Tough Enough S06E04

Innanzi tutto partiamo di dicendo che la puntata ha avuto una piccola evoluzione strutturale. I tempi morti sono sembrati meno ingombranti ed i giudici, con quelle “controfigure” di un fuori onda sono risultati più involucrati  nel contesto dello show.

Ora passando al quarto capitolo di questa soap opera è bene notare come gli spunti siano più di quanto ci si potesse aspettare.

Pronti via e si ricomincia da dove si era terminato con la puntata N.3…con i ragazzi che tornano al PC (d’ora in avanti utilizzerò impropriamente queste due lettere quando parlerò di performance center)…E cosa si trovano di fronte al loro ritorno? Una nuova concorrente (il cui nome agli archivi è Chelsea) accolta piuttosto freddamente, la quale senza neppure avere il tempo di ambientarsi si trova immersa nell’ormai stucchevole lotta tra le due “rifatte” del gruppo (Gabi e Amanda) che si insultano a suon di FAKE generando la ormai solita dose di ilarità negli altri concorrenti, ormai abituati a questo teatrino mediatico.

….ma il quarto capitolo della saga, ce lo ricorderemo soprattutto per un altro motivo…IL PROMO (King Barret era l’ospite d’onore)…si perché  la prova importante del giorno era proprio quella di far uscire dalle corde vocali la propria personalità…far capire attraverso semplici parole se si era fatti per il businnes o meno. Ebbene ciò che si è visto è stato come…scadente? Insipido?…difficile trovare le parole per descrivere ciò che si è sentito. Pochi, i ragazzi che sono riusciti a snocciolare qualcosa di interessante…poche, le ragazze che hanno dato l’impressione di avere quella proprietà dialettica in grado di fare la differenza…e fino qui tutto nella norma perché certo non ci poteva aspettare di essere di fronte ad un nuovo 3:16…ma é proprio da questa prova (la cui sede sembrava uno squallido cabaret bar di seconda categoria dei bassifondi statunitensi) che è iniziato il calvario di Sara Lee…la mingherlina ragazza statunitense (orribile nei suoi promo) è stata oggetto prima delle urla di Jericho (finalmente convincente) poi delle urla di Billy Gunn durante la prova in ring sulla Body Slam ed infine, ma non per ultimo per importanza, delle sfogo isterico di una Paige scatenata…e probabilmente in un periodo di alterazione ormonale.

Come ha reagito la ragazza? Bene, dopo una prima fase “sottomessa” e ricca di lacrime non solo ha tirato fuori le unghie, ma ha anche estratto dal cilindro  un promo decente al cospetto di una Paige che l’ha provocata a dovere aiutandola non poco ovviamente dopo averla nominata (gli altri due saranno Tanner e Gabi…che poi verrà inesorabilmente eliminata).
In tutto questo “minestrone” abbiamo assistito ad un insulto di Patrick ad Hogan che definiva l’icona del wrestling come il passato. Termine che ha generato ovviamente la rabbia del biondo baffuto (ma non era proprio il diciannovenne di colore che fino ad all’altro ieri sosteneva quanto fosse necessario avere una memoria storica e quanto si dovesse rispettare il passato?Non facciamo dietrologia)….c’è da dire come questa frase fosse uscita durante la solita litigata dell’universo maschile con spintoni e liquidi che volavano da ogni dove, promo involontari del faraone e…so cosa starete per chiedermi, ve lo leggo negli occhi anche senza potervi vedere…no ragazzi, questa volta Tanner (impegnato a limonare con la nuova arrivata) non c’entra…l’unica costante è sempre lui Patrick che alla sua tenera età è dotato già di una lingua piuttosto tagliente.

E ZZ? si è cercato di oscurarlo o forse era semplicemente poco ispirato però per lo meno Hogan si è reso conto che la sua nomination è utile come la pioggia per i campi durante la stagione dei monsoni…

MOMENTO DELLA SERATA: …a mani basse vince lo spelling di “SARCOPHAGUS”…parola utilizzata da Josh …. Nel suo promo contro Mada (praticamente un promo di stampo pseudo razzista)…certo che se si incontrano difficoltà nel trovare le lettere che compongono questa parola … che fa parte di quello che dovrebbe essere il tuo vocabolario… già si è detto tutto del programma.

Hasta Pronto!!!!