We The Wrestling vi presenta…Paxxo

Lettori di We The Wrestling abbiamo realizzato per voi un intervista a un altro talento tricolore che attualmente lotta in Scozia, ma ogni tanto torna a lottare nel nostro paese. Si tratta di Paxxo.

Ciao Paxxo, ti ringraziamo per il tempo che ci hai concesso a noi di We The Wrestling.

Grazie a voi per l’interesse nei miei confronti !

Come ti sei avvicinato al mondo del wrestling?

Mi sono avvicinato al mondo del wrestling come molti fan Italiani durante il boom WWE del 2003. Ricordo che uno dei primi show che ho visto era una puntata di smackdown su Italia 1 ai tempi della rivalità Lesnar vs Undertaker.

Dove hai iniziato ad allenarti? In quale federazione?

Ho iniziato a fine 2010 presso il polo Italian Championship Wrestling di Pavia(ora polo di Lodi).

Hai avuto delle persone che consideri “maestri” nel tuo percorso di crescita?

Assolutamente! Credo che chiunque nel mondo del pro wrestling abbia un maestro e punto di riferimento e il mio senza ombra di dubbio é stato Mr.Excellent che appunto allenava e allena al polo di Lodi ICW.

A cosa o chi si ispira la tua gimmick?

La mia gimmick si ispirava inizialmente all’immagine del Clown classico. Poi con il tempo il personaggio é cambiato passando da qualcosa che richiamava il Joker della Dc comics a una figura di demone clown con un taglio gotico. Attualmente direi che é un mix di tutti queste sfaccettature.

Nel 2014 hai avuto un’importante storyline con Crazy G e “The Falcon” Chris Wilson mentre eri nell’ Italian Championship Wrestling e sempre con loro due hai avuto un importante match nello stesso anno a L’ora dei Campioni. Che ricordi hai di quella faida?

Posso dire che è stata la prima vera faida in cui sono stato coinvolto. Non ero direttamente coinvolto ma ero la parte nel mezzo. Amico di Willson e compagno di coppia/allievo di Crazy G. Arbitrare quel match é stato un compito mentalmente difficile e contare un 3 decisivo per il ritiro di un atleta non è mai bello purtroppo. Il momento più toccante é sicuramente stato il post match con il promo di Crazy G con tutti i lottatori sul ring in segno di rispetto.

Hai fondato con Ombra e Imcubo la stable dei “Discepoli del dolore”. Ci vuoi raccontare qualche aneddoto a riguardo?

Ti correggo qui. I discepoli del dolore sono stati fondati da Psycho Mike che nel giro di qualche mese ha convinto diversi lottatori ad entrare nella stable. I Primi siamo stati Io e Jokey insieme a Mike e poi si sono aggiunti i sopracitati Incubo e Ombra. Lo show di debutto si era tenuto a Firenze e avevamo causato non poco disagio a tutti i lottatori coinvolti nello spettacolo. Sicuramente siamo stati una delle stable più caotiche della storia della ICW.

Nel 2015 invece hai vinto i titoli di coppia dell’ ICW con Incubo. Gli stessi titoli gli avete persi a Pandemonium contro i Latin Lovers. Ci vuoi raccontare qualcosa di quel match o di quel periodo?

Devo correggerti anche qui. Ho vinto i titoli di coppia ICW con Ombra e Jokey come manager del team. Abbiamo strappato i titoli a quello che é sicuramente stato il Tag Team più vincente della ICW: OGM e Mariel, I Leoni Indomabili. Abbiamo posto fine al piú lungo regno di coppia titolato ed é stato un grandissimo traguardo. Da quel match poi abbiamo difeso con successo il titolo molte volte fino a perderlo poi a Pandemonium in squadra con Jokey e Incubo contro appunto i Latin Lovers e Queen Maya con in palio anche il titolo Femminile. Forse inizialmente siamo stati sottovalutati da molti come team e abbiamo sfruttato questo a nostro vantaggio riportando vittoria dopo vittoria. Siamo stata anche la stable che ha riportato la regola FreeBird e cioè che tutti i membri della stable potevano difendere la cintura. Nonostante questo posso vantare il fatto di essere stato presente a tutte le difese titolate del nostro regno come campioni di coppia.

Dopo ti sei “trasferito” in Scozia e hai iniziato a collaborare con diverse federazione come la Premier British Wrestling , la Pro Wrestling Elite, la British Championship Wrestling e la Glasgow Pro Wrestling Asylum. In quest’ultima hai fatto recentemente un match contro Soldato. Ci vuoi raccontare qualcosa di quel match?

