sempre un dato positivo.

 

A questo Show darei un 6,50 per la capacità di continuare la narrazione degli avvenimenti pregressi e di creare nuove trame per il futuro. Non posso esprimermi sul numero dei paganti o su quante persone abbiano presenziato in quest’occasione, invece parlando del lottato, il livello di WF è stato in parte superato e l’RWA continua il suo periodo positivo e la prossima Kermesse sarà….un attimo eh…

Marketta Moment 

In data domenica  17 / 7 ,  alle ore 18:30 al Parco del Perugino ( Fiumicino, non distante da Parco Leonardo ) , in occasione della Festa della Birra, l’RWA tornerà in scena con ” All In ” ove tutte le Cinture della Promotion saranno in palio. Vi sarà la presentazione degli RWA Tag Team Titles ( che verranno assegnati d’ufficio a Dave Blasco & King Danza, che euforia !  ) ed in più la Card prevede il Triple Threat per l’Hardcore Title tra Jail, Black Ice e JT9 ( C. ), il confronto tra Red Scorpion ed Andres Diamond e la battaglia tra i due ex amici Italian Gladiator e Willy G per l’Alloro Massimo della Rome Wrestling Academy ! Ah già, lo Show è gratuito, no, così, tanto pe divvelo.

Lettori e lettrici di We The Wrestling, il vostro Kebbabbaro si scusa per l’immane ritardo con cui questa recensione uscirà e si propagherà nell’internet e vi saluta, dandovi appuntamento ad un prossimo sproloquio delirante in cui forse e ribadisco forse, potrete trovare anche una spruzzatina di Wrestling.

 

Alessandro Tulelli

Sono un ragazzo di Roma grande appassionato di Wrestling ( WWE, ROH, PWG, TNA, LU, ASCA, ICW, ecc... ) e...nulla, spero che quel che ho fatto fino adesso e quel che farò vi sia piaciuto e vi piaccia.