WIVA Revenge : Report

Salve, lettori e lettrici di We The Wrestling, in questo nuovo report il vostro Kebbabbaro prediletto vi parlerà dell’ultimo Show della Promotion emiliana in collaborazione con la Revenge Fighting Championship ( Società di Promozione Sportiva organizzatrice di Eventi legati al mondo degli Sport da Combattimento come  le MMA, il K1, ecc…)  del Maestro Umberto Lucci ” Hispanico “, andato in scena il 3/7 scorso al Mondofitness  di Roma, in zona Tor di Quinto. Siete pronti per l’azione, l’adrenalina ed il furo…ah, nono, scusate, prima devo raccontarvi un piccolo aneddoto, sperando di farvi cosa gradita. Non andate via eh.

 

Non avevo mai assistito dal vivo ad uno Spettacolo della Federazione guidata dal Presidente Cristian Panarari e la cosa buffa è che 2/3 anni fa, all’epoca in cui WTW si chiamava AllWrestling ( e al tempo in cui non avevo ancora deciso di mettere la mia “”” conoscenza wrestlinghiana “”” al servizio di qualsivoglia sito d’informazione legato alla Lotta Libera ),  decisi di seguire una loro Live su YouTube, ponendo alcune domande ( l’ospite designato in quell’occasione era  Il Colonnello Manganello ora noto come Rocco Casanova ) ed ebbi la gran fortuna di vincere un biglietto gratuito per assistere ad uno Show invernale proprio della WIVA. Tuttavia non ebbi la possibilità in quel periodo di recarmi a Reggio-Emilia e dunque il tutto sfumò. Ahò porca troia, pe na volta che avevo vinto na cosa ce s’è dovuta pe forza mette de mezzo a zella ! Ehm, uhm…scusate, chiedo venia per il linguaggio adoperato poc’anzi. Perciò, venendo a sapere di questo sodalizio tra la Revenge e la WIVA proprio qui nel Lazio e mosso dalla curiosità di capire e comprendere se e come gli Sport da Combattimento ed il Wrestling avrebbero potuto amalgamarsi e coesistere e…vabbè, ce semo capiti no ?

 

Arrivai alla Location stabilita per l’occasione ( il Mondofitness, una struttura polifunzionale, munita di piscina, campo da Beach Volley, varie aree adibite a differenti forme di allenamento, ecc… ) verso le 19:30. La Kermesse si sarebbe svolta nel Villaggio Arti Marziali ed il costo del biglietto fu di 10 €. In quel frangente, il mio Senso di Zingaro iniziò a pizzicare come non mai. Il motivo ? E poi ve lo spiego, abbiate pazienza. Timbro e bigliettino non numerato alla mano, mi sedetti in prima fila, notando due particolari che mi fecero preoccupare per la salute dei Wrestler : per prima cosa l’area ( oltre agli spazi adibiti alla Boxe e ad altre Discipline, con svariate attrezzature, tatami e via discorrendo ) era sormontata da una passerella in legno e da nessun materassino protettivo. Qualsiasi tipo di bump/caduta all’esterno del ring sarebbe stata parecchio dura e difficile da ammortizzare. In secondo luogo, il quadrato era quello classico da Boxe, con 4 corde, quasi totalmente sprovvisto di apron ring e con una conformazione che avrebbe reso le azioni e le evoluzioni dei lottatori davvero difficoltose.

 

L’Evento era stato preceduto dal Galà di K1 della Revenge F.C ove presero parte anche ragazzi e ragazze. Fu una sfida tra una nostra selezione di Atleti italiani contrapposta a quella olandese della Palestra Mejin, vinta dai Paesi Bassi per 3-1. Mi ero perso l’incontro Femminile e guardai i restanti 3, da profano, lasciandomi coinvolgere ugualmente. Ebbi anche modo di parlare in maniera veloce con Jail, Pier Paolo Pollina/Italian Gladiator e la sua ragazza Alexandra ed anche con due ragazzi della Total Combat Wrestling, Scandalo ! e Rocco Gioiello, prima di fiondarmi verso la prima fonte di cibo e bevande disponibile, mentre altri confronti di MMA e Boxe erano ancora in corso.

