WTW REVIEW: WWE Evolution

Benvenuti a una nuova WTW Review, oggi parleremo di WWE Evolution, l’evento si è svolto a New York nella nottata italiana ed è stato il primo della WWE solo con wrestler donne, una novità assoluta per la compagnia. A scrivere sarà oggi il vostro Lorenzo Fanti. Vediamo nello specifico cosa è successo…

Lita & Trish Stratus defeat Alicia Fox & Mickie James via Pinfall

Un opener di livello per il ppv della WWE tutto al femminile, da una parte la Hall of Hamer Lita insieme a Trish Stratus, mentre le loro avversarie Alicia Fox e Mickie James. E’ stato un grande piacere rivedere sul ring a lottare sia Lita che Trish, due grandi del passato, e a mio avviso sono sempre delle ottime wrestler. Mickie James e Alicia Fox invece sono sicuramente più allenate di loro e si è visto sul ring. Non è stato decisamente il miglior match dell’evento per intensità, ma per quanto la storia possa farci ricordare è stato importante come incontro. Giusta la vittoria per Lita e Trish, si meritano un piccolo riconoscimento per quanto fatto in WWE.

(3,3 / 5)

20 Women Battle Royal: Nia Jax win 

Tanti nomi del passato in questa battle royal con venti wrestler, nomi come Ivory, Alundra Blayze, Kelly Kelly, Michelle McCool e Molly Holly. Anche per loro un grande piacere rivederle sul ring, alcune non le avevo mai viste lottare, ma di nome sono molte conosciute. Ci sono state delle wrestler che hanno fatto una grande prova come Ember Moon, Tamina e proprio la vincitrice Nia Jax. Quest’ultima è stata la migliore sul ring, ma di fatto tutte e tre sono arrivate fino alla fine dell’incontro e nel finale si sono affrontate a viso aperto per portare a casa una futura title shot. Nia Jax le ha sconfitte entrambe (senza nulla togliere all’inutile tentativo di Zelina Vega) e ha portato a casa una vittoria meritata e che le darà sicuramente una grande chance per il futuro.

(3,8 / 5)

Mae Young Classic 2018 Final Match: Toni Storm defeat Io Shirai via Pinfall

Il miglior match del ppv, quello decisamente con più aspettative sia prima che dopo il suo termine. La finale del Mae Young Classic 2018 non mi ha per niente deluso, anzi mi ha piacevolmente sorpreso. Le due wrestler sono molto tecniche e sono due dei nomi più importanti dell’attuale panorama del wrestling mondiale, Toni Storm è una delle mie preferite, ha tutto quello che si può richiedere in una wrestler moderna, mentre Io Shirai è una leggenda giapponese, una delle migliori di sempre. Hanno lottato senza paura e mostrandosi a vicenda un grande rispetto, entrambe si sarebbero meritate la vittoria per quello che hanno fatto vedere, ma alla fine l’ha spuntata la 22enne Toni Storm che è diventata così la seconda vincitrice del trofeo. Complimenti vivissimi a entrambe!

(4,3 / 5)

Bayley, Natalya & Sasha Banks defeat The Riott Squad (Liv Morgan, Ruby Riott & Sarah Logan) via Pinfall

Come match è stato buono ma non del tutto convincente, ci sono stati divesrsi botch durante lo stesso, ma le wrestler coinvolte nella maggior parte dei casi sono state brave a nasconderli in qualche modo. Il trio formato dalla Riott Squad è stato bravo a giocare in armonia tra di loro, tanti cambi hanno reso possibile una freschezza di manovra tra di loro. Mentre il trio formato da Bayley, Natalya e Sasha Banks ha fatto un pelo meglio delle loro avversarie a mio avviso, c’e stata meno armonia ma sono state più convincenti e decise verso una meta comune, la vittoria finale. Una vittoria meritata la loro, ma devo dire nuovamente che mi aspettavo molto di più da questo incontro.

