We The Wrestling vi presenta…Flavio Augusto

Lettori di We The Wrestling abbiamo realizzato per voi un intervista a un altro talento del panorama tricolore. Si tratta di Flavio Augusto.

Ciao Flavio. Inanzi tutto ti ringrazio del tempo che ci hai concesso a noi di We The Wrestling. Iniziamo con l’intervista.

Grazie a voi, é sempre un piacere, poter parlare un po’ di sano Pro Wrestling!

Come ti sei avvicinato al mondo del wrestling?

Un po’ come tutti diciamo, agli inizi degli anni novanta avevo all’incirca 5 anni, vedevo il Wrestling su Tmc la domenica mattina con mio fratello e ho un ricordo bellissimo di quel periodo. Quale è stata la federazione dove hai mosso i primi passi? Era la Rome Wrestling Academy. Difficilmente ne parlo , perché ho una sorta di amore odio nei suoi confronti, ma devo ammettere che eravamo il miglior prodotto di Wrestling dal 2010 al 2012 ero parte di un roster di tutta gente che bene o male si è fatta carriera all’estero ottendo anche try out con la WWE.

Quale è il tuo parere sul lavoro svolto dalle varie federazioni in Italia? Daresti qualche consiglio per migliorare?

Dunque, ora mi farò un po’ di nemici. Il promoter italiano dovrebbe mostrare meno arroganza e ascoltare di più chi ne sa veramente. Mi spiace dirlo, adoro lottare nel mio paese, ma il promoter 9 volte su 10 é un fan e che sembra non importargli di andare in perdita dopo ogni show. In fondo il wrestling é un business e c deve essere un guadagno effettivo. Ci devono essere sponsor, lottatori preparati che devono essere pagati, perché é cosi che funziona in America, Messico , Canada, Giappone e Regno Uniti, No mettere il primo che capita con zero ore di allenamento e zero capacità di intrattenimento, uno show deve essere costruito bene come la scaletta di un concerto.E poi ci sarebbero altri mille aspetti, ma se li elenco tutti diventa un papiro!!

Cosa ti ricordi del tuo periodo d’allenamento all’accademia di Harley Race? Hai qualche ricordo particolarmente importante per te di quel periodo? Quanto è servito per la tua crescita professionale come wrestler?

Il ricordo più bello risale a questa estate dove ho potuto finalmente prendere parte al Camp annuale che la scuola di Harley Race organizza. Erano presenti esponenti della NJPW, ROH e WWE. Quello che ho appreso in quei 5 giorni non lo scorderò mai e mi ha cambiato totalmente il modo di praticare questo sport. Un altro bel momento é stato debuttare finalmente alla corte di Harley in WLW , dove grandi nomi in passato hanno lottato prima di diventare quei personaggi che un pò tutti conosciamo.

Fra tutte le tue apparizioni tra le varie federazioni nel 2017, c’e qualche match o evento che ti è rimasto impresso?

Si sono quattro in particolare. Il primo è stato un match singolo contro Mister Mastont , con il quale é veramente bello lavorare perché é cosi facile creare belle storie con personaggio come lui sul ring.Il secondo appunto il mio debutto in WLW dove ho avuto l’onore di poter lottare per il Missouri Heavyweight Championship detenuto all’ora da Ace Hakwins un ragazzo veramente molto talentuoso. Il terzo sempre un match titolato per il titolo massimo di Malta contro Gianni Valletta il quale credo sia uno dei migliori prospetti europei. E quarto un tag match tra Me e Dave Blasco contro gli Head Hunters , era la seconda volta che ci scontravamo e abbiamo dato vita a un match che considero uno dei miei migliori mai disputati.

Come è nata la stable dei Roman Dinasty? C’e qualche aneddoto che vorresti raccontare a riguardo ai nostri lettori?

Harley Race e suo figlio Leand Race, videro una felpa di Dave Blasco sulla quale c’era scritto “dinastia romana”, incuriositi ci chiesero cosa significasse, e da li é nato il nome. L’aneddoto più divertente per quanto mi riguarda risale al 2014 quando perdiamo l’areo per andare in Missouri e noi eravamo a Francoforte. Siamo rimasti li tre giorni di cui una notte abbiamo dormito in aeroporto e nonostante tutto ci siamo divertiti abbiamo conosciuto Steven un senza tetto che ci ha fatto compagnia per una parte dei tre giorni a Francoforte.

Il 27 Gennaio terrai un seminario in I.W.A., hai già in mente cosa tratterai con i presenti e come?

Si , ho in mente già tutto quello che mi piacerebbe vedere con i ragazzi. Di solito i seminari sono grandi momenti per apprendere cose nuove. Mostrerò delle cose possono essere utili in qualunque situazione e a qualunque wrestler.

