Vintage Wrestling #56: Steve Austin rinuncia all’ IC Title

La storia del wrestling lo ha dimostrato: diversi sono i motivi che possono indurre un campione a lasciare la cintura. Il contemporaneo possesso di un titolo più importante, come ad esempio avvenne a Bill Goldberg nel 1998 quando da US Champion vinse anche l’alloro assoluto. Incomprensioni con il proprio partner, nel caso dei titoli di coppia, come abbiamo visto più volte ed in varie federazioni.

Se ci trasferiamo in UFC, può essere dovuto anche ad un calo (od aumento) di peso che porta il campione ad uscire dalla categoria che rappresenta: tantissime volte, però, a determinare questa scelta sono gli infortuni.

Uno degli infortuni più famosi, o quantomeno più discussi, è quello che accade a “Stone Cold” Steve Austin in diretta televisiva durante Summerslam 1997: un pile driver di Owen Hart lo portò quasi alla paralisi, e lo costrinse in ogni modo inattivo per tre mesi.

Al suo ritorno sul ring, ovviamente, il texano affrontò proprio quell’Owen Hart che l’aveva messo ai box per tanto tempo riprendendosi il titolo intercontinentale cui aveva dovuto rinunciare: di nuovo in possesso del titolo, fu allora sfidato da un The Rock in rampa di lancio.

L’incontro tra i due avvenne ad In Your House 19 (Degeneration X), dove Austin trionfò utilizzando il suo pick-up per prendere vantaggio sulla Nation of Domination che aiutava The Rock: a causa dell’utilizzo non autorizzato del mezzo, il suo acerrimo nemico Vince Mc Mahon gli chiese di rimettere in palio il titolo la sera successiva a Raw.

Steve, però, aveva altri progetti: arrivò sul ring e ricordò che aveva già battuto Maivia, e non aveva alcun interesse ad affrontarlo di nuovo. I suoi piani, ora, erano più ambiziosi e riguardavano la conquista del titolo assoluto della WWE.

In tutta risposta, Vince Mc Mahon gli ordinò allora di dare forfait nel match e rinunciare alla cintura da campione: il texano lo fece, ma ovviamente a modo suo. Infatti, questa rinuncia al titolo, passerà alla storia come una delle più clamorose.

Dapprima Austin si presentò sul ring confermando che del titolo intercontinentale non gli importava più nulla, e quindi Vi rinunciava solo perché lui aveva deciso di farlo: poi lo consegnò a The Rock,
o almeno così parve……

…… dopo aver messo in mano la cintura al nuovo campione, infatti, gli strinse la mano e si congratulò con lui: ma appena Maivia abbassò la guardia, gli rifilò uno “Stone Cold Stunner” lasciandolo esanime al tappeto. Si riprese la cintura, sostenendo che The Rock sarebbe dovuto andare a cercarsela giacché lui vi aveva rinunciato, ma non aveva mai assicurato che l’avrebbe consegnata al nuovo campione designato.

La settimana successiva, con un The Rock furente a caccia del suo titolo per tutta l’arena, Austin si collegò via satellite da un fiume: “Hey Rock, è una bellissima serata. L’aria è frizzantina, c’è una luna meravigliosa ma siamo solo io e la tua cintura su questo ponte. Come ti avevo detto, io il titolo te lo avrei dato, ma non ho mai affermato senza che ci fosse alcuna fatica da parte tua. Se vuoi trovarlo, mi sono portato un po’ di cose che ti serviranno per cercarlo meglio: boccaglio, tubo, regolatore di pressione, bombola ad ossigeno (e spero per te sia piena) perché temo dovrai andare molto a fondo! Pensa, ti ho preso anche le pinne per sguazzare nell’acqua, ed un telefono per chiamarmi quando l’avrai trovata. Allora ti dirò anche – bravo!”.

Ebbene si, Austin stava per fare quello che molti di Voi avranno già intuito o in ogni caso ricordano: gettare il titolo nel fiume! Dopo qualche altro insulto al rivale, Austin lanciò infatti la cintura nelle acque gelide, lasciando tutti basiti.

Aveva dato forfait, ma come sempre a modo suo: ci sono due leggende, o comunque un paio di dicerie su questa cintura. La prima sostiene che in realtà nel fiume, fu gettata una vecchia cintura di campione di coppia.

La seconda, più incredibile, racconta che un pescatore (o comunque una persona della zona) riuscì a ripescare la cintura e cercò di rivenderla alla WWE per 5000 dollari. La federazione di Stamford rispose “no, grazie. Non ci serve e possiamo averne di nuove anche a prezzi più bassi”.

Da allora il destino di quel titolo, rimane avvolto nel mistero

Alla prossima!