Soldato è un grande Luchador onestamente. Doti atletiche fenomenali e uno dei preferiti del pubblico in GPWA. É stato un match combattuto e sofferto. Ho chiuso il match con un Big boot al volo (ci sono delle gif su Twitter di tutto il match sul mio profilo @PaxxoWrestling). Sicuramente la mia esperienza di ormai 8 anni ha giocato un ruolo decisivo per l’esito del match.

In quale federazione scozzese ti sei o ti stai tutt’ora trovando meglio? Ci sono particolari motivi nella tua scelta?

In realtà la Scozia ha tantissime promotions di qualitá. Dirne una é difficile. Potrei dirti PBW perchémi ha dato davvero tanti match di livello con UK wrestlers importanti. Mi ha aiutato a crescere molto e tornerò in pianta stabile dal 16 marzo di quest’anno.

Nella Premier British Wrestling hai avuto anche un match valevole per i titoli di coppia. Ci vuoi raccontare qualcosa su di esso?

Match contro Lou King Sharp e Krieger in coppia con Aaron Echo. Che dire!? Tutti loro sono membri del roster fisso della Insane Championship Wrestling. Allievi storici della PBW che ormai sono superstar e vantano match in tutto il territorio UK e non solo. Un onore essere stato una parte di quel match! spero ci sia una rivincita a breve!

Che differenze hai notato sul wrestling in Italia e in Scozia? Dalla parte del pubblico come è vissuto invece?

E’ proprio il pubblico la grande differenza. In italia il pubblico è spesso occasionale (fatta eccezione forse per RSWP e ASCA) e spesso non sa cosa aspettarsi quando va ad uno show di wrestling. In Scozia tutti hanno visto e conoscono il wrestling. Sei di fronte ad un pubblico che sa già cosa vuole vedere, conosce i lottatori e li segue di città in città. Da questo ne deriva sicuramente che tu come lottatore puoi permetterti di pensare un po’ fuori dagli schemi del tipo Family Show ma puoi osare sicuramente di più in termini di mosse ad impatto e sequenza elaborate.

Come è allenarsi nella GPWA? Sogni di esordire sul ring della Insane Championship Wrestling?

Dico solo che la GPWA è un mini Performance Center. Due ring attrezzatissimi, 5 allenatori tutti ex Campioni ICW di cui uno in WWE (Wolfgang). Solo questo dovrebbe bastare ahah. Siamo in tanti (circa 50-60 persone) tutti affamati per un posto negli show GPWA. E’ molto stimolante e competitivo ! Per quanto riguarda l’Insane ti posso dire che é l’obiettivo primario sin da quando sono arrivato. Sono in Scozia da quasi 2 anni e ho girato quasi tutte le promotion scozzesi. Onestamente la lista degli impegni é sempre piena e quindi sono davvero contento per come sta andando. C’è tuttavia sempre uno spazio liberissimo per un futuro debutto in Insane =)

Ci sono differenze nel metodo di allenamento che hai trovato in Italia e quello in Scozia?

Si anche se non tantissime. In italia purtroppo è difficile spesso allenarsi sul ring mentre qui è cosa molto più comune. Il wrestling nel Regno Unito al momento è davvero ad un apice storico e abbiamo avuto occasione di allenarci con molti lottatori di fama mondiale come Billy Gunn, Pete Dunne, Doug Williams e molti altri.

In questi anni sei tornato spesso a lottare sui ring italiani. Mi viene subito in mente il match che hai lottato in Asca insieme a Jokey contro Max peach e Lana Austin. Che ci puoi dire su quel match? Come mai a fine match avete attaccato Silvio, uno dei booker e proprietari della stessa compagnia?

Tutto è nato dalla coppia che scoppia Peach-Austin. Diciamo che anche se con personaggi diametralmente diversi rispecchiavano due tipologie di personaggi che si vedono tutti i giorni: La pupa e il secchione. Ci sembrava lo scenario adatto per entrare in Asca e dare una bella svegliata a questi due personaggi. I booker Asca hanno ben pensato di inserire questo mixed tag team match nello show più grande della storia ASCA. In tutta onestà credo avessero preso la situazione un po’ sotto gamba credendo di promuovere un match simpatico per far divertire il pubblico. Gli abbiamo fatto capire che c’era qualcosa di più di divertente incontro a coppie Miste. Silvio Saccomanno si é fatto portavoce del team ASCA. Noi ne abbiamo fatto un esempio.

Un altro match che mi ricordo è quello durante “The House of The Rising Sun” dove hai affrontato Lupo. Che ricordi hai di quell’incontro?

