We The Wrestling vi presenta….Nick Lenders

Lettori di We The Wrestling abbiamo realizzato per voi un intervista a un importante talento del panorama italiano, si tratta dell’attuale Rising Sun Tag Team Champion (in coppia con Mirko Mori nella stable dei BBB) Nick Lenders.

Ciao Nick, ti diamo il benvenuto nella sezione del nostro sito relativa al wrestling italiano e ai wrestler del panorama tricolore.

Ciao a tutti


Come ti sei avvicinato al mondo del wrestling?

Guardandolo in televisione su Italia 1

Dove hai iniziato ad allenarti? In quale federazione?

Ho iniziato in ICW

Hai avuto delle figure di riferimento durante il tuo percorso di crescita? C’è qualcuno che consideri un “maestro” della disciplina?

I miei punti di riferimento sono stati Crazy G e Mirko Mori, considero loro assieme a Mr.Excellent dei maestri della disciplina.

A cosa o chi si ispira la tua gimmick?

Il mio personaggio prende ispirazione da Mark Lenbders di Holly e Benji.

Sei sui ring italiani da ormai sei anni. C’è qualcosa che ti ricordi particolarmente dall’inizio della tua carriera?

La vittoria del trofeo “il numero uno 2016” il mio primo titolo in carriera.

Come è stato il tuo primo match ufficiale? Eri emozionato?

Non è stato un gran che ahahahah, era un tag team match, io e Queen Maya vs Doblone e Dimitri Delirio, ero probabilmente troppo emozionato e troppo teso, sbagliai veramente tanto e per un secondo pensai di mollare ancora prima di cominciare, a ripensarci adesso mi viene da ridere

Nel 2014 hai avuto la tua prima occasione titolata contro Mark Fit durante ICW Academy Cup 2014, l’incontro era valevole per il titolo italiano dei pesi leggeri. Ci puoi raccontare qualcosa di quel match?

Mirko per me è come un fratello e lo era anche all’ora, era probabilmente il match che sognavo fin da quando iniziai ad allenarmi con lui,, il match anno bene e ci fecero tanti complimenti, ricordo che per un po’ di tempo lo reputai il mio miglior match.

Avendo ormai affrontato tanti wrestler nella tua carriera, c’è qualcuno con cui ti sei trovato meglio sul ring? Invece rovesciando la medaglia c’e qualcuno con cui non hai avuto feeling sul ring?

Gli incontri che mi hanno divertito maggiormente sono stati quelli contro David Starr,Mirko Mori,Eron Sky,gli M&M e Mr.Excellent,al contrario sono un wrestler che si adatta abbastanza bene a diversi stili, quindi bene o male il feeling lo trovo con tutti.

Il 27 settembre 2015 durante ICW Academy Attack hai avuto un match titolato, uscendone seppur sconfitto, contro Red Devil valevole per il Titolo Italiano di Wrestling. Che ricordi hai di quell’incontro?

Ero molto emozionato, ritengo Devil un mostro sacro del wrestling italiano e per me fu una grande occasione datami dalla federazione.

Sempre in un evento della Italian Championship Wrestling, svoltasi nello stesso anno, Vae Victis 2015, hai affrontato Alessandro Corleone, Alex Flash e Simon Silas in un incontro che poteva vederti diventare il nuovo campione interregionale, invece a spuntarla è stato Alessandro Corleone confermandosi campione. Ti ricordi qualcosa di quel match?

Mi ricordo che fui l’ultimo eliminato, andai a un passo dalla vittoria contro un grande come Alessandro Corleone.

A ICW Pandemonium XIV invece hai avuto una nuova chance per diventare campione dei pesi leggeri, ma a vincere il match è stato Tenacious Dalla. Come è trovarsi sul ring contro altri otto avversari?

Molto impegnativo, bisogna stare attenti a tutto, ad ogni piccolezza, ad ogni dettaglio, poi ce sempre qualcun pronto a fregarti pur di portarsi a casa la vittoria in un match simile

Nel 2016 hai lottato durante la seconda giornata del Cartoomics contro il wrestler proveniente dagli Stati Uniti Kevin Lee Davidson, e in palio c’era il WIA Heavyweight Championship. Come è stato per te lottare con un wrestler come lui che ha lottato anche nella ROH e in altre importante federazioni? La sua esperienza ha aiutato?

