Benvenuti a una nuova WTW Review, oggi parleremo di AEW Fyter Fest [Night 1], evento tenutosi nella nottata italiana del 2 luglio al Daily’s Place di Jacksonville in Florida. Qui con voi è sempre “LeHost” Mario Marino a discutere delle proprie impressioni sugli show della compagnia di Tony Khan. E ora partiamo con la recensione!

Jurassic Express (Jungle & Luchasaurus) (w/ Marko Stunt) def. MJF & Wardlow

L’opener dello show ha confermato tutto ciò che di buono ci hanno fatto vedere questi quattro performer. MJF si conferma un grande intrattenitore quando nel promo iniziale ha menzionato alla guerra dei Ratings con NXT su cui torneremo più in là. Personaggi come lui o Orange Cassidy sono gocce lubrificanti per i miei occhi stanchi in un’epoca ricchissima di grandissimi performer ma povera di grandi personaggi. Il match conferma l’alchimia tra questi quattro lottatori con una meccanica e una fluidità degna di un gioco realizzato bene su PS4 e conferma le ottime interazioni in particolar modo tra MJF e “Jungle Boy” Jack Perry. Delle belle parole le voglio spendere anche su Wardlow che è un wrestler che comincia a piacermi parecchio e che può essere decisamente futuribile per la federazione. Il gioco di squadra della Jurassic Express stavolta li porta alla vittoria ma MJF resta mai schienato e mai sottomesso e su questo continuerà a giocare nelle prossime settimane.

[7-/10]

AEW Women’s Championship Match: Hikaru Shida (c) def. Penelope Ford (w/ Kip Sabian)

Il match sorpresa della serata e che conferma le buone considerazioni che avevo su questo incontro e sulle due atlete. Nei pronostici mi ero soffermato sul fatto che questo match avrebbe visto una dovuta riconferma di Shida che è la prima campionessa femminile a risultare convincente nel ruolo e una prestazione che avrebbe dovuto mettere in luce Penelope pur nella sconfitta. Ed è quello che è esattamente successo ed anzi il match ha superato quelle che già erano le mie buone aspettative. Penelope Ford può essere un’atleta su cui puntare e sono felice di ciò mentre la campionessa continua un regno che sta iniziando a dare una identità ad una divisione che fino a qualche settimana fa un’identità non ce l’ha mai avuta.

[7+/10]

TNT Championship Match: “The American Nightmare” Cody (c) def. Jake Hager

Mi soffermerò poco sull’incontro in sé mentre penso di dilungarmi parecchio sul tutto il contesto attorno ad esso. Prima di tutto, sono stato felicissimo non sia stato il Main Event visto che sarebbe stato un autogol clamoroso da parte della federazione e sono stato soddisfatto della durata breve dell’incontro (rapida e indolore) e del fatto che stanno mandando avanti la storyline della Nightmare Family che ha un suo senso. Ma c’è un Ma bello grosso da parte mia e mi collego alla ratings war a cui avevo accennato ad inizio editoriale. I dati di questa settimana confermano un qualcosa di importante e non da sottovalutare. Il Cody centrismo delle ultime settimane non fa bene né alla qualità di Dynamite né ai ratings dello show che hanno sofferto del fatto che tutti si aspettavano (me compreso) questo incontro come Main Event. E di certo non sta facendo bene al regno fantasma di Jon Moxley che è ormai ridotto a segmenti di cinque minuti a show. Un Moxley vs Cage con una costruzione vera avrebbe sicuramente fatto molto più bene alla qualità dello show in sé e di conseguenza agli ascolti che lo spazio dato a Cody e a Hager nelle ultime settimane. E stiamo parlando del Campione del mondo della federazione. Apprezzo l’ambizione di Cody e riconosco che senza figure come lui o Triple H staremmo parlando di un business morto e sepolto ma deve rendersi conto che la sovraesposizione, o come lo chiamo io, effetto Carlo Conti, stanca. Ok dare importanza al titolo TNT ma non è neanche giusto relegare l’AEW World Champion ad un ruolo di quinto piano e con questo chiudo.

[6/10]

Private Party (Isiah Kassidy & Marq Quen) (w/ Matt Hardy) def. Santana & Ortiz

Belle manovre ma storytelling dallo spessore di un cracker rotto quindi comprenderete che l’incontro non mi ha preso. Ero totalmente ipnotizzato dalla presenza di Orange Cassidy al tavolo di commento e di Jericho che sbraitava robe che mi comprendete quando dirò che si è letteralmente mangiato il match confermandosi la faida più interessante in AEW in questo momento. Ho adorato Jericho che sbraita in maniera impazzita gridando NEXTTT WEEEKKKKKKKKKKKKK. Meraviglioso. Come è meraviglioso Orange Cassidy. A prescindere.

[5,5/10]

AEW World Tag Team Champions Kenny Omega e “Hangman” Adam Page def Best Friends (Chuck Taylor e Trent)

All’entrata dei Best Friends ero già nel Nirvana. Madre di Trent che bacia il figlio >>>>>>>>>>>>>>>>> tutto. Analizzando invece l’incontro devo dire che mi è piaciuto visto che la qualità degli atleti coinvolti non è messa in discussione ma mi aspettavo qualcosa di più visto i nomi coinvolti. La storia l’ho apprezzata perché conferma che la forza del regno di Kenny e di Page non sta nel gioco di squadra che è volutamente basilare ma nell’enorme forza che entrambi possiedono a livello singolo. Il match viene vinto da un “Hangman” Adam Page sempre più vero astronascente della AEW praticamente da solo sconfiggendo il duo degli amabili Chuckie e Trent che avevano messo in difficoltà i due campioni ma non quanto avrei voluto. E infatti questo ha penalizzato in parte la riuscita dell’incontro che è comunque è riuscito per le enormi qualità degli atleti coinvolti. Il post-match è stato una delle cose migliori della puntata con un Kenny Omega che finalmente rialza la testa e rifiuta il “volemose bene, strette di mano e rispetto” che gli FTR stanno mandando avanti per mettere pressione psicologica sui team rivali “amici” tra cui anche gli Young Bucks ,i quali sono intervenuti per disinnescare la rissa che si stava creando tra gli stessi FTR e gli attuali campioni di coppia. Settimana prossima, nella Night 2 di Fyter Fest, Omega e Page dovranno difendere di nuovo i titoli contro i Private Party, match aggiunto all’ultimo minuto visto che Moxley vs Cage è stato rinviato alla settimana ancora dopo dove si svolgerà Fight For The Fallen e non escludo che proprio lì avremo la resa dei conti tra Omega/Page e FTR…

[7/10]

PPV RATE

La Night 1 di Fyter Fest è stato un buono spettacolo che ha il principale merito nella sua scorrevolezza. I difetti delle ultime settimane di Dynamite si sono fatti sentire per quanto riguarda il discorso generale dei ratings. Shida vs Ford è stata la sorpresa della serata mentre Cody vs Hager doveva essere presentato per il match “minore” che è stato fin settimane di preparazione.

[6,5/10]