WTW REVIEW: NXT Takeover Toronto II

Benvenuti a una nuova WTW Review, oggi parleremo di WWE NXT Takeover Toronto II, l’evento si è svolto nella nottata italiana alla Scotiabank Arena di Toronto in Canada. A scrivere sarà oggi il vostro Lorenzo Fanti. Vediamo nello specifico cosa è successo…

NXT Tag Team Championship Match: The Street Profits (Montez Ford & Angelo Dawkins) (c) def. The Undisputed Era (Bobby Fish & Kyle O’Reilly) via Pinfall

Un opener di alto livello per questo nuovo speciale NXT Takeover, subito i titoli di coppia del roster giallo detenuti dagli Street Profits in palio contro i due membri degli Undisputed Era, Kyle O’Reilly e Bobby Fish. Due tag team molto tecnici che fanno della velocità e la pulizia nelle mosse il loro punto di forza, poi la costruzione che gli ha portati fino all’incontro titolato è stata ben fatta quindi un grande punto a loro favore. Sia i campioni che gli sfidanti si sono comportanti molto bene nel ring, bravi in quello che doveva fare. Il migliore sul ring per me è stato Bobby Fish, non ha sbagliato nulla e il lavoro che ha svolto con Kyle O’Reilly alla gamba sinistra di Ford è stato ottimale. Un grande match, gran lavoro al suo interno, ma alla fine a spuntarla sono stati i campioni che con la Frog Splash di Ford hanno portato a casa la conferma titolata. Forse uno dei migliori match di coppia che abbia visto a NXT e in generale nella WWE. Bravissimi comunque tutti e quattro.

4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)

Io Shirai def. Candice LeRae via Submission

Un match nato da una grande amicizia tra le due superstar anche fuori dal ring, Candice LeRae era la più grande amica di Io Shirai fin dal suo arrivo dal Giappone, poi gli interventi della moglie di Johnny Gargano in aiuto della giapponese sembravano essere un rafforzamento di questo legame tra di loro, invece dopo lo Steel Cage perso da Io Shirai contro Shayna Baszler nelle ultime settimane a NXT c’e stato il cambiamento della Shirai che è diventata una heel con i fiocchi iniziando ad attaccare la sua ex amica. Se devo essere sincero in questo nuovo modo di stare sul ring mi piace molto di più, la vedo molto meglio nei suoi panni, non tecnicamente dato che direi una grossa fesseria essendo lei forse la migliore al mondo in questo piano ma sull’attire e tutto il resto. Il match è nato per rendere giustizia a Candice e mentre lottavano hanno fatto vedere questo odio che è nato tra le due, un fattore che le ha aiutato molto a mettere su un ottimo incontro. Tante belle mosse, tanti tentativi di schienamento e soprattutto una trama sempre ben seguita nella totalità del match. Alla fine a spuntarla per sottomissione è stata Io Shirai. A mia grande sorpresa è stato un bellissimo match, veramente bello e piacevolissimo da seguire.

4.3 out of 5 stars (4,3 / 5)

NXT North American Championship Match: Velveteen Dream (c) def. Roderick Strong & Pete Dunne via Pinfall

Anche qui per me c’e stata una grande costruzione del match durante le varie puntate settimanali dello show giallo, poi avere sul ring tre superstar del calibro e soprattutto carisma di Velveteen Dream, Roderick Strong e Pete Dunne non è da tutti, quindi complimenti per la scelta fatta negli sfidanti di Dream per il North American Championship. Un incontro veramente molto intenso e senza un attimo di pausa. Ottime mosse da parte di tutti e tre i contendenti, colpi di scena immancabili in un match a tre e sopratutto il campione messo in grande difficoltà dagli sfidanti, una cosa non semplice. Un finale convulso con le tante mosse tutte insieme, con gli schienamenti rubati, ma aveva tutto una sua logica o meglio un filo conduttore. Il più lesto a prendere lo schienamento vincente su Pete Dunne è stato Dream che si è confermato, con un match veramente ottimo, North American Champion.

