WTW REVIEW: FASTLANE 2018

Benvenuti a una nuova Review targata We the Wrestling, oggi parleremo di WWE Fastlane 2018 , l’evento si è concluso da poche ore e le idee su di esso sono certamente fresche e piene di voglia di parlare del ppv. Quasi tutti i match avevano alle spalle una creazione della faida ben fatta e portata avanti. A scrivere sarà oggi il vostro Lorenzo Fanti. Vediamo nello specifico cosa è successo…


Kickoff match

Breezango & Tye Dillinger  won via pinfall

Un incontro che non era previsto nella card inizialmente ma si è aggiunto all’ultimo minuto. Un team era formato dai Breezango e Tye Dillinger, un idolo dei fan. L’altro invece aveva al suo interno Chad Gable, Shelton Benjamin e Mojo Rawley. Come intensità non è stato ideale per aprire lo show dato che come ritmo è stato blando e la storyline dietro non era molto interessante. Però devo dire che da metà match in cui c’e stato il tag a Tye il ritmo si è decisamente alzato e la sua prestazione sul ring è stata talmente convincente da portare alla vittoria il suo team. Questa prestazione può far sperare per un possibile importante push a breve termine per lui, se lo meriterebbe certamente a mio avviso.

(2,8 / 5)


Shinsuke Nakamura def. Rusev via pinfall

Un incontro dove la faida era piuttosto recente ma in queste ultime settimana era stata sviluppata a mio avviso a un buon livello. I due wrestler hanno due stili ovviamente diversi di lottare dato che Rusev ha uno stile di pura potenza mentre Nakamura (uno dei miei preferiti) soprattutto tecnico e rapido. Due stili che se messi a confronto possono portare a un risultato interessante e così è stato almeno dal mio punto di vista. Rusev ha fatto un discreto match e non mi è dispiaciuto per cosa ha fatto vedere mentre Shinsuke è stato diverse volte vicino alla sconfitta ma con la sua solita bravura sul ring è arrivato a una vittoria meritata.

(3,3 / 5)


US Championship Match

 Randy Orton def. Bobby Roode (c) via pinfall

Due wrestler che non si erano mai incontrati uno contro uno su un ring di wrestling, un incontro inedito che si è rivelato certamente molto interessante da seguire. Una caratteristica che lo rendeva ancora più interessante era quella che era in palio il titolo di Bobby Roode, lo US Championship e Randy Orton sembrava molto interessato a tornare con una cintura alla vita dopo tanto tempo che non l’ha più. L’incontro è stato intenso e ben interpretato da entrambi i wrestler e si sarebbero meritati la vittoria per quanto ho visto sul ring. A sorpresa però nel finale Randy è stato bravo a intercettare un Bobby Roode in volo e chiudere l’incontro con la sua RKO. Diventa così il nuovo US Champion della WWE. L’intervento post match di Jinder Mahal contro Orton, il salvataggio di Roode del nuovo campione e lo stesso attacco a Orton rendono questa faida una delle più interessanti in questo ultimo periodo nella WWE e un termine di essa mi sembra ancora lontano, Wrestlemania potrebbe essere il giusto atto finale.

(3,3 / 5)


Natalya & Carmella def. Becky Lynch & Naomi via pinfall

Non mi aspettavo molto da questo incontro di coppia tutto al femminile, la costruzione non è stata delle migliori e secondo me si è visto sul ring. A livello di roster femminile e persone impegnate sul ring la vittoria del team heel può essere la giusta soluzione per terminare correttamente e coerentemente questo incontro, ma in questo modo c’e il rischio di affossare Becky Lynch che è ancora alla ricerca di una faida che la possa riportare nei piani massimi del roster femminile della WWE e soprattutto di Smackdown Live. Anche Naomi non si trova attualmente nelle grazie piene dei booker della  federazione. Non penso che comunque la faida tra di loro sia arrivata al termine.

(2,5 / 5)


Smackdown Tag Team Championship Match

Si conclude con un No Contest 

Credevo che il match per i titoli di coppia fosse uno dei migliori del ppv e così invece non è stato, almeno lo è stato fino al momento dell’intromissione dei The Bludgeon Brothers che hanno fatto piazza pulita dei presenti e hanno attaccato indistamente sia i campioni, i The Usos e gli sfidanti, cioè i The New Day. Quello che sembra uscito peggio da questo violento attacco è Xavier Woods che è stato schiantato contro i gradoni d’acciaio ed è uscito con la barella. I due big man hanno fatto valere la loro potenza e con questa mossa hanno rivendicato a pieno titolo un’occasione per prendere i titoli di coppia dei The Usos.

(2,5 / 5)

WWE SmackDown Women’s Championship Match

 Charlotte Flair (c) def. Ruby Riott (w/ Liv Morgan & Sarah Logan) via submission

Una prova tosta per la campionessa del roster blu Charlotte Flair, la sua avversaria era “nuova” e non una delle solite che ha dovuto affrontare negli ultimi ppv. Ovviamente Ruby Riott poteva fare affidamento sulla sua stable e quindi le fedeli Liv Morgan e Sarah Logan. Per pareggiare giustamente i conti Becky Lynch e Naomi sono arrivare per dare manforte alla campionessa. Fino al momento che tutte e quattro le persone fuori ring non sono state mandate via dall’arbitro Ruby è stata quella che ha avuto l’aiuto maggiore. Charlotte appena ne ha avuto l’occasione ha bloccato la sfidante nella sua figure four leg lock e ha portato a casa la vittoria rimanendo campionessa. Il faccia a faccia finale tra Charlotte e Asuka è solo il preludio di ciò che potremo vedere a Wrestlemania 34 nel prossimo mese.

(3,5 / 5)

6-Pack Challenge match for WWE Championship: 

AJ Styles (c) def. Baron Corbin, Dolph Ziggler, John Cena, Kevin Owens & Sami Zayn via pinfall

Il match più atteso del ppv, il main event dello show. AJ Styles doveva difendere il suo WWE Championship da ben cinque avversari, un impresa ardua per qualunque attuale campione della WWE. Ogni persona sul ring aveva la voglia di uscire con quella cintura alla vita e arrivare a Wrestlemania come il campione di Smackdown Live. Le intromissioni di Shane McMahon per fermare il conteggio a Sami Zayn e Kevin Owens porta avanti la loro personale faida.  Il campione ha subito anche un importante colpo da Cena sul tavolo, ma alla fine è stato il più lesto e pronto ad approfittare della situazione e schienare per il pin vincente Kevin Owens.

(3,8 / 5)


PPV RATE

  (3,3 / 5)

Nel complesso un buon ppv, alcuni match sono stati migliori di altri ma alla fine risulta piacevole da seguire e con qualche colpo di scena inaspettato come il cambio di titolo dello US Championship e la scelta di Asuka di affrontare Charlotte a Wrestlemania. Il main event aveva un finale già scritto ma non è stato un brutto match, anzi lo ritengo il migliore del ppv. Spero che tutto questo porti ad avere degli ottimi incontri a Wrestlemania e che la mossa di Shane possa in qualche modo inserirlo in qualche incontro nel ppv più importante dell’anno.

Lorenzo Fanti

Un fan da sempre della WWE, seguo la compagnia da quando era su Mediaset con Rey, Chris Benoit, Kurt Angle, JBL, Booker T e tanti altri. Inoltre seguo con grande passione Impact Wrestling, una compagnia spesso sottovalutata ma che fa ottimi show. Poi ho interesse anche nelle Indy europee. Non disdegno di seguire anche tutte le altre federazioni, ognuna può dare qualcosa alla passione della gente.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com