Nonostante il viaggio… la stanchezza… e il poco tempo, EMG è riuscito a vedersi nella sua camera d’albergo tutto la 9th Annual SquareGo!” ed a mettersi, seppur con ritardo, davanti alla tastiera a raccontarvi le sue impressioni.

ICW Zero G Championship

Liam Thomson def. Leyton Buzzard (c)

Bello. L’incontro è stato bello ed ha dimostrato ancora una volta due cose fondamentali. Buzzard sta diventando match dopo match sempre più bravo, Thomson continua a vivere uno splendido momento di forma. Contesa rapida e tecnicamente ben combattuta, che si conclude in un modo estremamente logico e mantiene aperte numerose opzioni per il futuro. Durante Fight Club, Leyton Buzzard era riuscito a strappare il titolo a Liam Thomson utilizzando la scorrettezza che EMG preferisce in assoluto, il low blow… Durante questo PPV, Thomson ha reso il favore vincendo allo stesso modo. In conclusione 1 a 1 e la bella all’orizzonte.

4 out of 5 stars (4 / 5)

ICW World Women’s Championship

Aivil (c) def. Isla Dawn

Riassunto: Incontro pieno di errorini dovuti alla mancanza di collaborazione tra le due atlete. Il match ha avuto varie piccole incertezze legate, immagino, a problemi di comunicazione tra le due. Ho voluto rivedere l’incontro due volte e mi è sembrato abbastanza chiaro che gli errori avvenissero dal lato della sfidante. Il motivo ovviamente non lo si può sapere, quello che rimane però è il peggior incontro della serata, sicuramente sotto le aspettative di EMG.

2 out of 5 stars (2 / 5)

ICW Tag Team Championship Glasgow Streetfight 

The Fite Network (Lou King Sharp & Krieger) def. The Purge (Stevie James & Krobar) (c)

Obiettivamente, non il miglior incontro della sera, ma soggettivamente quello che mi ha divertito di più. Tutto è stato perfetto. La storia raccontata non ha fatto una grinza, doveva essere una battaglia da bar e così è stato. I due tag team sono riusciti a trascinare il pubblico, grazie anche ad un finale, grottesco, ma allo stesso tempo riuscitissimo. Cosa è successo? in poche parole Lou King è riuscito a chiudere fuori dall’edificio Krobar (non vi dico come, perchè è la parte divertente) ed a creare un handicap match che ovviamente si è concluso con la vittoria degli sfidanti. La cosa che può sembrare strana è il cambio di titolo così precoce. Personalmente The Purge, si sarebbe meritato un regno titolato più lungo, perchè nelle puntate settimanali stavano facendo bene… ciò nonostante la vittoria dei Fite Network non da fastidio… anzi, mette ancora più pepe alla categoria. Vediamo cosa succederà nelle prossime puntate, perchè la storyline costruita da questi due team è stata molto divertente.

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

ICW World Heavyweight Championship match

Noam Dar def. Stevie Boy (c)

Onestamente non mi aspettavo un cambio di titolo, ma il tutto è avvenuto attraverso un incontro talmente ben combattuto da entrambi che onestamente alla fine era indifferente chi sarebbe uscito vincitore. Buon alchimia in ring, buone manovre e fasi di grappling ben eseguite. Il pubblico è stato dentro al match dall’inizio alla fine schierandosi da entrambi le parti. La scelta del cambio di titolo, può sembrare coraggiosa, visto comunque che Darr è un atleta WWE, però a ben vedere ha il suo senso. L’atleta è un ICW e verrà sempre considerato tale… un suo giro titolato non può che far bene alla compagnia sia a livello di immagine che tecnico. Onestamente spero di vedere un rematch. Se devo trovare un difetto a tutto questo, è stata la interferenza Davey Boy a metà incontro, intervenuto per salvare Stevie Boy da una sediata che avrebbe potuto essere fatale. Seppur la cosa potesse aver senso, non era necessaria… a mio modo di vedere è stata un’inutile forzatura.

4 out of 5 stars (4 / 5)

Square Go! match

Kez Evans def. BT Gunn, Sami Callihan, Craig Anthony, Jason Reed, Lewis Girvan, Dickie Divers, Trent Seven, Damien Corvin, Jack Morris, Alexander Dean, Wolfgang, Bonesaw, Adam Maxted, Thatcher Wright, Kez Evans, Nathan Martin, Ravie Davie, Kieren Kelly, Kid Fite, Andy Wild, Zander McGuire, Jake Crist, Jask Jester, Aspen Faith, Rickey Shane Page, Grado, Davey Blaze, Darren Kearney, LJ Cleary & Luca de Pazzi

Non è stata la miglior SquareGo! Ma è stata logica nell’epilogo ed ha offerto vari spunti per il futuro. Giusta la vittoria di Kez Evans, interessante la storyline nata tra Alexander Dean e Andy Wild… interessantissimo quello che sta accadendo nell’ultimo mese tra Aspen Faith e Lewis Girwan sempre più ai ferri corti dopo la muta accidentale eliminazione… senza dimenticarci i divertenti camei di Callihan, Trent Seven e RSP. Questi sono tipi di incontri tecnicamente poveri e per i quali devi giudicare solamente il booking ed in questo caso la prova è stata superata utilizzando la semplicità, senza inventarsi cose assurde.

3 out of 5 stars (3 / 5)