Benvenuti a una nuova WTW Review, oggi parleremo di Impact Wrestling Hard to Kill, l’evento si è svolto nella nottata italiana alla The Bomb Factory di Dallas, Texas. A scrivere sarà oggi il vostro Lorenzo Fanti. Vediamo nello specifico cosa è successo…

Ken Shamrock def. Madman Fulton via Submission

Uno dei match nati più tardi nella card del ppv, ma ciò non ha fatto che aumentare il mio personale hype per vedere cosa avrebbero combinato Madman Fulton e la leggenda del wrestling e MMA Ken Shamrock, due stili di lotta non molto diversi tra di loro e questa piccola differenza è stata la variabile positiva di questo match nello specifico. Shamrock non ha deluso le mie attese e se devo essere sincero Fulton è stato anche superiore a ciò che mi aspettavo da lui. Shamrock ha lavorato molto bene alla spalla destra del suo avversario e dopo averlo indebolito ha applicato una presa dalla quale non era possibile uscirne, Fulton ha provato a resistere, ma alla fine non ha potuto altro che cedere. Un buonissimo opener per il ppv.

4 out of 5 stars (4 / 5)

X Division Championship Match: Ace Austin (c) def. Trey via Pinfall

Il match con in palio l’ X Division Championship di Ace Austin, il suo sfidante era Trey dei The Rascalz. Due wrestler con una grande capacità di mettere in atto mosse molto tecniche, con una carisma di alto livello, due caratteristiche che unite hanno aiutato certamente a far uscire un match molto importante. Una faida partita dall’interesse dell’ X Division Champion Ace Austin, con la gimmick diciamo a “luci rosse” per la mamma del nuovo #1 contender al suo titolo, Trey e siamo arrivati fino a quest’incontro decisivo. Si sono affrontati a viso aperto e entrambi si sarebbero meritati la vittoria finale a mio avviso. Ace Austin lavorando però alla perfezione sul ginocchio di Trey è riuscito a portare a casa la vittoria e quindi la conferma titolata.

4.3 out of 5 stars (4,3 / 5)

Impact Knockouts Championship Match: Taya Valkyrie (c) def. Jordynne Grace & ODB via Pinfall

Un match che era valevole per l’ Impact Knockouts Championship, la campionessa Taya Valkyrie contro le sue sfidanti più temibili, cioè Jordynne Grace e ODB, due che fanno della potenza la loro forza maggiore sul ring. Mi aspettavo un incontro decisamente spumeggiante e pieno di colpi di scena, e sono lieto di poter affermare che così è stato. Due sfidanti per la campionessa non era una prova semplice da sostenere anche in base a chi fossero, ma lei ha retto bene almeno nella prima parte del match, poi nella seconda ha iniziato a subire le mosse delle sue avversarie rendendo il tutto ancora una volta più interessante da guardare. Però alla fine la campionessa è riuscita a confermarsi ancora una volta tale, il suo regno continua ad allungare la sua permanenza con la cintura.

4.3 out of 5 stars (4,3 / 5)

Rob Van Dam def. Brian Cage via Referee Stoppage

Tre sole lettere per indicare un veterano del mondo del pro wrestling come Rob Van Dam, un passato in WWE, ECW e anche a Impact, dove attualmente ha fatto ritorno quasi in pianta stabile. Il suo avversario Brian Cage, un vero dominatore ed ex pluri campione della federazione. Una faida iniziata da subito con il piede giusto poi proseguita molto bene e infine sono arrivati anche loro alla risoluzione a questo ppv, il primo del 2020 per Impact. Un incontro che devo dire ho trovato veramente bello e intenso, due contendenti di altissima fascia e con un background che si unisce alla perfezione tra di loro. L’infortunio riportato alla spalla, almeno in storyline, da Brian Cage ha costretto l’arbitro a interrompere il match, poi è arrivato Daga e RVD ha sconfitto in pochi minuti anche il suo nuovo avversario.

