Benvenuti a una nuova WTW Review, oggi parleremo di WWE Clash of Champions 2019, l’evento si è svolto nella serata italiana al King Saud University Stadium di Riad, Arabia Saudita. A scrivere sarà oggi il vostro Lorenzo Fanti. Vediamo nello specifico cosa è successo…

20-Man Battle Royal: Humberto Carrillo def. No Way Jose Sunil Singh, Mojo Rawley, Erick Rowan, R-Truth, Sin Cara, The Brian Kendrick, Titus O’Neil, Tony Nese, Akira Tozawa, Shelton Benjamin, Apollo Crews, Andrade, Drake Maverick, Erik Young, Luke Harper, Cedric Alexander & Heath Slater

L’unico match dell’opener del ppv, la 20-Man Battle Royal per decretare lo sfidante della serata allo US Championship di AJ Styles durante la serata. Tanti nomi interessanti sul ring come Erick Rowan, R-Truth, Andrade, Sin Cara, The Brian Kendrick, Shelton Benjamin, Tony Nese, Erik Young, Cedric Alexander, Humberto Carrillo e No Way Jose. Altri possibili outsider come Mojo Rawley, Apollo Crews, Drake Maverick, Heath Slater. Come al solito è sempre stato un po’ confusionario con eliminazioni a oltranza. Gli ultimi quattro sul ring sono stati Alexander, Carrillo, Luke Harper e Rowan, tutti nomi topo dell’incontro. Il dominio mostrato da Harper e Rowan è stato importante e netto. A grande sorpresa, con una mossa di astuzia il messicano ha eliminato i due big man e ha vinto il match, una gran bella impressione a mio avviso. Contro AJ Styles avrà una grande opportunità, spero si tratti dell’inizio di un grande push per lui, se lo merita certamente.

3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

WWE Championship Match: Brock Lesnar (c) def. Cain Velasquez via Submission

Un match inaspettato come opener dello show, Brock Lesnar che ha messo in palio il suo WWE Championship contro una leggenda della UFC e del mondo MMA come Cain Velasquez. Una scelta alquanto coraggiosa da parte dei booker l’uscita del match come primo e se devo essere sincero mi ha piacevolmente colpito. Mi aspettavo abbastanza come incontro, le attese erano molto buone e il feud ha sempre avuto un filo logico seguito molto bene dalla federazione. Un Cain Velasquez che ha messo in difficoltà il campione con calci, pugni, mosse di sottomissione, ma Lesnar con un colpo improvviso ha bloccato l’ex MMA nella sua micidiale Kimura Lock. Una mossa dalla quale Velasquez non è stato in grado di uscire, e Lesnar si è confermato campione. A fine match ha continuato ad attaccare lo sfidante, ma Rey Mysterio ha messo in fuga il campione. Un match piacevole da seguire.

3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

World Cup Tag Team Turmoil Match: The OC def. The B-Teamdef. Robert Roode & Dolph Ziggler, The Revival, The New Day, The Viking Raiders, Heavy Machinery, Lucha House Party & Zack Ryder and Curt Hawkins via Pinfall

Un match tipico di questo ppv, il World Cup Tag Team Turmoil Match, dove tra ben nove coppie viene decretato il miglior tag del mondo, ovviamente in senso metaforico, ma è sempre una vittoria di prestigio per chi la vince. Il primo team a essere stato eliminato sono stati i Lucha House Party da Robert Roode e Dolph Ziggler. Zack Ryder e Curt Hawkins hanno avuto la stessa sorte, poi sul ring a sfidarli sono arrivati gli Heavy Machinery, un team decisamente di un altro livello. Essi sono stati in grado di eliminare Roode e Ziggler, ma poi di fronte si sono trovati i New Day. L’eliminazione degli Heavy Machinery ha portato il B-Team sul ring. Il loro schienamento ha portato sul ring i The Revival. E devo dire che la parte del match tra New Day e Revival è stata molto ben fatta, una delle migliori del match, una bella prova fino all’eliminazione dei secondi. L’entrata in segna dei The O.C. con due inermi avversari è stata quasi una passeggiata, o almeno così sembrava inizialmente, ma alla fine è arrivata l’eliminazione anche dei The New Day. La sfida finale è stata tra i Viking Raiders e i The O.C., ciò che mi aspettavo a inizio match. I vincitori sono stati proprio gli O.C., una bella vittoria per loro.

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

Mansoor Al-Shehail def. Cesaro via Pinfall

Il match tra l’idolo di casa Mansoor Al-Shehail e lo svizzero Cesaro. Il primo sta facendo vedere delle cose veramente interessanti a NXT e che potrebbe veramente migliorare un sacco diventando uno degli atleti di punta del Medio Oriente, invece Cesaro è ormai una garanzia anche se spesso viene sottovalutato in quello che fa, ha una grande tecnica e meriterebbe molto di più di quello che ha avuto dalla WWE finora a mio avviso. L’incontro è stato veramente bello e senza sbavature, grande tecnica da parte di entrambi e una rapidità importante nello stesso per far si che non ci fosse nemmeno un attimo di pausa in esso. Una bella prova da parte del wrestler saudita che ha conquistato una meritata vittoria contro il più ben quotato Cesaro. Che dire, spesso il pregiudizio che è stato messo lì per far felici i fan presenti è stato battuto. Ha fatto un ottimo match per me, si merita i miei , e spero non soli, applausi.