Un sacco, io ero veramente inesperto,, e molto agitato visto he era il primo avversario straniero che affrontavo nella mia carriera, sentivo un po la pressione lo ammetto, poi lui era veramente gigantesco, immenso,veramente un big man, mi ricordo come annunciarono il match con parecchio anticipo e io non mi ero ancora nemmeno messo il costume, la musica suonò e andai doppiamente in panico, ma poi alla fine tutto andò per il meglio.

Sempre nello stesso anno durante l’edizione annuale del “Il Numero Uno”, hai vinto il torneo sconfiggendo in finale Alessandro Corleone. Ci vuoi raccontare qualcosa di quel torneo? Che impressioni hai avuto arrivando fino alla fine dello stesso?

Probabilmente quella vittoria su Corleone è la mia gioia più grande provata su un ring fino ad ora, non avevo mai vinto nulla prima di allora e avevo battuto nella stessa sera due lottatori del main poster come Rafael e Tempesta arrivando cosi in finale contro Corleone,il match poi fu una bomba, il pubblico di Novara mi incitò dal primo all’ultimo minuto, esplodendo al conto di tre, a pensarci oggi mi vengono ancora i brividi.

Hai lottato anche per la Rising Sun Wrestling Promotion, dove sempre nel 2016, insieme a Mark Fit durante “The House of The Rising Sun” siete diventati i primi contendenti ai titoli di coppia. Come ti sei trovato a lottare per la RSWP?

Molto ma molto bene e mi trovo benissimo anche tutt’ora, mi diverto sempre un sacco a lottare in Sun e per di più lo faccio al fianco di mio fratello Mirko,non potrei chiedere di più.

A ICW Total Destruction del 2016 sei diventato Campione Interregionale sconfiggendo Alessandro Corleone e hai iniziato un regno che è durato fino a marzo del 2017. Hai affrontato wrestler del calibro di Gargoyle, Doblone, Jester, Psycho Mike, Mr. Excellent, Miroslav Mijatovic, Gravity e altri ancora. Quale match ti ricordi maggiormente? Come è stato per te conquistare quel titolo?

Mi ricordo il match contro Corleone davanti al pubblico di casa, fu un successo in tutti i sensi, fu un match senza regole molto ma molto impegnativo.

Due giorni dopo aver perso il titolo sei riuscito a riconquistarlo dopo che era stato reso vacante sconfiggendo David Silas. Questo secondo regno si è concluso dopo circa sette mesi a ICW Vae Victis 2017 dove Miroslav Mijatovic ti ha sconfitto. Quale dei due regni come Campione Interregionale ti ricordi maggiormente?

Del secondo mi ricordo soprattutto la super faida con Mijatovic,che fece crescere molto entrambi e mi fece fare uno step in più.

Nella tua carriera hai vinto diverse volte il 24/7 Cartoomics Championship. Ci vuoi raccontare qualcosa su queste vittorie?

Diciamo che il titolo Cartoomics è molto una questione di opportunismo, più scaltro se più vittorie puoi fare.

Nel 2018, allo show della Rising Sun Wrestling Promotion “The New House of The Rising Sun”, hai affrontato uno dei talenti britannici più importanti come Maverick Mayhew che ha messo in palio il suo RCWA Elite-1 Championship. Come hai trovato lottare con lui sul ring?

Come detto prima è uno dei ragazzi con cui mi sono trovato meglio sul ring,ring, è un wrestler completo che sa alternare manovre spettacolari ad altissima velocità a manovre tecniche non da tutti, veramente un ragazzo con un grande futuro davanti a se.

Con Mirko Mori formate il tag team dei BBB. Vi trovate bene a lottare insieme? Ci vuoi raccontare qualche aneddoto che vi è accaduto sul ring?

Conosco Mirko da 10 o 11 anni, ci siamo sempre allenati insieme,insieme, usciamo con gli stessi amici,siamo praticamente sempre insieme, con lui veramente mi basta uno sguardo per capire che cosa farà sul ring, non abbiamo neanche bisogno di parlare. Mi ricordo la finale del tag team tournament della Sun, c’eravamo noi, gli Urban Guerrilla e i Whitewolf ,andammo a picchiarci in giro per il palazzetto( sia dentro che fuori) per praticamente 10 minuti. Fu veramente molto ma molto divertente.

Hai avuto modo di lottare anche nel Bologna Wrestling Team e nella Wrestling Megastars. Come valuti la tua esperienza in queste federazioni? Ti sei trovato bene?

Mi sono trovato molto bene, sono tutti molto gentili e disponibili, veramente dei bravi ragazzi.