Hai vinto sia i titoli di coppia dell’ RWA e della PWE insieme a Dave Blasco. Come ti sei sentito in quei momenti? Quale delle due vittorie ritieni più importanti per te e la tua crescita come wrestler?

Dunque i titoli di coppia PWE li abbiamo vinti ben tre volte. La prima volta é stato veramente figo era uno show con duemila persone e li abbiamo vinti battendo gli idoli del pubblico (jt9 e Leon) e la reazione del pubblico é stata eclatante.i titoli poi li abbiamo difesi ovunque e contro chiunque é stato un bel momento sicuramente. Anche il titolo RWA una bella soddisfazione più che altro per le mie vicende passate é stato un bel riscatto a chi la dentro non aveva mai creduto in me. Avere un titolo ti sprona a fare sempre di meglio perché sai che la prossima volta che lo difenderai sarai quasi sicuramente nel main event e devi essere sempre all altezza del compito.

Avete avuto una faida importante contro gli Head Hunters che avete portato avanti nella PWE e nello show inaugurale della NOW. Cosa ti ricordi di questa faida? Inoltre come valuti il primo show della NOW?

Gli HH sono personaggi molto carismatici e ben equilibrati, abbiamo avuto tre match tra di noi. Il primo é stato molto interessante, perché la Roman Dynasty ha invaso Almenno la cosiddetta capitale del Wrestling italiano, e abbiamo sfidato gli HH in un Almenno street fight, c era una bella atmosfera quella sera. Io e Blasco eravamo belli carichi volevamo mostrare il nostro odio per quel posto e per quella gente, sentimento che é stato pienamente corrisposto dai fan d Almenno. La NOW dunque Cristian Panarari è una gran persona, la NOW é un bel progetto per quanto riguarda il Wrestling (so che si occupa d’Altro ma non m interessa ), l’unica pecca era che secondo me nel roster c’erano individui troppo scarsi o che col Wrestling non c’entravano nulla. E come ho gia detto in quello show ho disputato uno dei miei migliori match proprio contro gli HH.

Hai lottato a diversi show della IWA durante l’anno appena concluso. Come hai trovato l’ambiente nella federazione? Hai qualche ricordo particolare dei loro show?

La IWA fa le cose come si deve, Diego Piacentini ha mostrato sin da subito grande rispetto per il ring e sta gradualmente cambiando le cose. L’ambiente è estremamente sereno e pacifico. Uno dei ricordi più belli é stato quando io, Blasco, Chris Steel e Karim Brigante ci siamo ritrovati tutti e quattro sul ring a festeggiare dopo quasi tre anni che non succedeva.

Cosa ti aspetti per il nuovo anno? Hai qualche obiettivo chiuso nel cassetto che vuoi raggiungere nel 2018?

Oh si più di uno direi!!!! Ci saranno presto novità a riguardo, e vi posso solo anticipare che il 2018 sarà l’anno dell’imperatore figlio della lupa!

Che consigli daresti a un giovane che si approccia al mondo del wrestling?

I consigli che do sempre sono due. Impara le basi e poi vai all’estero per perfezionare e fare carriera e l’altro rialzarsi sempre anche quando si è stremati , la perseveranza e la forza di volontà sono sempre ben visti da un allenatore o chi che sia.

Concludo con una domanda che faccio a tutti gli intervistati. Come rispondi a chi dice che il wrestling è solo finzione?

Li invito a vedere uno show, perché il Wrestling dal vivo é qualcosa di fenomenale e se fatto bene rapisce e diverte chiunque e può cambiare l’idea anche del.più scettico!!

Vuoi fare un saluto ai nostri lettori? Come ti possono trovare o contattare?

Un saluto a tutti i lettori di We The Wrestling, e un ringraziamento anche a voi che mi avete consesso del tempo di parlare un pò. Sono su Facebook Flavio Augusto “the roman dynasty”. Su Twitter: Flavioaugustownl, Youtube: Flavio Augusto Via E-mail: flavioaugustobookins@gmail.com Grazie ci si vede presto sul ring.

Ti ringraziamo del tempo che ci hai concesso e ti auguriamo un 2018 pieno di soddisfazioni

Lorenzo Fanti

Un fan da sempre della WWE, seguo la compagnia da quando era su Mediaset con Rey, Chris Benoit, Kurt Angle, JBL, Booker T e tanti altri. Inoltre seguo con grande passione Impact Wrestling, una compagnia spesso sottovalutata ma che fa ottimi show. Poi ho interesse anche nelle Indy europee. Non disdegno di seguire anche tutte le altre federazioni, ognuna può dare qualcosa alla passione della gente.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com