4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)

NXT Women’s Champioship Match: Shayna Baszler (c) def. Mia Yim via Submission

Shayna Baszler, una wrestler che non tutti valutano come dovrebbero, sembra essere solo una ex fighter MMA con le sue mosse, ma come campionessa per me sta volgendo un ottimo lavoro e mostrando come si progredisce tecnicamente nel mondo del wrestling, giorno dopo giorno. Per esempio per me è un ottima wrestler, una che reggerebbe bene il confronto con una come Becky Lynch oppure con Ronda Rousey, due che hanno un background enorme dietro di loro. La sua sfidante è stata Mia Yim che dopo un anno a NXT ha finalmente ricevuto la sua meritata occasione di andare per il titolo femminile del roster, un premio alla sua tenacia. Anche lei non manca di esperienza dato che lotta da ben dieci anni ed è passata in federazione come la Shimmer e la TNA (con il ring name di Jade). Il match ha subito preso una prevalenza di mosse potenti e prese di sottomissione, come c’era da aspettarsi da parte della campionessa. Mentre Mia ha messo in atto tutto quello che sa nella tecnica delle mosse da eseguire, un confronto che è stato molto interessante in ogni aspetto. A spuntarla alla fine di un incontro ben fatto è stata la campionessa su Mia che nulla ha potuto dentro la morsa alla testa da parte di Shayna. Una conferma dopo essere stata messa in seria difficoltà.

4 out of 5 stars (4 / 5)

Three Stages of Hell for the NXT Championship Match: Adam Cole (c) def. Johnny Gargano 2:1 via Pinfall

Una resa dei conti finale tra il campione Adam Cole e Johnny Gargano, due pezzi da novanta del roster se non i due migliori. Tre diversi stili di match in uno solo, prima un normalissimo single match, poi un Falls Count Anywhere e infine uno Steel Cage. Nella prima parte dell’incontro è stata messa in mostra la loro grande tecnica, innegabile e perfetta con dei tali talenti. La classicità spesso si dice paga e in questo caso è stata ottima fino a che non c’e stata la breve distrazione dell’arbitro che ha permesso prima ad Adam Cole di colpire Gargano con un Low Blow, poi Johnny ha colpito volontariamente il campione con una sedia di acciaio alla schiena venendo squalificato e portando il match sull’ 1-0. E’ di fatto iniziata la seconda parte del match dove il conteggio poteva essere fatto ovunque e la squalifica non era più contemplata nelle regole. Qui tutto aveva valore e niente era illegale, prima il giro nel pubblico, poi il tavolo dei commentatori rotto da Cole. La presa al collo, la sua Garga-No Escape ha dato i frutti sperati e Adam Cole ha dovuto cedere portando il match sull’ 1-1. Infine è scesa la gabbia dall’alto ed è iniziata la parte decisiva dello Steel Cage. Ma la caratteristica principale è quella che non potevano scappare dalla gabbia ma la vittoria poteva arrivare per schienamento o sottomissione, ogni arma ha iniziato a prendere valore per avvantaggiare la propria posizione. Tavoli rotti, sedie, kendo stick, filo spinato, martelli, non si sono fatti mancare nulla, ma il volo dall’asse di legno posizionato sopra la gabbia e finito direttamente su un tavolo è stato decisivo per la vittoria finale, Adam Cole ha chiuso Johnny con le ultime forze residue e si è confermato ancora una volta NXT Champion. Un match da ricordare, un match spettacolare e uno dei migliori di sempre di NXT. Complimenti a entrambi per la prova veramente eccelsa.

5 out of 5 stars (5 / 5)

PPV RATE

Come al solito il prodotto targato NXT è il migliore della WWE per la qualità che viene messa in mostra dai wrestler del roster e ciò che viene ricercato in ogni match. Anche questo Takeover è stato veramente un grande spettacolo, tutti match di altissimo livello, di successo assicurato. In particolare hanno colpito a pieno titolo il main event tra Adam Cole e Johnny Gargano, per me un incontro da cinque stelle da vedere e rivedere senza fermarsi, poi il match valevole per i titoli di coppia e anche quello per l’NXT North American Championship, tre incontri spettacolari. Un pelo inferiori quello tra Candice LeRae contro Mia Yim e quello valevole per il titolo femminile, ma comunque in grado di colpire nel segno e fare una grandissima figura. In ogni caso un ppv spettacolare, match da scuola del wrestling, NXT resta sempre NXT per quello che riesce a mettere in mosta.

4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)

Lorenzo Fanti

Un fan da sempre della WWE, seguo la compagnia da quando era su Mediaset con Rey, Chris Benoit, Kurt Angle, JBL, Booker T e tanti altri. Inoltre seguo con grande passione Impact Wrestling, una compagnia spesso sottovalutata ma che fa ottimi show. Poi ho interesse anche nelle Indy europee. Non disdegno di seguire anche tutte le altre federazioni, ognuna può dare qualcosa alla passione della gente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com