 

Lo Spettacolo si sarebbe dovuto svolgere alle ore 20:00, orario posticipato poi alle 20:30/45 per garantire la conclusione di tutti i combattimenti. Nell’attesa, ciarlando un po’ a caso, alcuni esponenti dell’Associazione Culturale Gruppo Storico Romano ( nato nel 1994 con sede presso via Appia Antica, ove vi è la possibilità di entrare a far parte di una Scuola Gladiatoria, di  essere parte  integrante dei festeggiamenti per il Natale di Roma e molto altro ancora ), mi spoilerarono l’epica entrata di uno dei 4 Fighter della Revenge. Ebbene sì :  Renato Sini ( Kickboxing ), Emanuele Vaccarini ( MMA ) e Maurilio Giaffreda ( Boxe ) e Daniele Chiavari ( Kickboxing ), sarebbero stati anch’essi nella Battaglia Reale conclusiva per decretare il primissimo Detentore della neoistituita Cintura WIVA Revenge legata al Pro Wrestling ( nella BR ci sarebbe anche dovuto essere il Wrestler Chris Steel, attuale #1 Contender al PWE National Title del Profeta JT9, assente per questioni lavorative ). Ma procediamo con ordine.

 

Finalmente alle 21:30, dopo 45 minuti, il Ring Announcer della serata, il Presidente della WIVA Wrestling Cristian Panarari, potè dare il benvenuto agli spettatori ( personalmente direi 70, maaaaassimo 80 persone, non saprei i paganti, per correttezza e dovere di cronaca riporto anche le fonti della WIVA che hanno registrato 110 paganti ) ed introdurre i primi lottatori che si sarebbero dati battaglia nel ring, nello specifico un Allievo avrebbe fronteggiato il suo Maestro. Come per RWA Casus Belli, esporrò le varie problematiche tecniche alla fine del reportage.

 

Mambo Italiano vs Alex Gory (  Voto / Risultato : N.C / Non Classificato / No Contest ) 

 

La sfida tra l’ex PWE Tag Team Champion e il Wrestler da poco tornato dopo la sua avventura nella Reality of Wrestling dell’Hall of Famer  Booker T ha vita brevissima: infatti, un inviperito Turbo si getta su entrambi e il Referee non può far altro che dichiarare il match nullo.                 Il fu Campione Assoluto della WIVA spiega subito il perchè delle sue azioni, inveendo contro Mambo e dichiarando di essere stato defraudato della sua occasione di recarsi negli Stati Uniti e pretende  subito un incontro per dimostrare le sue ragioni.                        Cristian Panarari decide di accontentarlo: potrà sfidare Mambo, ma in un confronto 2 vs 1 poichè dovrà vedersela anche con Gory.

 

2 vs 1 Handicap match : Turbo vs Mambo Italiano ed Alex Gory ( Voto : 6 ) 

 

Il 2 volte PWE National Champion da vero cuor di leone, manda avanti Gory, preferendo rimanere in disparte e prendersi una merirata pausa sedendosi proprio accanto al qui scrivente, salvo poi intervenire per interrompere un conteggio che sarebbe potuto risultare decisivo, dopo una violenta Spear del fu componente degli Stalloni Italiani . Il Wrestler di Senigallia non ha intenzione di fungere da sacco d’allenamento e reagisce con un preciso Dropkick ed una Head Scissor, scombinando i piani del massiccio avversario fino a tramortirlo. Gory si prepara per la sua patentata Frog Splash, quando ecco intromettersi l’impavido Mambo, pronto a prendersi il cambio e a beneficiare dei meriti per il lavoro svolto da AG : veloce Roll Up e Turbo, ancora stordito, non riesce ad alzare le spalle entro il conto di 3, finendo così bugerato.

 

Vincitori : Mambo Italiano ed Alex Gory

 

L’improbabile Team ha trionfato e per esprimere tutto il suo rispetto e la sua stima verso il giovane alleato, Mambo attacca Gory fino a gettarlo fuori dal ring. A quanto pare il palcoscenico deve essere solo e soltanto suo.

 

Gli inconvenienti tecnici non rendono facile il lavoro del Presidente Panarari ed il pubblico fa partire un giusto applauso d’incoraggiamento. Stabilizzata la situazione, si passa al secondo incontro della serata tra due combattenti che fanno della Lucha Libre una delle loro caratteristiche peculiari e distintive.