4.3 out of 5 stars (4,3 / 5)

Eddie Edwards def .Michael Elgin via Pinfall

Match nato senza troppi preclami nel corso degli ultimi show settimanali di Impact, Michael Elgin dopo i suoi anni in NJPW ha fatto il suo ritorno in america scegliendo Impact Wrestling come sua casa e fin dal suo arrivo ha fatto vedere delle ottime cose, poi ha trovato Eddie Edwards sulla sua strada e il suo stile di lotta è stato subito difficile da affrontare per lui. I due si sono affrontati in maniera non del tutto regolare diverse volte, ma a Hard to Kill hanno avuto la resa dei conti finale. Come incontro è stato veramente piacevole da seguire, due wrestler esperti che hanno fatto del loro meglio per far si che tutto filasse per il meglio. Eddie Edwards ha avuto quel qualcosa in più nel finale che gli permesso di ottenere la vittoria.

4.3 out of 5 stars (4,3 / 5)

Moose def. Rhino via Pinfall

Moose, Rhyno, due veterani dei ring di Impact, ognuno arrivato al match con un passato molto diverso, Moose prima era una colonna portante della ROH mentre Rhyno è stato per tantissimi anni nella WWE (all’incirca una decina) dove è cresciuto e ha imparato un sacco su questo mestiere del pro wrestler. Ho trovato che la costruzione della loro faida, puntata dopo puntata, sia stata una delle migliori e ogni passo fatto fare ai due ha alzato molto l’hype prima di questo match. Di per se è stato un incontro decisamente ottimo, senza pause e dove i due hanno cercato di portare nelle loro mani la vittoria finale. Nella sfida Gore vs Spear a vincere è stato Moose che così ha dato un ottimo botto per iniziare l’anno, subito un importante puch per lui.

4 out of 5 stars (4 / 5)

Impact World Tag Team Championship Match: The North (c) def. Willie Mack via Pinfall

Il match con in palio i titoli di coppia della federazione, i The North gli hanno messi in palio contro Willie Mack e Rich Swann, un team che ha dimostrato più volte di poter funzionare bene insieme e che uniti fanno una coppia capace di poter lottare senza problemi per i titoli di coppia come al ppv dato che anche a loro l’esperienza sul ring non manca. Rich Swann non è stato però dichiarato in grado di lottare e l’unico dei due del team a prendere parte alla sfida è stato Willie Mack. I The North ormai sono campioni di coppia da diversi mesi e hanno dimostrato di essere dei veri campioni, affidabili e capaci di belle cose sul ring. Mi aspetto molto da questo incontro e credo che le mie alte aspettative siano state rispettate senza se e ma. Mack si é ben difeso nonostante fosse da solo a lottare, mentre i campioni hanno provato a farsi squalificare per terminare il match. Alla fine però la superiorità numerica é stata decisiva per la vittoria finale dei The North, un applauso ugualmente a Mack per la sua tenacia.

4.3 out of 5 stars (4,3 / 5)

Impact World Championship Match: Sami Callihan (c) vs Tessa Blanchard

Il match più importante dell’intero ppv, due contendenti di altissimo livello e soprattutto un intergender match valevole per il World Championship tra Sami Callihan e Tessa Blanchard. Come ho detto nel preview di questo ppv di Impact una vittoria di Tessa sarebbe stato un qualcosa di storico e lei si è dimostrata veramente all’altezza di questa prestazione che le è stata messa davanti, Sami Callihan. Il campione è stato come al solito una certezza, un wrestler capace di uno stile di lotta che si può considerare un mix tra potenza e violenza allo stato puro. Tessa Blanchard é stata veramente perfetta in un match in cui poteva scrivere la storia ha fatto ciò, é diventata la nuova campionessa e Impact ha una nuova regina.

4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)

PPV RATE

4.3 out of 5 stars (4,3 / 5)