(3,3 / 5)

WWE NXT Women’s Title Match: Shayna Baszler defeats Kairi Sane (c) via referee stoppage

Per il mio personale (e non infallibile) punto di vista, lo ho trovato un incontro bello e intenso da seguire. E’ stato il secondo miglior incontro del ppv al femminile della WWE e Kairi Sane seppur fosse molto inferiore a livello di fisico rispetto alla sua sfidante, Shayna Baszler, si è comportata benissimo e ha messo in seria difficoltà l’ex lottatrice di MMA. Un paio di volte è uscita da situazione decisamente complicate e dal quale poteva uscirne perdente, ma nel finale la giapponese niente ha potuto sulla micidiale presa di sottomissione della Baszler, solo l’intervento dell’arbitressa l’ha fermata. Shayna è tornata quindi la campionessa femminile del roster di NXT. Complimenti per questa vittoria…

(4 / 5)

WWE SmackDown Women’s Title Last Woman Standing Match: Becky Lynch (c) defeats Charlotte Flair via Pinfall
La storyline che ha portato a questo match titolato tra Becky Lynch e Charlotte Flair è una delle migliori dell’ultimo periodo dello show di Smackdown Live, prima passando per il turn heel della stessa campionessa, per poi arrivare fino ai tanti attacchi nei vari show che le due si sono portate una contro l’altra. Insomma il background dietro di loro era ben definito. Il livello del loro match è stato molto buono, anche come minutaggio niente male dato che ha toccato quasi la mezz’ora di durata. Poi la stipulazione speciale dello stesso ha reso il tutto ancora più interessante, un last women standing match tra wrestler femminili era un qualcosa che mi mancava ma è stato azzeccato nella scelta. Charlotte Flair ha messo in grande difficoltà la campionessa Becky Lynch, ma quest’ultima nel finale ha ritrovato il modo di tornare al comando e ha portato verso la sua zona di sicurezza una bella vittoria e difesa titolata.
(3,8 / 5)

WWE RAW Women’s Title Match: Ronda Rousey (c) defeats Nikki Bella via Submission

Ronda Rousey è una delle wrestler più in vista della WWE, forse la più conosciuta per questo periodo, nel main event di Evolution ha trovato di fronte a se Nikki Bella che voleva provare a prendere il titolo alla campionessa. Era una grande opportunità per lei, ma Ronda è stata sempre vigile e attenta alle mosse della sfidante. Non è mai stata in netto pericolo di sconfitta, e ha dominato quasi in ogni fase dell’incontro. La vittoria e la conferma titolata è la giusta conclusione del match, Nikki non poteva che cedere nella morsa letale della campionessa. Nemmeno le intromissione di Brie Bella sono state in grado di impensierire Ronda. Chi sarà la prossima sfidante al Raw Women’s Championship?

(3,8 / 5)

PPV RATE

Uno storico ppv per la WWE, uno show tutto al femminile. Molti match sono stati sopra la media, altri mi hanno colpito positivamente, da alcuni infine mi aspettavo qualcosa in più. Diciamo che alla fine è stato un ppv che mi è piaciuto in generale, la vittoria di Shayna Baszler è stato un punto in più a favore dell’evento. La finale del Mae Young Classic 2018 per me è stato il “Match of The Event”, e non posso che fare i miei personali complimenti alla vincitrice, Toni Storm. Mi aspettavo molto di più dal Six Women Tag Team Match, ma non è che sia stato insufficiente solo che poteva venire fuori molto di più. Un buon ppv rispetto agli ultimi che ho visto, credo un pelo sotto Hell in a Cell.

(3,8 / 5)

Lorenzo Fanti

Un fan da sempre della WWE, seguo la compagnia da quando era su Mediaset con Rey, Chris Benoit, Kurt Angle, JBL, Booker T e tanti altri. Inoltre seguo con grande passione Impact Wrestling, una compagnia spesso sottovalutata ma che fa ottimi show. Poi ho interesse anche nelle Indy europee. Non disdegno di seguire anche tutte le altre federazioni, ognuna può dare qualcosa alla passione della gente.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com