Quante storyline si concluderanno? e quante invece continueranno il loro cammino? Cody ha detto: “Revolution potrebbe essere la Wrestlemania della All Elite Wrestling”… Avrà ragione? Accompagnati da queste incertezze e da questi auspici non ci resta che fare una cosa…

WELCOME TO THE WTW REVIEW – AEW REVOLUTION

Jack Hager def. “The Natural” Dustin Rhodes

Opener che si mantiene su standard sufficienti senza però mai decollare. Contesa con molte pause e poche emozioni che si trascina lentamente verso una fase finale più divertente ma mai coinvolgente. Tra i due doveva essere una questione personale (Hager aveva infortunato il Braccio di Dustin) e sul ring lo si è visto principalmente nelle fasi iniziali dell’incontro e poi poco di più. Curiosa la scelta di metterlo come opener.

2 out of 5 stars (2 / 5)

Darby Allin def. Sammy Guevara

La decisione di far partire il match dopo una fase extra ring che si conclude con una 630 senton di Guevara su un tavolo sul quale era placidamente coricato Allin, rappresenta quello che ci sarebbe dovuto aspettare da questo incontro… voli e spettacolo ed ovviamente spot. L’unico problema è stata la durata è la rapidità con la quale si è arrivati alla conclusione. Badate bene, l’incontro è stato divertente, ma ho avuto l’impressione che sia rimasto come incompiuto nel suo divenire. Probabilmente se fosse stato scelto come opener avremmo visto qualcosina in più.

3 out of 5 stars (3 / 5)

AEW World Tag Team Championship

Kenny Omega & Adam Page (c) def. The Young Bucks

Quattro amici… o meglio tre amici ed un intruso, Page, che temeva della lealtà del suo compagno, Omega. Le aspettative di questo incontro erano, dal punto di vista della storyline, che i problemi tra i quattro atleti in ring avrebbero dovuto implodere e, dal punto di vista dello lottato… lo spettacolo. Ebbene tutto è andato quasi come previsto, nel senso che è mancata quella totale implosione, più volte, però, richiamata durante la storia raccontata in ring perfettamente. Ne è uscito il miglior tag team match dell’anno (e forse limitarlo al panorama tag team è un errore), intenso, divertente, ben combattuto, con alcuni falsi finale (forse troppi) ben riusciti. I quattro atleti rimangono quasi amici, perchè la scheggia impazzita Page, non si fida ancora di loro… ossia una storyline che avrà ancora delle evoluzioni.

4.8 out of 5 stars (4,8 / 5)

AEW Women’s World Championship

Nyla Rose def Kris Statlander

Putroppo per le ragazze lo spot nella card non è stato uno dei migliori. Il match si è combattuto nel silenzio, che non era disinteresse, ma era semplicemente un momento di pausa emotiva dall’incontro precedente e c’è voluto un po perchè le ragazze riuscissero a catturare un pochino le persone nell’arena. La storia raccontata in ring è quella tra due Alpha Woman che cerca di imporre la sua predominanza sull’altra, ma il livello del lottato ha avuto alcune incertezze una delle quali avrebbe potuto causare danni ad entrambe ( un suplex dal paletto della Statlander per il quale ho avuto un attimo di paura). Nel complesso una lotta solamente assolutamente sotto le attese.

1.8 out of 5 stars (1,8 / 5)

MJF def. Cody

Una delle migliori storyline dell’anno vedeva il suo epilogo a Revolution. Il match è stato ovviamente “sporco” ma personalmente non mi ha entusiasmato e preso fino in fondo. Non fraintendetemi, non è stato brutto, ma allo stesso tempo non ha raggiunto quei picchi che questa storia meritava. Ha vissuto di differenti fasi che non si sono mai amalgamate come se fossero un tutt’uno. Quello che si è visto in ring è stato comunque logico nella sua evoluzione, così come la scelta del vincitore: MJF in un modo o in un altro doveva uscire con il pin vincente… e così è stato. Per Cody una sconfitta che non influisce sul suo status, ma che ovviamente getta incertezze sul suo futuro.

3.3 out of 5 stars (3,3 / 5)

Pac def. Orange Cassidy

Partiamo dalla fine… l’unica cosa brutta dell’incontro è stata proprio quella. L’inutile intervento dei Lucha Brothers che hanno finito per togliere ritmo al finale per fondamentalmente “coprire” la sconfitta di Cassidy. Considerazione: OC sarebbe uscito protetto comunque dalla contesa indipendentemente da questo intervento. Nel complesso un ottimo incontro, divertente e con il pubblico assolutamente coinvolto da quello che si può chiamare “fenomeno” Cassidy… uno dei lottatori più over del momento… o meglio detto, una delle gimmick. Onestamente sarei curioso di sapere l’opinione di chi invece, a contrario del sottoscritto, non conosceva questo atleta.

3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

AEW World Championship

Jon Moxley def. Chris Jericho (c)

Buon Main Even, lineare nella sua storia raccontata. Tutto doveva ruotare intorno a due cose: 1) L’occhio di Moxley, 2) La necessità di Y2J di avvalersi di tutti i mezzi per poter portare a casa la vittoria… scorrettezze e stable… ed ovviamente così è stato. 25 minuti di buona battaglia tra due lottatori che sul ring si trovano molto bene. L’unico dubbio che ho riguarda la benda di Moxley e la sua ferita, onestamente non ho capito se si trattasse tutto di un work o no (mea culpa scusate). Ora non resta che vedere quali saranno le conseguenze di questa sconfitta di Jericho e dei suoi scagnozzi che escono obiettivamente ridimensionati da questo PPV ad eccezione di Hager. Immagino vedremo una rivincita prima di passare al secondo capitolo della storia di Moxley campione.

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)