 

Fenice Rossa vs The Black Ice ( Voto : 7,25 )

 

Il 2 volte Revolution Champion della TCW mostra tutta la sua ostilità fin dalla sua entrata, arrivando armato di Shinai e Nunchaku, arsenale poi posto su uno dei paletti. I ritmi si elevano subito quando Fenice con un Dropkick spedisce Ice fuori dal ring e gli plana addosso con una Rolling Senton. La situazione si capovolge in maniera rapida poichè Il Wrestler italo-colombiano, dopo aver fatto accomodare il Luchador ” messicano ” su una delle sedie di plastica ( sempre accanto al vostro narratore ) lo colpisce con un Running Dropkick per poi irriderlo, nascondendo la sua presenza ponendo una sedia sul corpo di FR e sedendocisi sopra. Nel perimetro delimitato dalle corde, TBI fa sfoggio della sua tecnica con manovre come Rolling Romero Special, Lothus Lock e Rear Nacked Choke. Il Wrestler amante dell’Hardcore aveva fin dall’inizio preso di mira i presenti, non dando credito alle capacità del suo avversario, meno forte e più minuto di lui, errore che gli costerà caro: il former Extreme Champion della WIVA non demorde e alla fine sarà proprio lui ad avere la meglio con un Casadora Pin.

 

Vincitore : Fenice Rossa

 

Black Ice è incazzatissimo e minaccia di sfogare la sua ira sull’Arbitro, per poi desistere ed abbandonare il ring, ricordando a Fenice Rossa che sì, l’avra pure battuto, ma resterà lo stesso un ” nano demmerda “.

 

Il III match è stato una vera e propria rivincita della battaglia avvenuta a Tito  Scalo ( Potenza ),  in occasione di PWE ”  The Day Of Wrestling 6 ” del 2/7 ove  il Rookie Rocco Gioiello a sorpresa  aveva battuto il ben più esperto Mirko Majavacchi con un Roll Up ( preceduto da uno stratagemma da ” Face, ma non troppo ” ). Un autentico Upset ed una beffa inaspettata per Il Prescelto, bramoso di vendicarsi e di distruggere Gioiello, in modo da ripristinare e ribadire la sua indiscutibile supremazia.

 

Rocco Gioiello vs ” Il Prescelto ” Mirko Majavacchi ( Voto: S.V/ Senza Voto )

 

Sfortunatamente il giorno prima in Basilicata Rocco aveva sì vinto, ma si era anche procurato un infortunio ( legittimo ) alle leve inferiori che a Roma  l’ha reso facile preda degli assalti del Prescelto. Il Golden Boy ha provato a resistere finchè ha potuto, prima di cedere all’implacabile Celtic Knot/Modified Indian Deathlock del rivale.

 

Vincitore : ” Il Prescelto ” Mirko Majavacchi 

 

Mors tua, vita mea : le non ottimali condizioni del Ragazzo D’Oro hanno permesso a Majavacchi di rifarsi dell’onta subita. A RG non resta altro che guarire, assimilare la sconfitta e rialzarsi, nell’attesa del confronto decisivo con il Prescelto, avvenga esso in PWE, TCW o qualsiasi altra Promotion.

 

Nel  IV match  Scandalo ! avrebbe dovuto fronteggiare Il Re dell’Hardcore David Graves, ma il PluriCampione di Categoria in FCW e WIVA non ha potuto essere presente a causa del trauma cranico, con l’aggiunta di ben 8 punti di sutura, riportato lo scorso 25 Giugno ad Almenno San Bartolomeo ( Bergamo ) in occasione di  ” ASCA This Means War “,  sempre in un Hardcore match con  ” Il Cinghiale ” Brutus, altro esperto dell’Estremo. Il Managment WIVA ha trovato alla svelta un valido sostituto, una figura poco propensa all’equilibrio mentale ed ignara di cosa sia la pacatezza.

 

Hardcore match : Paziente Zero w/Insanity vs Scandalo ! ( Voto : 7 )

 

Che dire di questo incontro ? Beh, per rimanere in tema con la stabilità mentale di uno dei protagonisti, per ricostruirlo ho usato un mix di narrazione lineare, stream of consciousness e il vecchio e rinomato  metodo Renè Ferretti/Alla Cazzo di Cane.

