Tough Enough S06E08

Doveva essere la puntata del grande ritorno di John Cena dopo la frattura al naso causatagli da Rollins. Nel leader della chain gang Vince e HHH avevano visto quell’ancora di salvataggio necessaria a risollevare rating disatrosi…e invece ci siamo trovati di fronte alla miglior puntata di quest’ultima edizione di Tough Enough non per merito del pluridecorato campione, ma perché per la prima volta si è visto molto wrestling (parlato e lottato) e poco gossip.

Il cameo di Cena é stato a mio modo di vedere quasi “oltraggioso”. Due minuti…dico due minuti di orologio per dare piccoli consigli ai concorrenti e per accettare la sfida di Rollins….e qui mi fermo perché preferisco parlare del buono che c’é stato in questo episodio.

Partiamo dall’intervento di Jericho. Vedere il lottatore canadese interagire con i ragazzi sul ring é stata una cosa non solamente divertente ma a mio modo di vedere molto istruttiva. Il cinque volte campione del mondo da sempre piú l’impressione di divertirsi e sentirsi a suo agio quando si deve lavorare con giovani prospetti da lanciare o comuque da istruire…dote che gli va riconosciuta e alla quale é giusto dare un peso specifico ben superiore alla media. Durante queste “lezioni” i ragazzi sono stati introdotti in quella che sarebbe stata la prova del giorno….lo storytelling, ossia il saper raccontare sul ring la faida di cui si é protagonisti. Insomma saper mettere in atto quel lato oscuro del wrestling…l'”intrattenimento”…che molti odiano, ma del quale non si puó fare a meno.

Ebbene i ragazzi durante la sfida sono stati divisi in tre gruppi da due persone (Josh Vs ZZ; Tanner Vs Gigi; Amanda Vs Sara Lee) e hanno dovuto costruirsi una storyline che avrebbe poi “teatralizzato” sul ring. É stato, a mio modo di vedere, il momento piú istruttivo di queste otto settimane, momento in cui si é finalmente visto chi tra questi ragazzi puó avere quell’IT FACTOR necessario per tentare almeno di entrare nel mondo del wrestling professionistico e, perché no, rimanerci.

Josh, ZZ e Amanda, ciascuno con le proprie caratteristiche, hanno dimostrato di avere un qualcosa in piú rispetto agli altri (se ne sono accorti anche i giudici che non li hanno nominati), mentre i tre rimanenti hanno, invece, fatto notare delle lacune difficilmente modificabili se non attraverso un lavoro estremamente certosino (cosa che la Wwe non credo abbia intenzione di fare).

A Tanner é stato rinfacciato di essere totalmente privo di espressione facciale.

A Sara Lee di ridere troppo e non saper discernere tra il serio e il faceto

A Gigi (che nella prova attuava da face) di non saper far capire al pubblico (per l’occasione i lottatori di Nxt) il suo ruolo.

Ebbene di questi tre ragazzi quella che ha dovuto fare le valige é stata Gigi, che a mio modo di vedere paga due “handicap” …la lingua (gli americani non amano particularmente accenti diversi da quello del loro continente) e la scarsa alchimia con il pubblico…nonostante la ragazza fosse, a mani basse, la miglior performer femminile.

Detto ció ci rimangono solamente 2 puntate prima di concludere questa travagliata stagione che potrebbe decretare anche la fine definitiva del programma…se dovessi fare una riflssione basata sulla logica della trasmissione e la sua evoluzione dovrei dire, al di fuori di ogni ragionevole dubbio, che martedí prossimo l’eliminato ha giá un nome scritto sulla propria lapide: Tanner. Inutile negare che, se tutte le strade portano a Roma, la Wwe sta portando il programma ad avere un testa a testa finale tra Amanda e Sara da un lato e Josh e ZZ dall’altro…ovviamente pubblico permettendo…e sopratutto Bryan permettendo, avendo il leader dello Yes Movement ancora un “Save” da spendere.

MOMENTO MIGLIORE DELLA SERATA: la strisciata tipo serpente di ZZ dopo aver incassato una bodyslam con conseguente momento di eccitazione alla Warrior con agitazione “manuale” delle corde.

!!!Hasta pronto¡¡¡e

EMG…semplicemente EMG

Enrico Maria Gorreri

EMG...semplicemente EMG

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com