Dopo un’ottima prima emozionante serata che ci ha lasciato con vari interrogativi ed almeno 3/4 ottimi incontri, cosa succederà durante la Night Two? Chi sarà il lottatore misterioso che sfiderà Wolfgang per il titolo massimo della compagnia dopo la tragica scomparsa di Lionheart?…mettetevi comodi…che ci pensa EMG a svelarvelo.

Alexander Dean def. Ricky Knight Jr. (RKJ)

Alexander Dean si impone di “rapina” su RKJ in un opener migliore rispetto a quello della Night One. Classico contrasto di stili tra un flyer ed un lottatore con i piedi ben saldi sul ring, che ha divertito e scaldato il pubblico di Glasgow (come se ce ne fosse bisogno).

2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Ravie Davie def. The Sam Barbour Experience

Si lo so, qualcosa stona…al commento ci viene detto che Rudo non può partecipare all’incontro a causa di un infortunio ed il suo posto viene preso da SBE (cosa comunque era stata annunciata nelle giornate precedenti all’evento)…detto ciò, l’assenza non si nota e si assiste ad un incontro, seppur costruito di fretta e furia, godibilissimo e divertente. Ennesima prova di come la ICW abbia del buono in casa e che ci sia solamente da sfruttarlo, soprattutto, ora, dopo gli addii di Polo ed Hendry.

2.8 out of 5 stars (2,8 / 5)

Grado vs James Storm

Match che non inizia dopo il brutale attacco di Storm su Grado, che è costretto ad abbandonare il ring. L’ex TNA prende il micorfono in mano e dopo un promo heel contro la Scozia, sputa sulla sigla ICW in mezzo al ring. L’arrivo di Dallas non si fa attendere e gli comunica che ora dovrà vedersela con Leyton Buzzard

Leyton Buzzard def. James Storm

Buon incontro, solido e senza sbavature, ovviamente non emotivamente ai livelli di quello della sera precedente contro Hendry, ma personalmente l’ho trovato tecnicamente più worldwide. Scontato il run in di Grado (forse avrebbe dovuto vendere meglio l’infortunio al ginocchio) e il finale da libro cuore che permette a Buzzard di chiudere con i fiocchi una due giorni che difficilmente si dimenticherà, durante i quali lo si è costruito definitivamente come uno dei pilastri del presente e del futuro della ICW. Il suo character è stato creato con pazienza e costanza ed il ragazzo ha appassionato le folle con prestazioni sempre più convincenti. Premio meritato.

3.3 out of 5 stars (3,3 / 5)

Triple Threat TLC Match for the ICW Tag Team Championship

Kings of Catch (c) def. The Nine9 vs Jody Fleisch & Jonny Storm

Partiamo dalla parte ironica…o meglio una messaggio a Dallas…”Prossima volta…si necessitano scale differenti…più resistenti”…detto ciò l’incontro mi è piaciuto, sia come gestione che come spot, ma soprattutto per il finale originale e intelligente. Non una vittoria di rapina da parte dei campioni, ma d’astuzia e collaborazione. Pensando poi al contesto generale l’unico problema che avevo ed ho avuto in questo incontro è stato quello legato al fatto che non ho mai creduto che i KOK potessero perdere i loro titoli, cosa per altro corretta visto la storyline che si sta raccontando. Vedremo ora come si deciderà di arrivare a F&L…io un idea ce l’ho.

3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Last Man Standing Match

“The Oddity” BT Gunn def. Kez Evans

Il LMS match è una di quelle stipulazioni che piacciono ad EMG, perchè lasciano molta libertà creativa. Questa era una rivalità che si era costruita mese dopo mese ed era diventata ultimamente “selvaggia”, quindi giusta la scelta. L’incontro ha vissuto di due fasi, una prima extra ring ed una seconda sul quadrato, cosa che ho apprezzato molto perchè, ultimamente, poche volte questo questo tipo di match si conclude all’interno delle corde amiche. Alla fine vince BT Gunn dopo una contesa violenta e con un finale bello, in cui Evans, conoscio della sconfitta si lascia comunque deliberatamente colpire una ultima volta da dietro le spalle con il coraggio e la fierezza di chi non si sente sconfitto. In conclusione…da vedere

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

WWE NXT UK Women’s Championship

Toni Storm def. Viper

Ottimo incontro seppur dal risultato scontato. Tecnicamente elegante e ben combattuto da entrambe le lottatrici che hanno dimostrato come anche nel panorama femminile il lato qualitativo è sempre più curato. Per usare un termine che amo particolarmente…incontro solidissimo, che non mi ha fatto sussultare sulla sedia ma che obiettivamente è stato ottimamente condotto da Toni Storm e Viper.

3 out of 5 stars (3 / 5)

Kinky Party def. Anti-Fun Police

Incontro che personalmente ho adorato, pur non essendo, obiettivamente il migliore delle due serate . Kinky Party significa Garage allo stato puro e in questo incontro si è visto tutto questo spirito…dopo le 20 sediate prese dai due e il “concierto” perso insieme, ho veramente creduto nella loro sconfitta, cosa che ad inizio match non aveva sfiorato neppure una cellula del mio cervello. Bravi loro, ma bravi anche gli sfidanti a guadagnare credibilità durante la contesa. Nel complesso un incontro che piacerà molto a chi segue assiduamente la ICW e avrà divertito chi la federazione la conosce limitatamente

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

Single Match for the Vacant ICW World Heavyweight Champioship

Stevie Boy def. Wolfgang

Eccolo l’uomo misterioso…e meglio di lui, non si poteva scegliere, perchè Stevie Boy a questa compagnia stava mancando…eccome. Il match è stato splendido, costruito perfettamente sul ritorno del grande assente…Wolfgang ha dominato la prima parte della contesa, lavorando giustamente la parte precedentemente infortunata del nuovo campione. Una crescita continua sul piano dell’intensità, ha portato poi a vari falsi finali perfettamente eseguiti, fino al tripudio definitivo. Incontro dal grande tasso emotivo dall’inizio (pop iniziale pazzesco per Stevie) alla fine. La scelta del vincitore è più che legittima ed ora sono molto curioso di vedere chi sarà il suo avversario a F&L (Rudo?). Personalmente uno dei migliori Main Event della storia recente della compagnia.

4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)

A mani basse il miglior PPV in casa ICW degli ultimi anni e probabilmente, non solo in terra scozzese. Tecnicamente ed emotivamente di alto livello, l’evento ci ha riservato tantissime sorprese, importanti conferme, dolorosi addii e un buonissimo lottato. Personalmente, l’unica nota stonata è rappresentata dalla gestione della divisione femminile, ma voglio essere positivo e credere nella miracolosa redenzione. Nel complesso un evento assolutamente da non perdere e da godersi non appena si hanno sei ore di tempo.

4 out of 5 stars (4 / 5)