Dolore! Match lottato con unghie e denti. Ho battuto il maschio alpha allo show di debutto RSWP quindi ne è valsa sicuramente la pena. Posso dirvi che volevo usare un estintore ma non l’ho trovato ! In cambio però avevo portato un dipinto per il Lupo che gli è finito dritto sul cranio =) bella esperienza il Paxxo Match da ripetere!

Invece a Kox Breakdown 5 sei stato membro onorario del Black Cult per una sera e insieme a Mr Pdp avete affrontato Phoenix e Manuel Bottazzini. Ci vuoi dire due parole a riguardo?

Quello che dirò a riguardo è che durante quello show io e Ferrari avevamo demolito Phoenix su un tavolo costringendolo ad un ritiro prematuro e Forzato. A quanto pare da qualche mese é risorto dalle ceneri quindi mi ritoccherà riritirarlo!

Quale è il tuo match preferito della tua carriera fino a questo punto?

Ne ho un paio. Il primo è quello contro Charlie Kid per il titolo massimo ICW a Morbegno (mia città natale) lo potete vedere anche su Youtube nel canale Icw. Il secondo è un match dell’anno scorso disputato In PBW Scozia durante il festival della Musica Belladrum nelle Highlands. Ero contro l’ex campione Insane James Scott ed é stato davvero un bell’incontro. Mi affaccio adesso ad un 2018 pieno di match preferiti!

Come valuti il tuo 2017? C’e qualche evento a cui sei maggiormente legato?

ICW vendetta dell’anno scorso sempre a Morbegno. Match contro il sopracitato Lupo in un incontro senza squalifiche.

Che obiettivi hai per il 2018?

Debuttare in Insane championship wrestling e avere un incontro singolo contro Jokey.

Hai qualche sogno per il futuro sul ring? Ti piacerebbe lottare in America oppure in Giappone? Inoltre vorresti affrontare qualche wrestler (anche tra i più famosi) in particolare?

Sono un grande fan del wrestling USA quindi si sicuramente mi piacerebbe lottare in America. Dream match Y2J Chris Jericho e Jeff Hardy.

Come valuti il lavoro svolto dalle federazioni italiane? Hai qualche consiglio sia negativo che positivo che vorresti dargli?

Il panorama sta cambiando a livello di apertura tra le varie federazioni ma purtroppo non c’è quel seguito che c’era 10 anni fa in termini di pubblico. Questo porta a risparmiare il più possibile perché le entrate sono minori ed è quindi spesso difficile avere un livello alto ad ogni show. Detto questo spero in futuro sempre più aperto in termini di collaborazioni con il giusto rispetto per il Pro Wrestling e spero nella possibilità di avere sempre più talenti internazionali contro wrestler Italiani. Molte federazioni e promotion stanno lavorando in questo senso e spero si continui in questa direzione.

Che consigli daresti a un giovane che si affaccia al mondo del wrestling per praticarlo?

Non prenderlo come un gioco ma come uno sport. Se vai a fare pugilato di alleni in palestra, mangi bene e studi la disciplina. Lo stesso deve essere per il wrestling. Come dicevo prima, cerchiamo di rispettare il Pro Wrestling per la sua storia e le persone che hanno lottato per renderlo un fenomeno mondiale. Non si deve assolutamente pensare che con un allenamento settimanale si ha il diritto di salire sul ring o vincere titoli. Bisogna allenarsi in palestra, sul ring, aiutare la propria scuola o federazione a preparare show ed eventi. Studiare i grandi match, pensare che magari in futuro potrà essere necessaria una esperienza all’estero ed essere umili. Sognare è giustissimo ma farlo consapevoli che non è un gioco.

Concludo con una domanda che faccio a tutti gli intervistati. Come rispondi a chi dice che il wrestling è solo finzione?

Il wrestling è predeterminato, non è finto. Anche i film al cinema sono finti però nessuno si lamenta. C’è tanto sacrificio dietro quello che facciamo e le cadute e i colpi a segno sono veri. Ci sono cose molto più finte del wrestling e credo che chi dica che sia SOLO finzione sia SOLO ignorante.

Ti ringraziamo ancora per il tempo che ci hai concesso e ti auguriamo un grosso in bocca al lupo per il proseguo dell’anno.

Grazie mille a voi per l’opportunità. Continuate a seguire il wrestling in Italia e fatevi qualche Km in più per andare a vederlo. Solo così potrà migliorare sempre di più fino ad arrivare a livello impensabili.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com