 

L’uso degli oggetti è stato copioso e variegato,  tra bidoni, mazze da baseball senza e con il filo spinato e… livelle. Vi starete chiedendo come quest’ultima sia stata adoperata ?  Per perfezionare la Camel Clutch con  cui il Paziente ha intrappolato l’ex 2 volte Revolution Champion e fu Xtreme Champion della TCW e per strangolarlo meglio, che domande ! PZ non si è fatto mancare neanche uno sputazzo in direzione della folla ed anche Insanity se l’è presa spesso con gli astanti: c’è stato un momento in cui il qui delirante è finito faccia a faccia con la Manageressa di Zero, prendendosi per ” divergenze di vedute “, dopo le precedenti minacce di tapparmi la bocca, tramite  mazzate, pure una spinta. In altre circostanze…no, nulla. In altre circostanze le avrei prese con molta disinvoltura e personalità  da lei e da Zero. Fuori ring, è stata ribadita l’importanza delle sedie, quando Scandalo ! vi è finito contro, cortesia di un Irish Whip di Zero. Un Paziente che è andato molto vicino a gabbare il suo antagonista con la complicità di Insanity: una precisa spruzzata di lacca negli occhi era riuscita quasi a consegnare il trionfo all’Instabile Wrestler su un piatto d’argento, ma Scandalo ! non si è dato per spacciato ed ha avuto pure il tempo di fare ” la proposta ” ad Insanity, però non con il classico anello, bensì con un preservativo. Stavo esplodendo dalle risate per il troppo trashume. Invece Zero non sembrava averla presa con allegria, vedendo la sua donna offesa in quel modo becero. È stata un’autentica battaglia ed entrambi avrebbero meritato di primeggiare ed invece sarà il Wrestler Amante degli Anni ’80 ad inchiodare al suolo il Paziente con la Cutter/Rock KO.

 

Vincitore : Scandalo ! 

 

La botta sembra aver rincretinito del tutto il Paziente, che esulta come se fosse stato lui ad aver schienato l’avversario con una Insanity subito a seguirlo a ruota al posto di persuaderlo del contrario. Resisi poi conto del risultato effettivo, i due decidono di restare nel quadrato, dichiarando a turno il possesso della Cintura Revenge.

 

Sì, signore e signori, siamo giunti al match clou della serata e se  solo avessi qualche milione di $ da buttare per un capriccio sarebbe quello di trasformare questo resoconto da scritto a vocale, solo per far pronunciare al mitico Bruce Buffer “and now,  it’s tiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiimeeeeeeeeeeeeeeeee !!! “, ma vi dovrete accontentare di quel che passa il Kebbabbificio, sono desolato.

 

 

15 Men Battle Royal WIVA Revenge Pro Wrestling Championship Championship match: Insanity, Paziente Zero, Scandalo! ,Fenice Rossa, Alex Gory, Turbo, Il Prescelto Mirko Majavacchi, Mambo Italiano, The Black Ice, Blasco, Jail, Maurilio Giaffreda, Emanuele Vaccarini, Daniele Chiavari ed Antonio Sini ( Team Revenge ) ( Voto dal vivo : 6,25 / da casa : 6 )

 

Prima ancora che i Fighter della Revenge facciano la loro comparsa, il 2 volte Campione di Coppia PWE insieme al Campione RWA Willy G nella Roman Dinasty ( sempre con il classico capello bigusto ) s’impossessa del microfono, apostrofando tutti i presenti al Mondofitness, invitandoli con cordialità a tornarsene presso le loro abitazioni ed invocando un po’ d’azione da parte dei ” falliti ” nel ring, per poi entrarvici anch’egli. Poco dopo, arrivano anche i Revenge ed il perchè uno di essi fosse armato di clava, ancora adesso lo ignoro e mi fu irresistibile non uscirmene con una tipica frase alla Fred Flinstone, ironia ricambiata dall’Atleta in questione. Panarari però scorge solo 3 dei 4 componenti della Squadra dei Fighter e si interroga su dove sia l’ultimo, quello che ” faceva il grosso su Facebook “. Vi ricordate lo spoiler relativo all’entrata ? Esatto, Il Gladiatore ” Emanuele Vaccarini ha fatto il suo ingresso accompagnato da un drappello di legionari romani. Un qualcosa di davvero particolare e suggestivo, di grande impatto scenico, soprattutto dal vivo.