A ICW Wrestlerama 2018 sei diventato Campione Italiano di Wrestling sconfiggendo Andy Manero, un regno titolato lungo cinque mesi che si è concluso a Motorslam 2018 quando hai perso contro Eron Sky, ma solo una settimana dopo sei tornato campione a ICW Fight Forever per poi riperdere tale titolo a Vae Victis 2018. Infine a fine dicembre del 2018 hai iniziato il tuo terzo regno con la cintura e tutt’ora sei il Campione Italiano dopo aver difeso il tuo titolo contro Trevis a ICW Generation 5. Come ti senti a possedere tale cintura? Ci vuoi raccontare qualcosa dei tuoi regni titolati o di qualche match in particolare?

Non ho perso contro Eron Sky ma contro Doblone, e i regni sono due. La cintura massima è penso l’obbiettivo principale d ogni wrestler e io sono riuscito a vincere quella ICW per due volte, sono molto orgoglioso di tutto ciò perché ho visto che con rispetto,dedizione e massimo impegno si possono fare grandi cose. Il match che ricordo in particolare è quello contro David Starr, buonissima persona e atleta incredibile, che mi ha dato tanti consigli,ho imparato moltissimo da lui, davvero un wrestler eccezionale.

Sei nella stable dei Revolve insieme a Riot e Tony Callaghan. Come ti trovi in essa? Quale è il vostro obiettivo?

I Revolve sono già un lontano ricordo,Tony è sparito e Riot è un infame.

Sei anche il campione in carica insieme a Mirco Mori dei titoli di coppia della Rising Sun Wrestling Promotion. Quali sono i vostri futuri piani per quei titoli?

Vincere contro tutto e tutti.

Se potessi scegliere di affrontare un wrestler a scelta, anche tra i più famosi del mondo, come quelli della WWE, NJPW, ROH e tutte le altre, chi sceglieresti? Hai un dream match che prima o poi sogni di fare?

Si il mio dream match sarebbe contro Zack Sabre Jr.

Ti piacerebbe poter lottare nelle federazioni più importanti del globo? Se si, quale/i?

Ovvio che si, mi piacerebbe molto lottare in America e in Giappone.

Quali sono i traguardi che hai per il tuo futuro nel mondo del wrestling? Hai qualche sogno nel cassetto?

Fare più match possibili al meglio possibile, e mi piacerebbe molto lottare all’ estero.

Che giudizio dai al tuo 2018 sul ring? E a questo inizio del 2019?

2018 molto positivo, penso di aver fatto i match migliori della mia carriera l’anno scorso, ho affrontato un wrestler come David Starr da cui ho appreso molto, il 2019 è appena iniziato e il bello deve ancora venire.

Come valuti il lavoro svolto dalle federazioni italiane? Hai qualche consiglio sia negativo che positivo che vorresti dargli?

Tante federazioni stanno dando il massimo possibile, invito tutti i tifosi a seguire il wrestling italiano e a supportarlo perché dietro c’è un grande lavoro.

Che consigli daresti a un giovane che si affaccia al mondo del wrestling per praticarlo, o volendo anche farlo diventare la fonte di reddito primaria?

Se avete solo 1% di curiosità e amate il wrestling,buttatevi e iniziate a praticarlo, è uno sport che può dare grandissime soddisfazioni, in tutta Italia ci sono tante scuole, troverete sicuramente quella che fa al caso vostro.

Concludo con una domanda che faccio a tutti gli intervistati. Come rispondi a chi dice che il wrestling è tutto finto?

Rispondo di venire a vedere uno show live o provare a praticarlo, i lividi, le contusioni e le botte sono li da vedere.

Dove possono seguirti i tuoi fan e i nostri lettori?

Seguitemi su:

Instagram: nicklenders

Facebook: Nick Lenders wrestler

Twitter: GoaLenders

YouTube: Nick Lenders Wrestling

Ti ringraziamo per il tempo che ci hai concesso. Buona fortuna per il tuo futuro nel lavoro e nella vita privata

Grazie a voi e ciao a tutti

Lorenzo Fanti

Un fan da sempre della WWE, seguo la compagnia da quando era su Mediaset con Rey, Chris Benoit, Kurt Angle, JBL, Booker T e tanti altri. Inoltre seguo con grande passione Impact Wrestling, una compagnia spesso sottovalutata ma che fa ottimi show. Poi ho interesse anche nelle Indy europee. Non disdegno di seguire anche tutte le altre federazioni, ognuna può dare qualcosa alla passione della gente.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com