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

Tyson Fury def Braun Strowman via Count Out

L’esordio sui ring della WWE per il pugile Tyson Fury. Contro di se si è trovato Braun Strowman. La loro faida è stata portata bene avanti e questo match almeno per me aveva un buon hype. Il lottato non è stato il massimo se devo essere sincero, ma alla fine avevamo sul ring un big man come Strowman e uno che arriva adesso al mondo del wrestling, quindi un neofita nonostante la sua grandissima esperienza come pugile professionista. Di per se il match è stato veramente piacevole da seguire e Fury ha fatto comunque un buon match fino a conquistare una gran bella vittoria per Count Out. Strowman ha provato a riattaccarlo ma il vincitore è riuscito a metterlo in fuga dal ring. Una piacevole sorpresa per me.

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

WWE United States Championship Match: AJ Styles (c) def. Humberto Carrillo via Pinfall

L’occasione della vita che si è palesata di fronte al messicano Humberto Carrillo (solo due mesi fa lottava ancora a 205 Live), ha lottato per lo US Championship contro il campione AJ Styles. Un incontro veramente bello, pieno di mosse tecniche e senza un attimo di respiro. Carrillo ha messo in difficoltà in campione con delle belle tecniche e ha rischiato anche diverse volte di vincere il match. AJ ha fatto il suo compito difendendosi dallo sfidante e seppur con fatica è arrivato a una grande vittoria e conferma titolata. Spero che per Carrillo sia il primo passo verso una grande carriera nel main roster, esce sconfitto ma a testa alta.

4.3 out of 5 stars (4,3 / 5)

Natalya def. Lacey Evans via Submission

Il primo storico match della WWE tutto al femminile in Arabia Saudita, una prima vittoria era già questa dato che anche nello scorso anno avevano provato a far lottare due donne nel ppv saudita. Natalya e Lacey Evans hanno avuto questo grande onore, finendo ancor prima di lottare su i giornali di mezzo mondo. Tornando al match in se è stato di un discreto livello tecnico e il ritmo scelto dalle due superstar è stato veramente ideale. Una wrestler più tecnica come Lacey contro una che predilige le mosse di sottomissione come Natalya. Esito incerto fino alla fine, ma la canadese ha approfittato di una indecisione della Evans per chiuderla nella morsa della sua Sharpshooter e Lacey Evans dopo aver provato a raggiungere le corde non ha potuto far altro che cedere. Una prima volta per entrambe in Arabia e un successo meritato per essere state scelte per questa cosa così importante. Inizia una nuova era per le donne, anche in Arabia Saudita.

4 out of 5 stars (4 / 5)

Team Hulk Hogan vs. Team Ric Flair: Shorty G, Rusev, Ricochet, Ali & Roman Reigns def. Randy Orton, Baron Corbin, Bobby Lashley, Shinsuke Nakamura & Drew McIntyre via Pinfall

Il match a squadre che poteva essere considerato il simbolo del ppv stesso, il Team di Hulk Hogan contro il Team di Ric Flair. Due team decisamente ben assortito e guidati da due capitani importanti. Tra i migliori delle due squadre posso citare come mio personale piacere Ricochet e Roman Reigns per il Team Hogan mentre direi Randy Orton e Shinsuke Nakamura per il team Flair. Un match pieno di cambi, belle mosse, e non solo. Il team Hogan è stato più coeso e con la spear di Reigns ha conquistato la vittoria finale. Un esito difficile da dire prima del ppv data l’equivalenza dei due team e quindi una bella vittoria per loro. Un match che mi piacerebbe rivedere per la sua intensità.

4 out of 5 stars (4 / 5)

WWE Universal Championship: The Fiend Bray Wyatt def. Seth Rollins (c) via Pinfall

Il main event del ppv, in palio c’era lo Universal Championship di Seth Rollins contro Bray Wyatt. Una delle storyline meglio riuscite della federazione che ha fatto un grande balzo avanti nella scorsa settimana quando Rollins ha bruciato la Firefly Fun House di Wyatt, un vero colpo basso per The Fiend. Il match è stato un Falls Count Anywhere dove i due contendenti non si sono risparmiati, hanno usate mosse normali, armi, hanno lottato sullo stage, nella parte dei tecnici della federazione, e tanto altro ancora. Match veramente piacevole da seguire e con un intensità ottimale. Credo che Wyatt e Rollins sia sarebbero meritati entrambi di uscire con la cintura alla vita, ma Wyatt ha colpito al momento giusto apparendo dagli scatoloni della produzione e prima bloccando il campione nella Mandible Claw poi eseguendo la Sister Abigal. Alla fine ha conquistato la vittoria ed è diventato il nuovo campione. Ora mi aspetto veramente grandi cose da lui.

4.3 out of 5 stars (4,3 / 5)

PPV RATE

Un buon ppv per la federazione, nonostante fosse in Arabia Saudita e negli anni scorsi non abbiamo visto i migliori eventi della federazione con la denominazione “Crown Jewel” ma quest’anno è stato un evento molto bello a mio avviso. Certamente non abbiamo avuto i match che ti puoi aspettare per WrestleMania ma la card era già buona e il lottato è stato molto interessante e ben riuscito. Alcuni match come il main event, il match tra il team Hogan contro il team Flair, Natalya contro Lacey Evans e AJ Styles contro Humberto Carrillo sono stati per me superiori agli altri seppur di poco. Sono lieto di vedere The Fiend come nuovo Universal Champion e Carrillo finalmente in un match titolato, si meritava questa grande occasione. In generale un buonissimo ppv.

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)