 

È stata una BR caotica e confusionaria, cosa che accade quasi sempre quando si parla della Stipula in questione. Il primissimo eliminato, a sorpresa, è stato Black Ice, spedito oltre la III corda ( in questo caso IV )  da Insanity. Mambo e Blasco, da autentici gladiatori moderni, si posizionano vicino al pubblico, evitando qualsiasi rischio di essere estromessi dalla Battaglia Reale, con un Fiasco che oltre ” ad accompagnare solo ” si diletta nel ruolo di Speaker, con insulti ed improperi vari ( rivolti pure contro una non ben specificata Kastah, nota  come Indyviduitaliani…boh ). Mambo invece si cimenta nella Danza sulla scaletta, venendo canzonato da Ice alias Mambo Colombiano. Il Paziente, nonostante l’eliminazione, si unisce a TBI nel parodiare il Ballerino e con lui s’incammina verso il Backstage. Insanity lo seguirà dopo non molto, a causa di Jail, lasciando il match con un elegante ” vaffanculo “. I combattenti della Revenge si sbarazzano di Fenice Rossa mentre Gory, pur mostrandosi molto battagliero e rintuzzando molteplici assalti, finisce scagliato da   Mambo fuori dal ring.                               Squared circle che si svuota col passare dei minuti: Il Gladiatore agisce in solitaria, sfidando Jail a colpi di Boxe e gli altri Shoot Fighter agiscono coesi e compatti, finchè il Team non si sfalda. Infatti il trio passa dall’usare un loro compagno come ariete di sfondamento a disfarsene, accompagnadolo oltre la IV corda, scelta poco saggia vista la rapidità con cui prima Majavacchi e Turbo poi estromettono la Compagine, ad eccezione di Vaccarini. Il Gladiatore è davvero difficile da contenere e la sua forza farà saltare due delle 4 strutture protettive degli angoli  con delle Spear a vuoto. Il numero dei partecipanti passa da 6 a 4… e qui lo, ammetto, sono  impazzito del tutto per la gioia : MM e Turbo gettano fuori Blasco e Mambo, punendoli per le loro tattiche per nulla sportive.                                       Nelle ultime fasi della BR, Jail e Majavacchi si coalizzano su Turbo sbarazzandosi di un ostico avversario, ma non proseguono la collaborazione per avere ragione anche dell’ultimo Shooter, capace di sovrastare Il Galeotto con pugni e calci al busto.       Negli attimi conclusivi del Main Event Titolato, Jail dopo un’infruttuosa tregua con Vaccarini, manda Majavacchi oltre la corda più alta, ma l’ultimo baluardo della Revenge F.C approfitta della sua stanchezza e distrugge i sogni di gloria del Carcerato, grazie anche all’intromissione del Prescelto.

 

Vincitore del WIVA Revenge Pro Wrestling Championship : ” Ulfgar/La Bestia Germanica/Il Gladiatore Emanuele Vaccarini

 

Il Team Revenge ritorna vicino al ring per osannare il loro compagno, l’Arbitro alza la mano del nuovo Campione al cielo, la Cintura viene posta intorno alla sua vita ed anche il Presidente Panarari, pur ammettendo di non essere contento di avergli dovuto consegnare la Corona, perchè avrebbe preferito vederla tra le mani tra uno degli elementi del suo Roster, propone a Ulfgar di firmare un contratto per diventare un Pro Wrestler della WIVA. Il Gladiatore ci pensa un po’ su, parlando con i Fighter della Revenge ed infine decide di accettare, siglando l’accordo.                   Panarari inoltre sancisce contro chi EV dovrà difendere il suo Alloro ossia Il Prigioniero Jail, l’ultimo eliminato nella BR. Nel ring, il Campione viene affiancato da Sini, Chiavari e Giaffreda per le foto di rito, mentre Il Prescelto esprime tutta la sua indifferenza sul ruolo di I Sfidante di Jail e di non considerare molto ” questi ammennicoli terreni “, poichè lui è il cuore e l’anima della WIVA. Vaccarini, con molta filosofia, controbatte alla romana con un ” baciame queste “. La serate è arrivata alla sua conclusione : Cristian Panarari ringrazia tutte le persone che sono venute ed il Presidente della Revenge F.C Umberto Lucci.

