Inside Smackdown Live #41: The Face of America

Due settimane da Backlash…due giorni dopo Payback…Ppv dello show rosso che peró ha avuto connotati di azzurro quando due faide si sono intrufolate nell’evento. Smackdown Live si presentava ai nastri di partenza in questo modo…alla ricerca della quadratura del cerchio.


Benvenuti alla 41esima puntata di Inside Smackdown

OFFICIAL RESULT

  • Jinder Mahal defeated Sami Zayn @ 10:55 via pin 2 Stars (2 / 5)
  • Tye Dillinger defeated Aiden English @ 1:03 via pin [NR]
  • Carmella and Natalya defeated Naomi and Charlotte @ 11:55 via pin 2 Stars (2 / 5)
  • Dolph Ziggler defeated Sin Cara @ 4:35 via pin 1.50 Stars (1,50 / 5)
  • US Title Match: Kevin Owens defeated Champion Chris Jericho @ 12:40 via pin 2.75 Stars (2,75 / 5)

LA COSTRUZIONE CONTINUA

Lo scrivevo nella review di Payback e lo ripeto oggi…quell’intervento durante il PPV é stato determinante per la costruzione della credibilitá del lottatore. Lo stesso JBL al commento ha affermato che non sarebbe da escludere un nuobo JBL (scusate la ripetizione)…concetto che puó calzare con questo personaggio e che ovviamente serve per dare ancora piú certezze al pubblico relativamente alla diffidenza verso l’atleta. A farne le spese questa settimana é stato Sami Zayn (ci si é dimenticato della sua faida con Corbin). Il lottatore indiano sta ricevendo un discreto push e lo si sta presentando al pubblico nella giusta maniera, corretto l’atteggiamento, ottimo l’affiancamento dei due ragazzi Bolliwoodiani. Immagino che la prossima settimana avremo un primo confronto con Randy Orton, assente questa settimana.


LA DECISIONE DI BECKY

Non che ci fossero dubbi, ma alla fine Becky ha deciso di schierarsi con la nemica/amica Charlotte. L’universo femminile è al momento nel caos…abbiamo una campionessa, Naomi ed altre cinque lottatrici ed al momento attuale non si capisce quale di loro sará la prossima sfidante al titolo. Il caos non è mai una buona cosa e non vorrei che si optasse per una decisione che riterrei assurda…un 3 vs 3 a Backlash con il titolo lasciato per un momento in disparte…se fossi fosse sarebbe una decisione obiettivamente errata, perchè una cintura, per prendere prestigio, deve essere difesa. Spero di sbagliarmi.


LA SCELTA SBAGLIATA

Mi hanno fatto sorridere…ma i Breezango, a due sole settimane da Backlash, avevano bisogno di ring…avevano bisogno di wrestling…avevano bisogno di vittorie importanti e non di vignette umoristiche. Alzi la mano chi, dopo questo martedí, pensi la coppia cool possa avere una possibilitá contro i campioni…Non vedo mani! E ci mancherebbe altro, perché quanto successo a Smackdown, non é servito assolutamente a nulla…agli occhi dei tifosi Breeze e Fandango, sono rimaste vittime sacrificali messe li come tappabuchi…credibilitá sotto zero. Speriamo che nelle prossime due settimane si faccia qualcosa di diverso perché il tempo stringe.


THE FACE OF AMERICA

A volte alla WWE non bisogna tirar le orecchie…bisogna strapparle. Questa faida sensata nella sua costruzione…é esplosa in una serie di assurditá alle quali é difficile trovare un filo logico. Che i due si incontrino a Mania…perfetto…che i due abbiano una rivincita a Payback…ci sta…ma che a Payback vinca Jericho e che solo dopo due giorni vinca Owens riprendendosi il titolo…mi fermo qui. La WWE ragiona cosí, sono cose che sono giá capitate e che capiteranno ancora…la domanda é…ma é cosí difficile rendersi conto di quanto sia contorta una idea che si sarebbe potuto realizzare in modo molto piú semplice. Siamo cosí sicuri che, visto il passaggio del titolo intercontinentale a Raw, il “contro passagio” del titolo US nello show blu sarebbe dovuto avvenire in questo modo? La mia risposta é NO. C’è peró una cosa positiva, a Backlash vedremo Owens Vs Styles…match dal potenziale sproporzionatamente enorme….PS: tutto questo caos perchè Y2J torna a cantare…MAH!


IN CONCLUSIONE

1.75 Stars (1,75 / 5)

Puntata modesta…senza nessun picco, ma piuttosto monotona. Smackdown dal cambio di alcune superstar continua a navigare in acque torbide, neppure il match titolato di questa settimana ha fatto fare il salto di qualitá. Fortunatamente lo sfidante al titolo sta crescento discretamente bene ed il match per il titolo US a Backlash promette scintille. Per il resto poca roba…Dillinger che ha jobbato a morte a NXT ora asfalta i jobber e Nakamura non si é fatto vedere… Mancano due settimane al PPV e credo che nelle prossime due puntate la musica non cambierá…concendiamo questo periodo di assestamento nella speranza che a fine mese lo show ingrani la quinta come l’anno precedente.

EMG OUT!