WTW REVIEW: ICW Shug Hoose’s Party VI – Night One –

Hey Guys, eccoci arrivati al doppio evento made ICW…SHP è strutturato in due serate e la prima ci porta in dote, come main event, Jackie Polo vs KUSHIDA, dopo che Jeff Jarret ha dovuto dare forfait poche settimane fa. Il resto della card? mettetevi comodi ed iniziate a leggere quanto segue…

2 on 3 Handicap match

Kenny Williams & Iestyn Rees def. More than Hype @ via pin

Opener dal quale mi aspettavo molto di più, costruito a pennello per far splendere il nuovo personaggio di Rees, al suo ritorno in un ring della ICW dopo vari mesi. L’incontro è stato ovviamente rapido, ma ha avuto una durata troppo breve per poter esplodere in qualcosa di ben più interessante. Nel complesso una contesa sufficiente, ma nulla di più.

2 out of 5 stars (2 / 5)

ICW World Women’s Championship @ via pin

Kasey (c) def. Aivil

Era uno degli incontri per il quale nutrivo più hype (ogni tanto bisogna essere anche uno patrioti…soprattutto quando la motivazione alla base è forte) e mi sono trovato spiazzato nel vederlo subito come secondo incontro della prima serata, scelta curiosa per un incontro titolato…e mi sono trovato ancora più spiazzato nel vedere il booking. Durante i vari capitoli di Inside The Garage, ho sempre parlato di gestione discutibile della categoria femminile e durante SHP ne ho avuto la conferma…ci siamo trovati di fronte ad un incontro titolato che è stato utilizzato come segmento per introdurre il match successivo, cosa che mia ha fatto storcere il naso.

Nonostante ciò, cerco di rimanere positivo, perchè Aivil, che durante l’anno ha sconfitto tutto il roster femminile e meriterebbe la cintura, spero abbia un’altra opportunità…anzi non spero…deve aver un’altra opportunità…e spero che sia a novembre quando EMG sarà a F&L. Una cosa positiva almeno c’è, la nostra concittadina non esce ridimensionata dalla contesa…anzi…

Per quanto riguarda la contesa…quei pochi minuti lottati mi stavano piacendo…poi sono arrivati…le persone qui sotto

[DUD]

The Purge def. POD @ via pin

Vittoria di prestigio per The Purge, in un incontro godibile e con poche pause, costruito sull’classico isolamento del team heel su di un membro dei face ed il classico run in finale. I compari di BT Gunn hanno così la loro rivincita e magari, dopo questa vittoria potrebbero iniziare a pensare al titolo “iridato”. Per quanto riguarda i POD, sconfitta che li catapulta nelle retrovie, cosa abbastanza sensata se si pensa alla loro poca presenza, ultimamente, negli show settimanali.

3 out of 5 stars (3 / 5)

Marc Coffey def. Andy Wild @ via pin

Incontro di difficile lettura. Per coloro che non seguono la ICW costantemente e vedono solamente gli eventi principali, il match può essere sembrato lento, noioso e con finale aclimatico. Per chi invece è un seguace della compagnia, questo risultato è propedeutico con la storyline di Andy Wild, ossia quella di un uomo a cui non gli viene dato credito ed al quale viene detto che non merita di calcare il ring del Garage…sempre che prima o poi avvenga quella grande vittoria, che gli permetterà di diventare uno dei pilastri della compagnia definitivamente (anche se forse già lo è). Nel complesso comunque non un grandissimo incontro, i due sanno fare molto meglio.

2.3 out of 5 stars (2,3 / 5)

ICW Zero-G Championship – Safe Pro Wrestling Rules –

Liam Thomson def. Joe Coffey @ via pin

Uno degli incontri, obiettivamente e non soggettivamente, più attesi di tutto l’evento. Da una parte l’Iron King della compagnia…una icona, dall’altro LT, sicuramente il miglior wrestler dell’anno in ICW e alla ricerca del suo primo titolo…la classica Cinderella Story, che in caso di finale negativo, potrebbe avere conseguenze nefaste per lo sfidante. Detto ciò, l’incontro è stato buonissimo con un lottato senza sbavature, una storia raccontata sul ring coerente e un finale emotivo in crescendo. La cintura è la giusta conseguenza per un lottatore che sta vivendo un fantastico 2019. Per quanto riguarda l’ex campione…può perdere o vincere, ma il suo status e le sue prestazioni rimangono sempre di alto livello.