 

Non rammento l’ora esatta in cui lo Show è terminato, ma era già abbastanza tardi, ciononostante rimasi per scambiare quattro chiacchiere con quanta più gente possibile, parlando con Italian Gladiator e la sua compagna, Scandalo ! , Rocco Gioiello, Insanity, Fenice Rossa,  Paziente Zero, Mambo Italiano, Alex Gory, Mambo Italiano, Dave Blasco e The Black Ice. Come al solito, quando capitano queste occasioni, uno non si regola mai con le tempistiche e avrei rischiato di dover tornare indietro  con gli autobus notturni o peggio a fette, se non fosse stata per la gentilezza e la generosità di un ragazzo facente parte dello Staff  del Mondofitness di nome Leonardo che si era offerto di accompagnarmi a casa dopo la conclusione del suo orario  lavorativo. La solita botta de culo che mi permise di conversare con i lottatori rimasti, pure se la voce iniziava già a dare segni di cedimento e che mi evitò una camminata notturna molto fastidiosa.

 

 

Bad Side of Indy Wrestling

 

–  Sulle locandine diffuse su internet, il prezzo di 10 € non era stato menzionato. Per carità, una cifra onestissima ed adeguata, ma sarebbe stato meglio fare presente questo particolare perchè non tutti sapevano di dover pagare per assistere allo Show.

 

– Durante la Battle Royal avere a disposizione almeno uno/due Direttori di Gara supplementari all’esterno del quadrato avrebbe facilitato il compito dell’unico Referee selezionato e garantito di controllare le eliminazioni e le  condizioni dei Wrestler con più facilità.

 

– Il ring da Boxe ha una conformazione, una struttura e delle caratteristiche peculiari che mal si accostano alle esigenze dei lottatori, abituati ad esibirsi su superfici differenti e ciò li ha limitati, rendendo più difficoltose le loro azioni ed amplificando l’impatto delle cadute. In futuro sarebbe consigliabile, per gli Eventi di Wrestling, l’utilizzo di un ring specifico e questo per fortuna è l’intento della WIVA.

 

– Quarantacinque minuti di ritardo sono stati davvero troppi, soprattutto se questo lasso di tempo non è stato adoperato per scongiurare o ridurre al minimo eventuali imprevisti.

 

– Imprevisti legati al microfono e in particolare alle Theme Song dei lottatori : in più frangenti, le Musiche sono partite in ritardo o sono state interrotte troppo presto e durante il Main Event l’idea di usare una Canzone sola per dare una connotazione specifica alla Battaglia Reale è stata una buona idea, purtroppo anche in questo caso l’audio ha creato qualche problema.

 

 

Good Side of Indy Wrestling 

 

–  La Location del Mondofitness è stata una scelta azzeccata e facile da raggiungere, adatta per manifestazioni di questo tipo.

 

– Il prezzo di 10 €, seppur non annunciato, è stata una richiesta molto ragionevole.

 

– L’entrata del Gladiatore è stata una trovata davvero molto teatrale e resa in modo semplice ed efficace.

 

– Il Presidente Cristian Panarari, sebbene in alcuni momenti avrebbe dovuto metterci più enfasi,  ha svolto il suo ruolo di Ring Announcer al meglio, spiegando le regole degli incontri per consentire  anche ai meno esperti di comprendere le  loro dinamiche.

 

– Edoardo Lolli ( membro di World of Wrestling, Addetto Stampa ed Arbitro della WIVA ) è stato il Referee della serata ( lo era stato pure il 2 Luglio in PWE ) e ha saputo portare a compimento il suo lavoro nel migliore dei modi.

