WTW REVIEW: NXT TakeOver Toronto

Oh, salve!
Oggi il vostro direttore, si occuperà di recensire per voi, il sempre brillante NXT Takeover Toronto!

 

Bobby Roode batte Tye Dillinger

Glorious! L’evento parte con un coro di voci bianche che ci porta all’ingresso del wrestler con la theme più over della storia, Bobby Roode! Tye Dillinger, entra fra il boato del pubblico. Questo ragazzo è over grazie al numero “10”. Parliamone di quanto può essere bello il wrestling!
Tornando a noi, il match è stato decisamente molto buono. Non un capolavoro, ma un match molto gradevole che ha messo il campo il meglio che Dillinger sa fare, dato che non è mai stato al centro dell’attenzione, almeno parlando del lottato.
La sequenza finale con la DDT (Finisher nuova?) di Roode è stata ottima. Ottimo Opener.

RATE: (3,5 / 5)

Dusty Rhodes Tag Team Classic – Final

Authors Of Pain battono TM-61

Altro ottimo match, anche se…
Un inizio scoppiettante con Shane Thorne che si lancia dalla struttura che sostiene la gabbia dov’è rinchiuso Paul Ellering. Il match, stranamente, ha visto partire alla grande i due australiani che hanno avuto il pieno controllo del match con un Nick Miller che ha cominciato a sollevare gli avversari come se fossero fuscelli.
Un match molto equilibrato fino al finale. Spiegatemi il perché, Ellering lancia una catena ai suoi protetti, per poi finire sul pubblico (e qui ok). Poi, passano pochi secondi e gli Authors Of Pain chiudono. Match ottimo, ripeto, ma un finale che lascia con l’idea che ci poteva essere qualcosa di più. E per me, dovevano vincere i TM-61.

RATE: (3 / 5)

NXT Tag Team Championship – 2 Out of 3 Falls Match

#DIY battono The Revival per 2-1

La bellezza di questo match. Un minutaggio molto alto, per un match che ha regalato delle emozioni incredibili. Io, poi, ho un problema. Quando vedo che nel match c’è della psicologia nel raccontare il match, che richiama alla storyline, ai precedenti match, io amo quel match.
Un Gargano che si è preso le botte, un Ciampa che ha dato schiaffi. Dash & Dawnson, da canto loro, hanno fatto un gran lavoro nel lavorare le ginocchia di Gargano, ricordando il loro precedente di Brooklyn. Il tentativo di rubare il Superkick + Running Knee dei Revival, e la Shatter Machine di Gargano e Ciampa, sono stati incredibili. Un finale perfetto per mandare nel Main Roster (finalmente) gli ex campioni, e creare un ottimo regno per i #DIY. Questo match, se non è perfetto, ci si avvicina molto. E…Ciampa…hai fatto un riferimento a Chris Benoit, non è vero?

RATE: (4,9 / 5)

NXT Women’s Championship

Asuka batte Mickie James via Sottomissione

Un match con molto hype, ma che, personalmente, mi ha lasciato un poco così. Cioè, non è stato brutto ma non è stato nemmeno magnifico, e non do la colpa a Mickie James. Ho visto ottime cose, con l’idea che Mickie James, la veterana, potesse veramente far del male ad Asuka, con la sua esperienza e la sua forza. Però, poi questo si è perso nel finale, quando la sottomissione di Asuka sulla James è durata niente. Come per Authors Of Pain vs TM-61, il finale ha distrutto l’ottima costruzione che stava dando il match. Però, è stato molto bello vedere una James in ottima forma, che magari, potrebbe fare un salto nel main roster.

RATE: (2,5 / 5)

NXT Championship

Samoa Joe batte Shinsuke Nakamura via Pin

Ed eccoci al Main Event! Samoa Joe subito all’attacco, dimostrando di essere la forza bruta di NXT. Joe che dimostra di essere ancora la Samoan Submission Machine, con una serie di sottomissioni, ottime. Un Nakamura che ha fatto il face campione, dimostrando di avere una forza che tira fuori quando è più in difficoltà. E il German Suplex su Joe, è il chiaro esempio. La combinazione Muscle Buster/Kinshasa, è stata qualcosa di magnifico, anche perché non è stata forzata. E poi, il finale. Finalmente azzeccato. Il pubblico ammutolito, perché Nakamura ha perso. Joe ha vinto. Joe è di nuovo campione NXT. Io, personalmente, non ci credo. Joe ancora ad NXT? Cosa vogliono fare con Nakamura? Cavoli, questo si fa interessante.

RATE: (4 / 5)

PPV RATE: RATE: (4 / 5)

Un evento ottimo, che nelle sue due ore e mezza vola liscio. I #DIY nuovi campioni sono forte il risultato (diciamoci la verità) più scontato della serata, ma anche il più bello da vedere. Roode che ora volerà verso il titolo? Io credo di si, anche perché non ha molto altro da fare. Gli Authors Of Pain, vengono consolidati come uno dei migliori team di NXT, anche se, i TM-61 meritavano di più. Asuka rimane Asuka, e qua non abbiamo molto da dire. E poi, Joe campione. Samoa Joe di nuovo campione. Questo ha dell’inspiegabile, ed è il bello del wrestling! Noi non sappiamo, e abbiamo solo voglia di scoprirlo! Per questo, secondo me, Takeover Toronto è forse il miglior Takeover di sempre, con un’ottima serie di match, che ha regalato grandi emozioni.

 

Grazie per avermi letto, e alla prossima!