4.3 out of 5 stars (4,3 / 5)

Paul Robinson def. Krieger @ via pin

L’incontro è stato come me lo immaginavo, duro e spigoloso e con quella piccola componente hardcore che ne ha innalzato la spettacolarità. Robinson è una scheggia impazzita in questa ICW e il suo character è perfetto in questo contesto. L’ottimo post match con Kid Fite coinvolto dopo essere intervenuto in aiuto di Krieger, allunga la faida con il Fite Network ed alza l’asticella allo step successivo, che culminerà, spero con uno scontro tra i due.

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

Leyton Buzzard def. Joe Hendry Se Hendry perde l’incontro dovrà abbandonare la compagnia. Se, invece Buzzard uscirà sconfitto dovrà indossare un maschera e non parlare fino a dopo Fear & Loathing @ via pin

L’incontro, emotivamente più “pesante” dell’evento. Maestro contro allievo…due amici uno di fronte all’altro…passato e presente contro futuro. Ebbene tutto questa premessa la si è respirata durante l’incontro che si è conclusa in un modo che non mi sarei mai aspettato. Vince l’allievo ed il maestro gli rende un emozionante tributo. Lato lottato…impeccabile e divertente. Altro ottimo incontro che lascia un enorme interrogativo per il futuro: Quale sarà il destino dei due?

4 out of 5 stars (4 / 5)

Kings of the North def. Kieran Kelly & Aaron Echo @ via pin

Sicuramente non un incontro al livello dei tre precedenti, ma comunque una contesa solida che intrattenuto il pubblico di Glasgow. Kelly ed Echo, non riescono ad ottenere la propria rivincita, mentre i KotN continuano la loro marcia. Non era facile coprire questo spot nella card, ma i quattro lo hanno fatto senza sbavature, ne incertezze.

2.3 out of 5 stars (2,3 / 5)

KUSHIDA def. Just Justice Jackie Polo @ via submission

Personalmente, il miglior incontro di Jackie Polo degli ultimi anni. Ovvio direte voi, c’era KUSHIDA. Vero, però altrettanto vero che sul ring si è in due e che quindi i meriti vanno condivisi. Match che dopo un inizio lento, aumenta di intensità e che in alcune momenti ha dimostrato come sia stato preparato nei minimi dettagli (alcuni scambi, non si preparano in poche ore). Vince KUSHIDA, perde Just Justice, ma non Jackie Polo. A fine incontro infatti il lottatore di casa, annuncia il suo addio temporaneo dalla compagnia senza specificare il quanto e soprattutto mettendo un bel “SE” davanti alla possibilità di un suo ritorno. Verità? Storyline? Lo sapremo nel futuro, per il momento accontentiamoci di questa solida contesa

3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Nel complesso una buonissima prima serata che ha regalato 4 “signori” incontri e che comunque non ha mai deragliato sotto l’aspetto delle storyline…lasciando un punto interrogativo piuttosto grande nella divisione femminile. Nel complesso l’asticella si è alzata e la Night Two dovrà essere molto bella per superare questa giornata.

Enrico Maria Gorreri

EMG...semplicemente EMG

4 pensieri riguardo “WTW REVIEW: ICW Shug Hoose’s Party VI – Night One –

  • 24 Agosto 2019 in 11:52
    Permalink

    I would like to thank you for the efforts you’ve put in penning this site.
    I’m hoping to view the same high-grade content by you in the future as well.
    In fact, your creative writing abilities has motivated me to get my own, personal blog now 😉

    Risposta
  • 24 Agosto 2019 in 0:32
    Permalink

    Greetings from Carolina! I’m bored at work so I decided to check out your blog
    on my iphone during lunch break. I love the information you present here and can’t wait to take a look
    when I get home. I’m amazed at how quick your
    blog loaded on my cell phone .. I’m not even using WIFI, just 3G ..
    Anyhow, great site!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com