 

– Turbo, Il Prescelto, Fenice Rossa, Rocco Gioiello e Scandalo ! sono stati i Wrestler che ho avuto modo di osservare per la prima volta a pochi metri di distanza e se per un giudizio più approfondito sul lottato preferisco aspettare di vederli all’opera su un’altra tipologia di ring, a livello di character mi hanno convinto tutti quanti, in particolar modo, Majavacchi, il Golden Boy e l’Uomo Amante degli Anni ’80. Il personaggio di Mambo Italiano da Heel rende davvero bene ( preferisco la vecchia incarnazione di MI ossia Andrew Winston, ma non si può negare il suo  impegno e la sua bravura nel rendersi credibile agli occhi degli spettatori ), Alex Gory non ha potuto sfoggiare molte delle sue consuete tecniche da Peso Leggero, riuscendo lo stesso a creare un legame con i presenti. Jail lo vedo meglio nelle vesti di Bodyguard, anche se nella BR ha avuto il suo perchè.                                                          I 4 Shoot Fighter del Team Revenge si sono messi in gioco in una Disciplina nuova e complessa e Il Gladiatore potrebbe diventare un Wrestler capace. Il Paziente Zero ed Insanity sono sulla strada giusta per rendersi sempre più riconoscibili, Black Ice è stato il solito idolo e Dave Blasco ( da Settembre Head Trainer presso il Polo WIVA di Roma )  ha confermato la sua naturale propensione a rendersi detestabile. Gli incontri migliori, contando oltre al lottato l’interazione con la folla, sono stati l’Hardcore match tra il Paziente e Scandalo ! e Fenice Rossa vs TBI.

 

– Il pubblico di Roma era in larga parte composto da occasionali poco o per nulla informati su cosa sia il Wrestling e legati molto di più agli  Sport da Contatto ( le reazioni per il Team Revenge e per la vittoria di Emanuele Vaccarini hanno reso bene l’idea), eppure le persone si sono lasciate coinvolgere e trascinare, facendo cori, applaudendo, fischiando e creando un clima goliardico ed un’atmosfera divertente. I nomi storpiati ( ” Felice ” al posto di Fenice, ” Renato” Zero in sostituzione di Paziente ) e altre cretinate simpatiche ( come ” Mastro Lindo ” e ” Lex Luthor ” indirizzati al Prescelto ) hanno arricchito lo Show.

 

A questa primissima occasione che ha visto interagire e collaborare la WIVA e la Revenge F.C darei un 6/6,25. Il ritardo,  gli inconvenienti tecnici e il ring hanno inficiato la qualità dello Show, tutti aspetti migliorabili. Non è mai facile mettere a contatto due mondi con delle similitudini, ma differenti come quello degli Sport da Combattimento ed il Wrestling ed il rischio di creare un qualcosa di poco appetibile è sempre molto alto. La Battle Royal è stato un grosso rischio e  dai video caricati su Facebook si possono notare alcune imprecisioni dovute anche fattori esposti in precedenza. Nel complesso, l’Evento ha saputo intrattenere ed i presupposti per un bis ci sono tutti. Yes, sta tornando.

 

Marketta Moment

 

Sabato 15 Ottobre, in occasione della 2 giorni di ” Revenge 6 ” ( 15-16/10) presso la Palestra Damafitness di Orte ( Viterbo ), alle ore 18:00 si terrà il prossimo Show della WIVA nel Lazio mentre nel mese di Novembre la Fed.emiliana si esibirà a Montecchio Emilia ( Reggio Emilia ) collaborando con la Combat Academy del Maestro e Promoter Fabio Grassi ( Presidente della Kombat League Emilia Romagna ). Tutte le informazioni necessarie saranno disponibili sulla pagina Facebook della WIVA.

 

Lettrici e lettori di We The Wrestling, spero che questo report  oltre ad informarvi vi faccia passare qualche minuto in allegria e vi saluto promettendovi di tornare molto presto per parlarvi di Wrestling italiano. PS: a quanto pare, questa domenica il binomio Birra & Wrestling non sarà solo riferito al Podcast dei ragazzi di WrestlingRevolution.

 

Alessandro Tulelli

Sono un ragazzo di Roma grande appassionato di Wrestling ( WWE, ROH, PWG, TNA, LU, ASCA, ICW, ecc... ) e...nulla, spero che quel che ho fatto fino adesso e quel che farò vi sia piaciuto e vi piaccia.