Inside Smackdown Live #39: La Scelta Politica

Queste immagini mi sembrano sufficienti per attirare l’attenzione di tutti

Benvenuti alla 39esima puntata di Inside Smackdown

OFFICIAL RESULT

  • #1 Contender’s Match: Jinder Mahal defeated Sami Zayn, Luke Harper, Dolph Ziggler, Erick Rowan and Mojo Rawley @ 18:45 via pin 2.75 Stars (2,75 / 5)
  • Non-Title Match: Charlotte defeated Champion Naomi @ 12:55 via pin 2 Stars (2 / 5)
  • Primo & Epico defeated American Alpha @ 3:10 via pin 1 Stars (1 / 5)
  • The Kevin Owens “Face of America” Open Challenge: US Champion Kevin Owens defeated Gary Gandy @ 0:35 via pin [NR]
  • AJ Styles defeated Baron Corbin @ 13:15 via countout 2.25 Stars (2,25 / 5)

L’ARRIVO DELLA REGINA

Scegliere di mandare subito all’arrembaggio la regina della rivoluzione femminile é stata una scelta azzeccata e non un passo indietro per il resto dello spogliatoio femminile. Ci sta infatti che la prima donna delle prime donne, arrivi nel suo nuovo regno e voglia immediatamente imporre la sua legge. Lei sará la donna da battere…le altre saranno le loro antagoniste perché in questo roster femminile mancava proprio una figura dominante che potesse imporre la propria idea…ed il proprio carisma. Adesso assisteremo alla sfida titolata con Naomi e non mi stupirei, che le altre ragazze, sentitesi scalzate dalla nuova arrivata…intervenissero.


UNA STELLA BRILLA NEL CIELO, MA NON É KO…PER ORA

Mentre gli The Shining Stars (d’ora in poi The Colon’s) battono gli American Alpha, in una categoria di coppia ormai diventata anononima (chi sono i campioni…who?who? who? cit….si aspetta con ansia il loro debutto) Kevin Owens si presenta al pubblico dello show blu come colui che vuole spaccare il mondo e dimostrare di essere il migliore…vuole essere il volto degli Stati Uniti. E cosa fa per provarlo? Semplice…la solita open challenge. Per il momento sono contento di questa storyline, perché da una cosa cosí é nato l’attuale KO e la bellissima faida con John Cena che all’epoca si esibiva nella stessa melodica litania dando vita a grandissimi incontri con tutto il roster…Cesaro…Ziggler..Zayn…ecc… era il periodo della gente ignorante di wrestling e finta profeta sul suolo internauta che diceva, cavoli Cena ha impatato a lottare…perdonatemi….sto sorridendo…

…ho perso il filo…sorry…ah si…dicevo che spero che questa faida, nonostante il suo giá esser visto…ripercorra i fasti di quel periodo, perché se cosí fosse ne vedremmo delle belle.


IL LUPO ED IL FENOMENO

A Corbin, affrontare Styles non puó far altro che bene…per la sua carriera e per migliorare il suo stare in ring e la gestione il match. Styles, autoproclamatosi volto del brand, al momeneto, si trova al di fuori del giro titolato e non ho idea di quali siano i piani nei suoi confronti…perché lo vado dicendo  da piú di un mese ormai…era al top della catena alimentare…aveva trainato un intero show…e non solo a Mania il suo incontro é stato un tappabuchi…perché é stato un tappabuchi, ma ora, nonostante sia probabilmente il lottatore piú over nella compagnia, non solo tra i fan, si trova in storyline marginali di secondo piano. La curiositá mi attanaglia e a voi?

…ovvio che stessi scherzando.


LA SCELTA POLITICA

Quanto visto nell’incipit dell’articolo potrebbe sembra insensato, assurdo…orribile…probabilmente io saró uno dei pochi a pensarla differentemente…a patto che in queste settimane che mancano all prossimo PPV…mi facciano credere che Mahal possa avere delle possibilitá di vittoria…ossia rendano credibile il personaggio. Vi puó sembrare assurdo quello che dico, ma la scelta fatta dai piani alti ha una sua logica politica… Jinder…una logica politica di marketing ed una logica prettamente politica. In un PPV di transizione proporre un avversario di transizione ci sta…se poi questo avversario rappresenta l’anti America…in questo momento di confusione ideologica…ci sta ancora di piú. Vince sa cavalcare l’onda, sa mischiare lo sport al businnes come pochi e credo che con questa decisione ne abbia dato ancora una volta dimostrazione. Per cui non arrabbiatevi, anzi cercate di essere felice nel vedere una faccia nuova…questi ragazzi (come tutti) sputano sangue per inseguire il loro sogno…lasciate che per un mese sia Jinder a sognare e giudichiamolo a lavoro concluso, non prima di iniziare.


IN CONCLUSIONE

2.25 Stars (2,25 / 5)

Puntata piú che sufficiente costruita per edificare il futuro…come per la sua nascita, Smackdown, avrá bisogno di un paio di puntate di rodaggio per tornare a pieno regime. Il potenziale per far bene c’è e vedrete che con il passare del tempo verrá incontrato quell’equilibrio che lo hanno reso uno degli show di wrestling piú gradevoli nel panorama televisivio.

 

LEGGI ANCHE